closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 12.12.2018

Alla periferia di Roma va a fuoco un impianto-discarica di rifiuti e nel cielo della Capitale si alza una nube tossica. Allarme salute. Inascoltate le denunce dei cittadini. La procura indaga per disastro colposo. Paralisi spazzatura alle porte. Raggi si appella al governo

Commenti

Tmb Salario, tutti gli allarmi inascoltati

Christian Raimo

Non bastavano sette anni e mezzo di mobilitazione, una manifestazione con duemila persone il 6 ottobre scorso, 4mila rilevazioni di 300 famiglie che abbiamo raccolto quest’estate, centinaia di segnalazioni e denunce alla Asl, la polizia, a ogni possibile istituzione, due inchieste aperte alla procura, una relazione dell’Arpa di nemmeno quindici giorni fa che fotografa una situazione da brividi dell’impianto

MANOVRA

Il corriere dei vicepremier

Andrea Colombo

Da oggi Conte farà la spola tra Roma e Bruxelles per riferire richieste e proposte sul tavolo. Sul l’asticella del deficit posizioni lontane

Europa

I dieci miliardi di Macron preoccupano Bruxelles

Anna Maria Merlo

Macron in tv non ha convinto la maggioranza, anche se recupera terreno. Resta la protesta di sabato prossimo. Ieri di nuovo liceali in piazza. La Ue e la Germania preoccupate per i deficit, l'equilibrismo dei conti del governo. Censura dell'opposizione di sinistra

Di Maio fa il pm anti Lega

Red. Pol.

«Salvini deve chiarire sul coinvolgimento del tesoriere Centemero, non minimizzi», dice il capo del Movimento 5 Stelle che è in difficoltà per l'attivismo dell'alleato. E punta sulla legge anti corruzione che oggi arriva in aula al senato. La replica leghista è ufficiosa, ma risentita: «Vogliono mandare il segnale che noi siamo corrotti e loro puliti»

Bolsonaro killer, assassinati due attivisti Sem Terra

Claudia Fanti

Paraiba, vittime del clima di odio instaurato dal nuovo presidente, che inizia il suo mandato il 1° gennaio: «A quanti mi chiedono se voglio che vengano uccisi questi banditi del Mst, io rispondo che sì, lo voglio»

Cultura

Nelle autonome aperture al comune

Toni Negri

Per Quodlibet torna «Il diritto dei privati» di Widar Cesarini-Sforza, edito la prima volta nel 1929, assieme ai «Prolegomeni del diritto collettivo» del 1936 e con una ricca rilettura del curatore Michele Spanò

COMUNISMI

Per un Marx al presente

Rossana Rossanda

C’è da chiedersi quanto, perfino nelle meno odiose tra le società occidentali, non siano stati visti i bisogni operai in crescita intellettuale e morale rispetto ai loro bisogni materiali, affidati essenzialmente alla distribuzione

La lezione di vita di Sheila Jordan

Luigi Onori

A novant’anni la vocalist americana torna con un album dal vivo, «Lucky to Be Me». Biografia e musica si fondono, tutti gli stili canori da lei sperimentati si ritrovano nei vari brani

Ruggiscono i leoni del Philly Sound

Stefano Crippa

La Elemental Music riedita alcuni album simbolo del soul anni settanta di artisti come Teddy Pendergrass, The O'Jays e Bill Withers

Mark Knopfler, andamento ipnotico

Graziella Balestrieri

Il ritorno dell'ex leader dei Dire Straits con «Down the road Wherever», sedici brani dalle atmosfere levigate e blues

Commenti

Alla destra di Salvini si risponde rompendo il fronte del partito del Pil

Aldo Carra

La cronaca ci spinge a leggere le capacità comunicative di Salvini ed il suo evidente razzismo. Così come, nel corpo sociale, le tendenze xenofobe che albergano nella pancia della gente. Tutto vero, naturalmente, e preoccupante e da combattere. E tutto spiegabile anche in un contesto più ampio della sola Italia.

Rubriche

Droghe in Europa, tra riforme e populismo

Susanna Ronconi

La 4° Conferenza europea sulla Riduzione del Danno (RdD) che si è tenuta a Bucarest ha messo in scena un andamento disomogeneo: a discapito delle linee guida che Strategia e Piano d’azione comunitari da un lato, e l’Osservatorio Europeo sulle Droghe (Emcdda) dall’altro, con cui la Commissione cerca di orientare i governi, le droghe restano questione esposta ai venti della politica nazionale

Libri, desideri in fiera

Vincenzo Vita

Il rapporto predisposto dall’Associazione italiana editori, che ha organizzato a Roma con grande successo la fiera "Più libri, più liberi", sullo stato dell’editoria in Italia offre un quadro circostanziato: il 45% dei volumi venduti, pari a circa 54 milioni di copie (su 119,4 ml di copie complessive) viene acquistato da 5 milioni di lettori. Dunque, il 18% (5 ml su 28,3) genera quasi la metà del mercato