closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 15.02.2015

In ventimila sfilano nella capitale contro l’austerità della Troika e a sostegno della battaglia europea del governo di Alexis Tsipras. Al corteo partiti, movimenti e Cgil. Il popolo di sinistra chiede unità, ma la «cosa rossa» è ancora lontana. Sul palco del Colosseo le storie dei lavoratori e i rappresentanti di Syriza: «Eravamo insieme al G8 di Genova nel 2001, lo saremo anche nel futuro»

Reportage

Nell’inferno di Rosarno, come prima della rivolta

Antonio Sciotto

Cinque anni dopo quel 7 gennaio 2010, troppo poco è cambiato per i lavoratori. Stesse baraccopoli fatiscenti, stesse paghe da fame per 12 ore di lavoro bestiale, nessuna integrazione nella già dura realtà calabrese per gli immigrati addetti alla raccolta nei campi

UCRAINA

Cessate il fuoco, salvo provocazioni

Fabrizio Poggi

La fragile tregua scattata a mezzanotte. In caso di violazioni i filorussi avvertono: «Ci prendiamo l’intera regione». La Russia denuncia alterazioni degli accordi di Minsk da parte di Washington e Kiev. E Poroshenko nomina consigliere per gli armamenti il falco Nato Mikhail Saakashvili

Alias Domenica

Dario Bellezza, spasimo e sublime

Massimo Raffaeli

SCOPERTO E LANCIATO DA PASOLINI, SI AFFERMÒ NELLA ROMA DELLE «CANTINE» ESIBENDO LE STIMMATE DI UNA DECADENZA PECCAMINOSA E SBANDATA: ORA UN OSCAR RACCOGLIE «TUTTE LE POESIE» A CURA DI ROBERTO DEIDIER