closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 13.01.2015

Il giorno dopo la grande marcia, la Francia si riscopre plurale e democratica. Ma «Haaretz» fa scoppiare il caso del premier israeliano che ha imposto la sua presenza a Hollande per motivi elettorali. Il gelo dell’Eliseo per l’esortazione di Bibi Netanyahu ai francesi ebrei a lasciare il Paese

Europa

Hollande non voleva Netanyahu a Parigi

Michele Giorgio

Secondo il quotidiano "Haaretz", il presidente francese ha cercato invano di tenere lontano il premier israeliano, spiegandogli che sarebbe stato meglio non coinvolgere il conflitto israelo-palestinese nell'iniziativa. Netanyahu ha imposto sua presenza, l'Eliseo ha risposto estendendo l'invito al presidente palestinese Abu Mazen

CHARLIE HEBDO

La Francia torna plurale

Anna Maria Merlo

Quattro milioni di francesi per strada senza «nessuna paura» e contro la strumentalizzazione dei «discutibili» capi di Stato. Insieme alla mobilitazione si accende anche la polemica politica: dall’86 varate ben 15 leggi anti-terrorismo. E ora la destra chiede un Patriot Act

Renzi sul Colle non riesce a rinviare l’ora degli addii

Andrea Colombo

Il presidente del consiglio chiede inutilmente a Napolitano di restare un'altra settimana. Le dimissioni previste per domani. E il premier, preoccupato per la legge elettorale, tenta la mediazione con la minoranza del Pd

Camera, anche il regolamento lo decide il Nazareno

A. Fab.

Forza Italia e Pd fanno muro nella giunta dove si discute del disegno di legge di revisione costituzionale. E dicono no allo scrutinio segreto sugli emendamenti "pericolosi". Salvando il "patto" dai dissidenti interni

Campania, i No-primarie schierano Migliore

Adriana Pollice

Renziani e dalemiani a caccia del voto del 60% dei delegati per annullare la consultazione nei gazebo. I candidati Cozzolino e De Luca non intendono fare un passo indietro

La gelida manina del decreto fiscale

Alfonso Gianni

Il 3% di evasione fiscale «tollerata» inserito da Renzi nel decreto fiscale è peggio di qualsiasi condono mai approvato. Non solo per i motivi, inconfessabili, del patto del Nazareno ma nel merito: più sei ricco e più puoi evadere

Italia

Strage operaia, prime condanne

Riccardo Chiari

Pene pesanti al processo per i sette operai cinesi morti nel capannone lager al Macrolotto. Dove lavoravano sette giorni su sette per 50 euro al giorno. La titolare e i gestori della ditta di confezioni Teresa Moda colpevoli anche di omissione dolosa delle leggi antinfortunistiche. Come alla Thyssen Krupp.

A Roma da oggi si vota sui beni comuni

Monica Pasquino

Acqua, patrimonio immobiliare, scuola e economia: le quattro delibere di iniziativa popolare promosse dalla coalizione DeLiberiamo Roma arrivano all'assemblea capitolina

Milano, nuovi sgomberi e nuove resistenze

Luca Fazio

I Comitati per la casa si preparano a contrastare l'ennesima e consueta ondata di sgomberi (l'anno scorso sono stati circa cinquecento). Intanto ieri, grazie alla presenza di un gruppo di ragazzi solidali del Comitato di San Siro, è stato rinviato lo sgombero di Hansa, una donna marocchina di 51 anni in precarie condizioni di salute

Cucchi, «si indaghi ancora»

Eleonora Martini

Con le motivazioni della sentenza, la Corte d’Assise d’Appello rinvia gli atti in procura. Per i giudici, Stefano di certo è stato picchiato mentre era in custodia. E non è morto di fame e di sete né per un evento inatteso

Lavoro

Mille assunti precari a Melfi

Massimo Franchi

Marchionne annuncia a Renzi la notizia. Prima dell’approvazione del Jobs act, i nuovi lavoratori avranno il contratto da interinali. La nuova strategia Fca è assumere dove si vende, licenziare dove va male. Camusso: inversione di tendenza. La Fiom: bene, ma il saldo è passivo

Call center, fuori 3 mila

Antonio Sciotto

Wind riassegna le commesse e gruppi come Almaviva o Infocontact potrebbero restare fuori: a pagare sarebbero 1800 lavoratori in Calabria e 1300 in Sicilia. I sindacati chiedono un tavolo urgente al governo. La Cgil: "Regole contro le delocalizzazioni e maggiori tutele nei passaggi di appalto"

Libano, carcere duro per militanti Isis e Nusra

Michele Giorgio

Dopo il duplice attacco suicida a Tripoli (9 morti) di sabato scorso, le autorità libanesi ieri hanno trasferito i jihadisti detenuti nella prigione di Roumieh in un braccio di massima sicurezza. Ora il Fronte al Nusra (al Qaeda) minaccia di uccidere i 25 soldati e poliziotti libanesi che tiene in ostaggio da mesi

Reportage

Haiti cinque anni dopo, cosa resta?

Raffaele K. Salinari

Nel quinto anniversario del sisma che causò 230 mila vittime, a Port au Prince più che il pane manca la democrazia. E la gestione degli aiuti è stata pessima. Ma non tutto è stato inutile

Cultura

L’illusione della governance del capitalismo

Andrea Fumagalli

«La Federal Reserve e la crisi finanziaria», il libro di Ben S. Bernanke, che ne è stato governatore in America negli anni caldi. Le iniezioni di liquidità non sono tutto e non abbattono l'instabilità del mercato

Se l’ebraismo ascolta il genere

Lia Tagliacozzo

«Maschio e femmina Dio li creò – La donna nell’ebraismo»: un libro che raccoglie testi di varie autrici per interrogarsi intorno ai concetti di femminismo e tradizione

Riccardo Lombardi, l’ultimo riformista

Gianpasquale Santomassimo

Il protagonista di una stagione politica che cercò di trasformare la realtà sociale nazionale, garantendo l’autonomia del socialismo dall’abbraccio dei «cugini del Pci». Un percorso di lettura a partire da un volume di Tommaso Nencioni

American Freak show, l’horror enciclopedico

Luca Celada

Incontro con Jessica Lange, protagonista, e Ryan Murphy, il creatore, della quarta stagione della serie - dal 24 febbraio anche in Italia su Fox - ambientata in un circo di «mostri»

James Taylor tra musica e leggi fisiche

Stefano Crippa

L'artista presenta il tour europeo che prevede sei date in Italia ad aprile. Apertura a Torino il 18 e chiusura a Milano il 25. Annuncia un nuovo disco a giugno e definisce «importante la reazione parigina agli attentati» e stigmatizza «l'uso smodato di armi negli Usa»