closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 14.01.2015

Renzi consegna il suo fallimentare semestre alla Lettonia. Napolitano lascia il Quirinale. Tra dieci giorni si vota in Grecia. Intervista ad Alexis Tsipras che avverte: «Lottiamo per la fine dell’austerità, ci serve l’aiuto dei popoli europei

Europa

Tsipras: «La scommessa di Syriza come quella del Brasile di Lula»

Teodoro Andreadis Synghellakis

«Governare non significa avere il potere. Siamo all’inizio di un processo di lotta. Come in Brasile col Pt, dobbiamo cercare di mantenere la coesione sociale». Tsipras tratteggia le caratteristiche di un potenziale governo di sinistra: «Ci saranno grandi trasformazioni e la priorità, in questo momento, è la fine dell’austerità». Il 25 gennaio la Grecia vota

Renzi, sei mesi vissuti modestamente

Anna Maria Merlo

Renzi a Strasburgo chiede "fatti" e non solo parole a Juncker. Aggressivo, ricorda che l'Italia paga più di quanto prenda a Bruxelles. Un bilancio modesto: né neutralità del Net, né difesa del "made in", neppure il roaming. Ma - forse - l'Italia riuscirà ad evitare le sanzioni a marzo, sfruttando i margini di flessibilità nell'applicazione delle regole

Editoriale

L’universalismo non è un pranzo di gala

Luciana Castellina

Un mondo «arlecchino», con ognuno chiuso nel proprio ghetto, rappresenta la rinuncia all’universalismo. E un relativismo estremo non è tolleranza, è sordità. La costruzione di un sistema di valori europeo è lontana. Ma sempre più necessaria

Europa

Valls: repressione, ma senza sopprimere i diritti

Anna Maria Merlo

Strada stretta per il primo ministro, che promette: non ci sarà un Patriot Act alla francese. Maggiori controlli, servizi segreti rafforzati, isolamento dei jihadisti nelle carceri, per il momento 10mila militari sul terreno. Ma anche attenzione al sociale, con l'impegno di insistere sulla trasmissione dei valori del vivere assieme nelle scuole. Hollande alla Prefettura rende omaggio ai tre poliziotti assassinati. Ségolène Royal a Gerusalemme al funerale dei 4 cittadini ebrei uccisi all'HyperCacher. Charlie Hebdo tirato a 3 milioni di copie

Internazionale

Bibi punta sull’arrivo dei francesi ebrei

Michele Giorgio

Il premier Netanyahu, sempre più in campagna elettorale, con ogni probabilità auspica che molti di loro si trasferiscano subito nelle colonie in Cisgiordania e Gerusalemme Est. Ma non tutti, anche a destra, accettano la linea del premier che sfida apertamente il presidente francese Hollande

Politica

Addio al re, viva il re

Andrea Colombo

Ultimo giorno nel palazzo, «contento di tornare a casa». Ma continuando ad avere parecchia voce in capitolo nella politica italiana. Da oggi Giorgio Napolitano sarà l’ex capo dello Stato. Il prossimo «sarà un arbitro, non un giocatore», dice Renzi. Ma 9 anni difficilmente potranno essere messi tra parentesi, a meno di spogliare il presidente di quasi tutti i suoi poteri

Il Nazareno si riscrive la legge elettorale

Andrea Fabozzi

Appello di costituzionalisti, l’opposizione vuole rilanciarlo: fermare ora le riforme. Italicum non prima dell’estate 2016. La clausola di «salvaguardia» di Renzi come uno specchietto per le allodole del parlamento

Italia

Niente sospensione degli sfratti, linea dura contro i poveri

Roberto Ciccarelli

I movimenti per il diritto all'abitare occupano l'Anagrafe a Roma e protestano contro l'articolo 5 del piano Lupi che taglia i servizi essenziali alle occupazioni e nega la residenza. Il governo nega la sospensione di due mesi sugli sfratti. La guerra di Renzi contro il disagio abitatitivo continua

Lavoro

Camusso: “Renzi vede i lavoratori come nemici”

Antonio Sciotto

La segretaria Cgil al premier: "Perché ci vuoi punire? Che ti abbiamo fatto?". Il sindacato trova una nuova «magagna» nella riforma del lavoro: negli appalti anche i vecchi assunti perderanno l’articolo 18

Interinali assunti a Melfi, è gara a prendersene il merito

An. Sci.

