closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 14.04.2019

La guerra tra Haftar e al Serraj alle porte di Tripoli s’inasprisce, ospedali pieni e sfollati in aumento. Roma in cerca di un ruolo nel balletto internazionale in cui sono impegnati gli inviati dei due nemici. Salvini è un disco rotto: profughi di guerra o no, porti chiusi

Politica

Conte vede la crisi umanitaria, Salvini già chiude i porti

Domenico Cirillo

C'è un «rischio serio e concreto» di fuga in massa dei profughi secondo il presidente del Consiglio. Per il ministro dell'interno invece «non cambia niente» perché «chi fugge dalla guerra fugge in aereo, controllato». A Roma il vice di Serraj e il ministro degli esteri del Qatar

Politica

Smeriglio: «E ora una sinistra civica in un campo plurale»

Daniela Preziosi

Dalla Regione alle europee: «Corro senza paracadute e non entro nel Pd», l’ex vicepresidente di Zingaretti vira sul civismo perché «dal 2001 parlo di municipalismo, passando per Porto Alegre e la Selva Lacandona. Il ruolo delle città nei prossimi anni sarà decisivo per ridisegnare politiche e resistenze»

Umbria, il Pd trema e prova a limitare i danni

Mario Di Vito

Dopo gli arresti di venerdì l’ipotesi di non presentare il simbolo nei comuni al voto. La ministra Grillo annuncia l’invio di una task force negli ospedali della regione

ARRIGONI 2011-2019

Otto anni dopo, Vik è sempre con noi

Michele Giorgio

Nella notte tra il 14 e il 15 aprile del 2011 sedicenti salafiti uccisero a Gaza l'attivista e reporter per il manifesto Vittorio Arrigoni. Oggi a Bulciago e domani a Gaza italiani e palestinesi ricordano il suo impegno. «Vittorio – sottolinea la madre Egidia Beretta - diceva che la Palestina e Gaza sono ovunque e da ciò possiamo trarre gli spunti per agire con giustizia e solidarietà verso gli ultimi».

Parlamentari Gb: Assange va estradato in Svezia

Red. Esteri

La lettera di 70 deputati al segretario agli interni di Londra chiede che la priorità dell'estradizione sia data alla magistratura svedese. Intanto la Federazione internazionale dei giornalisti fa appello perché al fondatore di WikiLeaks sia garantita la protezione da informatore

Cultura

Un osservatorio globale sulla bioetica

Andrea Capocci

Intervista a Sheila Jasanoff, giurista e docente all’università di Harvard. A Roma per il festival di «National Geographic», al centro della sua ricerca le conquiste della genetica

Visioni

Alexander Hawkins, il linguaggio jazz del pianista

Marcello Lorrai

Concerti, collaborazioni e un album appena pubblicato «Iron Into Wind», per l’artista inglese. «Ho sempre pensato che l’istituzionalizzazione dell’apprendimento del jazz solo nei conservatori, sia una influenza pericolosa e conservatrice»

L'Ultima

L’immaginario europeo

Luciana Castellina

Al festival del cinema di Lecce di scena la cultura la cui importanza è fondamentale per costruire a livello dell’Ue un soggetto collettivo che fino ad oggi non abbiamo prodotto

Una relazione turbata dall’inatteso possibile

Giorgio Amitrano

Da scenari storici lontani e da una raffinatezza stilistica prossima all’anacronismo, Hirano Keiichiro si è spostato verso il presente, mettendo in scena una storia d’amore intrecciata alla guerra in Iraq, alla musica, all’arte: «Dopo lo spettacolo», da Lindau

Mentire è lecito: nella realtà non nella fiction

Paola Scrolavezza

Scritto nel 1928 e affidato a un montaggio di voci risolto con grande efficacia, «Nero su bianco» è un romanzo criminale e al tempo stesso la polemica parodia di un racconto autobiografico: da Neri Pozza

Un infiltrato nelle rovine dell’antico futuro

Tommaso Pincio

Un poliziotto in combutta con i terroristi si aggira in un mondo post-esotico, dove l’eco del reale rimanda ai cascami del passato che resiste e perciò opprime: «Sogni di Mevlidò», da 66thand2n

Oates, e per noi si aprirà l’abisso

Caterina Ricciardi

Nove saggi letterari composti negli anni ’60, per scoprire quale dispositivo sta all’origine del genere tragico: Ai limiti dell’impossibile, dal Saggiatore

Luoni, storia sacra dal lago di Tiberiade a quello di Como

Antonio Daniele

Quindici poemetti in versi liberi messi in bocca ad altrettanti personaggi della Via Crucis. Basilio Luoni ha riattualizzato in dialetto lombardo l’epopea drammatica della Passione di Cristo: "I testimoni", puntoacapo Editrice

Francesco, identikit mobile tra storia, arte e mito

Francesco Stella

Un volume di Carocci rivisita la figura di Francesco da Assisi dai romanzi ai libri per ragazzi, dal cinema ai santini, dalla teologia all’iconografia: lo curano Marina Benedetti e Tomaso Subini

Manovale, il tuo quadernetto è nudo: Metz

Pasquale Di Palmo

La figura esistenziale e letteraria di Thierry Metz è segnata dal suicidio (nel 1997) e dalla durezza del mestiere di muratore. Dalle Edizioni degli Animali la raccolta "Sulla tavola inventata", ’89

Sorolla, cosmopolita di luce

Gottardo Pallastrelli

La Spagna del Sud, inondata di luce e tagliata «fotograficamente»; poi la high society internazionale in cui primeggia Sargent, fino alla Casa Bianca

Meraviglia barocca in un carro d’oro

Gennaro De Luca

Intorno a un grande quadro del pittore tirolese, da poco acquistato dagli Uffizi, una piccola mostra sull’«effimero splendore», ma anche l’ideologia propagandistica, dei carnevali barocchi

Ingres, maestro maggiore senza successione logica

Massimo Romeri

Si promette una mostra sul pittore di Montauban, ma in mancanza di una narrazione vera e propria e di una seriazione cronologica i riferimenti sfuggono: resta la complessità di certi capolavori.