closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 13.09.2019

20 miliardi al mese da novembre, senza scadenza. Alla vigilia dell’addio alla Bce e dell’arrivo di Lagarde, Mario Draghi ricarica il «Bazooka» e inonda di euro le banche. L’appello ai governi europei a fare investimenti nell’economia reale

Commenti

Il «bazooka» di Draghi nella trappola di Keynes

Luigi Pandolfi

Dov’è l’errore di Draghi? È la trappola di Keynes: l’acqua è tanta, ma il cavallo di bere non ne vuole sapere. Hai voglia di inondare le banche di soldi, se i salari sono troppo bassi, se la disoccupazione è alta, se le disuguaglianze aumentano, se gli investimenti pubblici languono. È ormai empiricamente provato: politiche monetarie espansive non accompagnate da politiche fiscali dello stesso segno non risolvono i problemi economici innescati da una crisi o dal prolungarsi di un quadro di sostanziale stagnazione

GOVERNO

Sottosegretari, tutto in una notte

Andrea Colombo

I 5 Stelle litigano e prendono tempo. Ma Conte chiede a Franceschini e Di Maio di chiudere. Dopo un rinvio a martedì, il premier capisce infatti che lo spettacolo dello scontro sulle poltrone va accorciato. Attesa per questa mattina la lista

Patti, desistenze e assessori: la via Pd-M5S alle regionali

Domenico Cirillo

Franceschini indica la strada, Zingaretti aderisce e Di Maio non chiude: «Alleanze? ora altre priorità». Da ottobre a maggio nove governatori in palio, cominciando con l'Umbria. La minaccia di Salvini: «Vinciamo tutto». Ma anche i malumori tra i dem. Orfini: «I grillini non sono una costola della sinistra»

Lavoro

Avviso ai naviganti «giallo-rossi»: l’occupazione che cresce è quella precaria

Roberto Ciccarelli

Puntuale, come il sole che sorge al mattino, arriva un governo e una maggioranza che festeggiano l'aumento dell'occupazione. Stavolta è il turno della nuova combinazione Pd-Cinque Stelle che celebrano l'aumento del precariato in nome del Jobs Act e del decreto dignità. Due provvedimenti presentati come opposti, ma in realtà convergenti. E il Jobs Act resterà come prima

Quattro morti affogati in mezzo ai liquami

Massimo Franchi

In una azienda agricola del Pavese gestita da indiani un primo lavoratore cade. Gli altri tentano inutilmente di soccorrerlo. In Lombardia i morti sul lavoro dall’inizio del 2019 sono ben 103: è emergenza

Scuola

La scuola rischia il crollo. Soprattutto al sud e nelle isole

Giansandro Merli

Per Legambiente il 40% degli edifici ha bisogno di manutenzione urgente. Peggio di dieci anni fa. In una lettera pubblica indirizzata al nuovo governo i numeri elaborati nel dossier «Ecosistema scuola 2019» su edilizia, servizi, progetti educativi e sostenibilità ambientale

In Afghanistan salta la pace. «Ma la scusa di Trump non regge»

Giuliano Battiston

Le promesse al vento di Washington, l’insoddisfazione dei Talebani il cui leader ora rischia grosso, l’errore strategico del Pakistan, gli auspici del presidente Ghani... Così fallisce un negoziato. «Un’ambasciata a Kabul con spie, contractors e marines poteva starci, ma poi il presidente americano se ne è uscito con la presenza militare di lungo termine»

Putin torna alle maniere forti, raid negli uffici dell’oppositore Navalny

Yurii Colombo

Da Murmansk a San Pietroburgo è la più grande operazione repressiva del ministero degli Interni dal 2012 ad oggi. Le forze dell’ordine hanno cercato prove e indizi nei locali dell’associazione Fondo anti-corruzione per suffragare le accuse di riciclaggio di denaro e associazione a delinquere. Graziata solo la capitale

L’Avana sfida gli Usa, Twitter blocca Cuba

Roberto Livi

Il blocco durante il discorso tv del presidente Díaz-Canel sulla drammatica situazione del carburante. Colpiti gli account del Granma e altri quotidiani online, il dominio del presidente, del ministero degli Esteri e di decine di funzionari governativi e giornalisti cubani

Commenti

E nei cantieri basta deregulation

Alessandro Genovesi

Al nuovo governo chiediamo: lotta agli infortuni, al lavoro nero e contro il dumping contrattuale. Al nuovo Ministro del Lavoro chiediamo di non occuparsi tanto di stabilire un minimo salariale legale, dando invece attuazione all’art. 39 della Costituzione

Rubriche

Anceschi, la poesia nella realtà del Novecento

Alberto Olivetti

Come “incide” la poesia in un secolo che, a partire dal suo secondo decennio e per trent’anni, conosce la ferocia di ripetute e continue guerre e non dismette le devastazioni? Il secolo dei conflitti armati che dai fronti europei, a far data dal 1914, si estendono fino a coinvolgere, dal 1939 al 1945, l’Africa, il Pacifico e l’Asia?

L'Ultima

Donne libere seppur bangla

Elisa Elia

A Roma alcune donne della comunità bangladese si supportano attraverso reti informali e associazioni. E così cercano di liberarsi dall’oppressione dei loro uomini. Nel quartiere di Torpignattara i primi passi delle organizzazioni femminili