closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 14.06.2019

Con il voto della Lega passa alla Camera l’emendamento che salva (speriamo) Radio radicale. Di Maio fa la voce grossa con l’alleato, «gravissimo, ne risponderanno». E manda all’inferno i giornali, locali e nazionali come il manifesto, insieme a migliaia di lavoratori dell’editoria

Il grido d’allarme dei poligrafici

Matteo Bartocci

I lavoratori della comunicazione e della stampa al governo: serve tavolo strutturale di filiera, una riforma dei prepensionamenti e investimenti pubblici su vecchi e nuovi media. Il capo dipartimento Editoria: «Lo stato non sperpera sui contributi diretti, anzi , per certi aspetti l’Italia è sotto la media Ue»

Editoriale

Il duro muro della realtà

Norma Rangeri

O riusciremo a mettere nella nostra cassetta di sicurezza 1 milione e 200 mila euro (quel che il governo ci taglierà entro l’anno), o non potremo fare miracoli. Di questo chi va in edicola o si abbona al giornale deve essere consapevole, fino in fondo

Economia

Sblocca Cantieri, un accordo blindato per tenere in vita il governo

Roberto Ciccarelli

Il ritorno del massimo ribasso e dell'appalto integrato, l'aumento del subappalto, le procedure negoziate fino a un milione di euro, i commissari che potranno operare in deroga al codice appalti. Lega e Cinque Stelle festeggiano; le opposizioni, i sindacati e le associazioni ambientaliste e antimafia attaccano: "Apre la strada alle infiltrazioni mafiose e allo sfruttamento dei lavoratori"

Internazionale

Ciclone Intercept, contro Lula tramava anche il giudice Fux

Claudia Fanti

Il ministro della Corte suprema, tra i più ostili all’ex presidente, finisce nello scandalo politico-giudiziario del momento. I dialoghi svelati da Glenn Greenwald forse sono falsi costruiti da un hacker, sostiene Rete Globo. Ma nessuno, a cominciare dall'attuale ministro della Giustizia Sèrgio Moro, li ha mai smentiti

Internazionale

Brevi dall’Africa: Algeria, Sudan

Red. Esteri

Arrestati due ex premier e un ministro di Bouteflika, mentre a Khartoum Bashir è incriminato per corruzione. Le due "giunte" militari proseguono nel tentativo di affossare le manifestazioni di protesta

Londra firma: Assange verso gli Usa

Leonardo Clausi

Il ministro dell'Interno Javid, candidato alla premiership Tory, accoglie la richiesta di estradizione. Oggi spetta alla corte esprimersi a favore o contro. Sul fondatore di WikiLeaks pesano 18 capi d’accusa

Esplosioni su navi nel Golfo, Pompeo accusa subito l’Iran

Michele Giorgio

Il segretario di Stato ha puntato il dito ancora contro Tehran dopo le deflagrazioni misteriose avvenute su due petroliere a sud dello Stretto di Hormuz. L'Iran parla di attacchi sospetti, avvenuti durante l'importante visita a Tehran del premier giapponese Shinzo Abe

Dalla Libia al Golfo

Le ultime bugie dei Sette Mari

Alberto Negri

La prima bugia italo-libica è che Tripoli è un «porto sicuro», la seconda è americana: attacchi nel Golfo come casus belli contro l'Iran. A forza di ripeterle allo sfinimento, le bugie diventeranno verità o post-verità

Cultura

Il popolo scomparso nella crisi democratica

Claudio Vercelli

Il ritorno della narrazione collettiva in chiave magica e infatiloide è un fattore di cui il fascismo storico prima, e oggi i populismi, si nutrono evitando la condivisione delle decisioni

Visioni

«La città incantata» approda in Cina

Matteo Boscarol

Se i rapporti fra Cina e Giappone sono intricati e tesi da molto tempo a questa parte, l’ascesa del primo come potenza mondiale, non ha fatto altro che aggravare la situazione

Istantanee dall’Italia del patriarcato

Cristina Piccino

«Dicktatorship», il nuovo film di Gustav Hofer e Luca Ragazzi si interroga sull’idea di virilità. al fascismo a Berlusconi a oggi, i registi esplorano l’immagine del maschio

Javier Girotto e la rinascita di Tango Nuevo

Luigi Onori

Il sassofonista e compositore argentino rilegge lo storico album di Astor Piazzolla e Gerry Mulligan, in trio con Alessandro Gwis e Gianni Iorio. Il progetto è anche un tour

Commenti

Il Campidoglio tace su una «normale» emergenza

Alessandro Capriccioli*

Da anni, con una frequenza che è andata man mano aumentando fino a diventare frenetica e con una disinvoltura sempre maggiore, si percorre la strada delle ordinanze contingibili e urgenti, come se fossero strumenti risolutivi, con la conseguenza (inevitabile) di lasciare perennemente irrisolti i nodi cruciali della città

Rubriche

Alberto Burri o dell’eloquenza della materia

Alberto Olivetti

La nostra riflessione sul colore in Burri ha preso avvio da una analisi dei rossi, dei bianchi e dei neri per come sono accostati nella loro purezza nel San Carlo indica ai fedeli la reliquia del Sacro Chiodo di Carlo Saraceni, conservato nella chiesa di San Lorenzo in Lucina a Roma, opera del secondo decennio del Seicento