closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 12.01.2019

Crolla la produzione industriale. A novembre 2018 meno 2,6% e si affaccia la recessione. L’Istat certifica le pessime condizioni dell’economia italiana e vede nero per il futuro. Ma il ministro dello sviluppo Di Maio vive su un altro pianeta e prevede un nuovo «boom economico come quello degli anni ’60»

Economia

A picco l’industria italiana, ma Di Maio annuncia un «boom»

Roberto Ciccarelli

Per l’Istat è profondo rosso: -2,6% della produzione a novembre 2018. Il premier Conte rassicura: «Legge di bilancio nel segno della crescita». Salvini: «Mettiamo più soldi nelle tasche degli italiani» e punta sulla «espansività» della manovra. Il vicepremier M5S: «Un nuovo boom economico potrebbe rinascere: negli anni '60 avemmo le autostrade, ora le autostrade digitali. Faremo una smart nation».

Editoriale

Narrazioni fallaci e dura realtà

Alfonso Gianni

L’Istituto segnala che il clima di fiducia dei consumatori ha segnato un ulteriore calo, le aspettative per il futuro hanno registrato una pesante diminuzione, mentre crescono le preoccupazioni per la disoccupazione – niente affatto attutite dalle promesse su un sussidio chiamato reddito di cittadinanza ancora in faticosa gestazione -, mentre declina persino la fiducia delle imprese. Né si può sperare che la buona novella giunga dalle esportazioni

2019

Trump, Salvini e Orbán, il crepuscolo dei cattivisti

Fabrizio Tonello

La loro retorica si nutre di bugie sfrontate perché deve creare continue crisi a partire da problemi reali, come le migrazioni, ma a cui non si può dare soluzione con i tweet, né con i muri o con la chiusura (peraltro totalmente inventata) dei porti. Nel mondo dei telefoni satellitari, dei droni, di Instagram e delle Tv all-news non si può affondare i barconi carichi di donne e bambini, né riaprire i lager (in caso, si fa fare il lavoro sporco a terzi, come la Libia o la Turchia)

Legittima difesa, M5S lascia il campo alla Lega

A. Fab.

Malgrado i distinguo grillini, nessun emendamento di maggioranza al disegno di legge che autorizza a reagire in armi all'interno del proprio domicilio. Sarà legge ai primi di febbraio

Politica

Pd, liste aperte alle europee, la mossa che frena la scissione

Daniela Preziosi

Zingaretti, da Boldrini a Calenda sì al «listone». Oggi sarà a Milano con Sala e Pisapia.«Il simbolo non è un dogma , non serve nasconderlo rigenerarlo». No di Martina. Renziani a testa bassa: vuole rifare il Pds con D’Alema e la sinistra. Fratoianni: noi non ci saremo

L'inchiesta

Il grande business dei nostri creditori

Emanuele Giordana, Veniero Rossi

Il mercato sulla restituzione delle somme a chi presta denaro passa per una pletora di società e consulenti che suonano la sirena della liberazione dall’incubo. Come funzionano le promesse di un settore fiorente e in crescita

Reportage

Grandi marchi e piccoli salari, in Bangladesh è rivolta nel tessile

Giuliano Battiston

Da cinque giorni le lavoratrici e i lavoratori che confezionano i capi a basso costo dei gruppi occidentali bloccano le strade. La protesta monta mentre Dacca ospita la massima fiera internazionale del settore. Il governo ordina: via i presidi. Ma è costretto a trattare «Disuguaglianze? Ci stiamo lavorando»

Fuoco israeliano uccide palestinese di 54 anni

Michele Giorgio

La vittima, Amal Tramsa, di 54 anni è stata colpita mortalmente durante le proteste della Grande Marcia del Ritorno. Abu Mazen convince i russi ad annullare incontro con il rivale Ismail Haniyeh

manifesto trasversale

Un Patto scellerato in nome della Scienza

Giorgio Ferrari, Angelo Baracca

Con preoccupanti finalità interdittive, il patto firmato da Grillo e Renzi, quando annuncia che non saranno tollerate forme di pseudoscienza e pseudomedicina, brandisce la Scienza come una clava con cui colpire i “reprobi” che non ne riconoscono la sacralità