Governo e "sindacati del sì" rivendicano la paternità del nuovo piano Marchionne. Ma per ora entreranno solo in 300, e saranno sempre licenziabili: perché approderanno al contratto a tutele crescenti. Cgil: "E' un primo passo, ma si pensi a stabilizzare e agli altri stabilimenti"

La corsa ad aprire la partita Iva per sfuggire alla trappola di Renzi

Roberto Ciccarelli

Il boom prima della riforma dei minimi introdotta dal primo gennaio 2015. Per sfuggire alla tenaglia del governo 2.0 hanno aperto la partita Iva il 52,8% dei «giovani» fino a 35 anni e il 32% tra i 36 e i 50 anni. Per tutti gli altri tasse triplicate, mentre crescono i contributi

Economia

Il bluff di Draghi sul «Quantitative Nothing»

Sergio Cesaratto

La Bce vuole tornare a iniettare mille miliardi nell'eurozona stavolta non più prestandoli alle banche a tasso zero ma acquistando titoli di stato. L'unico effetto sarà aumentare la bolla borsisistica e deprezzare un euro già basso. E il QE non sarebbe altro che una ripetizione con altre modalità delle misure tampone intraprese negli scorsi anni

Europa

No alle coltivazioni Ogm. Ora si può

Luca Fazio

Dopo quattro anni di trattativa, il parlamento di Strasburgo approva una direttiva che permette ad ogni singolo stato di bandire i semi delle multinazionali del biotech, anche se sono già stati approvati in sede europea. Un compromesso che dovrebbe garantire un sistema agricolo italiano Ogm-free ma che non chiude definitivamente la porta a Monsanto & Co., anche per via di alcune norme lacunose che preoccupano le associazioni ambientaliste nostrane

Vandana Shiva: «Gli europei anti Ogm adesso sono più liberi»

Luca Fazio

La decisione del parlamento europeo che lascia ai singoli paesi la facoltà di vietare gli Ogm sul proprio territorio è un primo passo avanti ma non soddisfa pienamente gli ecologisti nostrani. "In quelle norme ci sono alcuni regali alle multinazionali e l'Italia deve subito difendersi dal mais della Monsanto"

Internazionale

Lo Stato Islamico penetra in Libano

Chiara Cruciati

Le contraddizioni interne libanesi esplose con le bombe di Tripoli. Al confine siriano oltre mille jihadisti dettano legge. Nel paese dei Cedri in corso la guerra per procura tra Iran e Arabia Saudita

Reportage

Francesco e le tigri

Emanuele Giordana

Il Papa arriva in terra tamil, atteso da una minoranza colta e agguerrita. Il Pontefice appena atterrato ha invitato a evitare «equivoci»: «Solo la riconciliazione può seppellire gli orrori della guerra»

Cultura

La guerra è servita a Kiev

Simone Pieranni

L'ultimo numero della rivista Limes è tutto dedicato alla Russia. Gli autori cercano di penetrare in una cultura troppo spesso frettolosamente catalogata dall'informazione mainstream

Nei mari con Greenpeace

Francesca Angeleri

«Una vita da attivista»: il libro di Caterina Nitto che racconta la sua esperienza a bordo delle navi che vogliono fermare la distruzione del pianeta

Carlo Conti sceglie Emma e Arisa

Stefano Crippa

Le vincitrici delle ultime due edizioni della kermesse ligure - insieme a Rocio Munoz Morales, affiancheranno il presentatore toscano. Una sola conferma tra gli ospiti: gli Imagine Dragons e il «sogno» di Albano e Romina

Commenti

I centri sociali dell’Emilia Romagna: apriamo un dibattito a sinistra

Coalizione del centri sociali dell'Emilia-Romagna

La coalizione parteciperà all'assemblea nazionale della lista Tsipras nel fine settimana a Bologna e alla tre giorni di "Human Factor" organizzata da Sel: "Non siamo voyeuristi del protagonismo di Siryza o della vivacità di Podemos. Creiamo spazi politici ibridi in Italia"