closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 12.12.2013

Cento scatoloni ognuno per ogni azienda in difficoltà che non trova risposte: è il «muro della crisi» italiana eretto ieri simbolicamente dalla Fiom davanti al ministero dello Sviluppo economico. La protesta degli operai si sposta in camper a piazza del Popolo e oggi approda a Palazzo Chigi. Intervista a Maurizio Landini

GOVERNO

Il catenaccio del ri-Letta

Andrea Fabozzi

Il presidente del Consiglio blinda la maggioranza e il suo progetto per il 2014. Con un programma essenzialmente parlamentare: riforme costituzionali e legge elettorale, ma tutto guidato da palazzo Chigi

«Grillo incita alla violenza»

Leo Lancari

Il premier attacca Grillo e il M5S e difende i giornalsiti: «Se non scrivono quello che voleter voi, li mettete alla gogna». Nuti: «Faccia di bronzo». E poi accusa il renziano Faraone di incotrare i mafiosi

LA PROTESTA DILAGA

I forconi si scatenano

Mauro Ravarino

È ancora Torino che si riscalda. Si uniscono gli studenti. E c’è chi denuncia infiltrazioni di frange violente. Minacciato un libraio a Savona: «Chiudi o bruciamo il negozio». Terzo giorno di agitazione in tutta Italia: «Bloccheremo i tir», ma le categorie prendono le distanze. Assaltate sedi della Cgil

In piazzale Loreto il cortocircuito della nostra storia

Luca Fazio

Il blocco del traffico ad oltranza dei cosiddetti "forconi" milanesi ha preso in contropiede la sinistra che per troppo tempo ha perso il contatto con il popolo. Sono disoccupati, precari, nuovi poveri, piccoli padroncini in crisi, molti giovanissimi e tutti senza un progetto politico definito. Ce l'hanno con i politici e vogliono mandarli tutti a casa. Tra loro ci sarà pure qualche fascista, ma la realtà è molto più complessa e forse anche più dolorosa per chi storicamente si è assegnato il compito di stare sempre dalla parte degli ultimi

“Letta ascolti le tute blu”

Antonio Sciotto

Il governo agisca contro la crisi e crei posti: i soldi del cuneo si investano sulle industrie. I forconi? Il disagio è alto, servono risposte. Altrimenti nuova legge elettorale e si vada al voto. Parla Landini

Ucraina: l’esile voce della Ue

Anna Maria Merlo

Catherine Ashton a Kiev, "delusa" dalla reazione del governo. Il primo ministro Azarov chiede 20 miliardi a Bruxelles per firmare l'intesa. La Ue non vuole "mercanteggiamenti". L'Ucraina paga il prezzo dell'assenza di politica estera europea verso la Russia

Internazionale

L’Oman schiaffeggia l’Arabia saudita

Michele Giorgio

L'aperta opposizione di Muscat ha costretto Riyadh a rinunciare al progetto di unione delle sei petromonarchie volto a sancire il suo dominio nel Golfo e ad alzare il tiro contro l'Iran. La monarchia Saud esce indebolita dal summit

MANDELA

Il lutto e la festa. Cape Town balla con lui

Rita Plantera

A Pretoria il feretro sfila tra la folla, verso il palazzo in cui Madiba fu eletto presidente. E dopo la retorica dei leader mondiali, i sudafricani si riprendono il loro leader con una celebrazione in musica. Sul palco lo «zulu bianco» Johnny Clegg e Annie Lennox

Gli abissi delle emozioni

Alessandra Pigliaru

«Amami per rendermi forte» di Aino Suhola, la raccolta dell'autrice finlandese tradotta da L'Iguana, verrà presentata a Torino oggi, alle 19, presso Palazzo Capris

Il lavoro dell’avvenire

Stefano Musso

Dopo il lungo inverno neoliberista e con la crescita delle disuguaglianze sociali si sono moltiplicati gli studi su come è cambiato il movimento operaio. Da oggi a Bologna il primo convegno della «Società italiana di storia del lavoro»

Il brivido della truffa, sexy come un profumo

Giulia D'Agnolo Vallan

Il regista di The Fighter e di Il lato positivo, torna sugli schermi con American Hustle, dove ritrova i suoi attori, da Christian Bale a Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Amy Adams. Gli anni 70 in un pittoresco microcosmo a delinquere

L'Ultima

E ora piantatela

Filippo Fiorini

Approvata la legge che regola il mercato della marijuana. Dopo una dura battaglia parlamentare e malgrado il 61% dei cittadini resti contrario, via libera all’«esperimento» che punta a sconfiggere narcomafie e politiche proibizioniste