L’inquietante ritorno al futuro della nuova destra radicale

Guido Caldiron

«Neofascismi» di Claudio Vercelli per le Edizioni del Capricorno. Tra indagine storica e attualità politica. Simboli, linguaggi, «stile» dalla Rsi a Casa Pound. Già strumento della «maggioranza silenziosa», l’arcipelago nero lancia ora la sfida per rappresentare le vittime della crisi

Sovversioni gioiose della politica

Alessandra Pigliaru

Un percorso di letture sul Sessantotto, attraverso alcuni recenti volumi firmati da donne. Le loro esperienze hanno attraversato, agito e interrogato una grande scommessa di utopia. Corpi, sessualità, diritti civili, il protagonismo femminile per ribaltare la «pubblicistica maschile»

Un presente brutto, sporco e cattivo

Mariateresa Surianello

La Compagnia Orfeo protagonista di un trittico in programma dal 3 al 27 gennaio al Piccolo Eliseo, in scena fino al 13 gennaio "Cous cous klan"

Vite d’artista, dietro il sipario rosso «Callas»

Francesca Pedroni

Dopo l'anteprima a dicembre in scena domani al Valli di Reggio Emilia lo spettacolo di Reinhild Hoffmann nell'allestimento del Ballet du Grand Théatre de Genève. William Forsythe protagonista di «A quiet evening of dance» il 2 febbraio a Brescia e il 13 a Reggio Emilia

I racconti di Sasà, dai Quartieri spagnoli a Genet

Gianfranco Capitta

Infanzia e adolescenza napoletana, le esperienze di piccola delinquenza fino agli anni in carcere. Salvatore Striano mette in scena in «Il giovane criminale» la sua personale storia di formazione in cui nulla viene omesso

Il lungo spot di Trump e l’imbarazzo dei network Usa

Giulia D'Agnolo Vallan

Nonostante i momenti «horror», in cui descriveva i cruenti crimini commessi da migranti illegali, Trump non è riuscito a presentare un’argomentazione per lo shutdown credibile al di là della cerchia dei suoi sostenitori abituali

Rubriche

Banche, il potere della Roccia nera

Matteo Bortolon

Tra le società esterne cui la Bce si affida per fare gli esami degli istituti di credito spicca BlackRock, generando una spirale di potenziali conflitti di interesse impensabile

La migrazione e gli apprendisti stregoni

Sarantis Thanopulos

Salvini mente, sa che i disperati intrappolati nel mare, o nei lager libici, sono piccola cosa rispetto ai migranti che entrano per strade più tranquille nel nostro paese. Che l’economia del paese ha forte bisogno della migrazione. Che espellere i clandestini è tecnicamente impossibile, che il numero degli italiani che lasciano ogni anno l’Italia supera largamente il numero degli stranieri che vi entrano

Alias

Undicesimo non escludere

Damiano Tavoliere

"Inclusion / Exclusion" organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio: le virtù artistiche delle persone differenti per occidentali impauriti e portatori di pregiudizio

Calcio e mercato

Pasquale Coccia

Pippo Russo nel suo libro "Soldi e pallone" svela l'intreccio di interessi

Togliattigrad soviet dream

Yurii Colombo

Il progetto della città modello voleva essere una sintesi tra utopia comunista e socialismo realizzato. La Zigulì oggi esemplare da collezione. E un'intervista all'urbanista Guido Sechi esperto della transizione post-sovietica

Incontri alla fine del cinema

Donatello Fumarola

Il più giovane rappresentante dell'onda nera jugoslava incontra oggi immigrati della rotta balcanica: due suoi film alla mostra "ilmondoinfine"

Danzare tra le rovine

Serena Soccio

Intervista a Cristina Kristal Rizzo, la danzatrice coreografa è in programma con "VN Serenade"

Immaginare la fine del mondo

Giovanna Ferrara

Le opere, gli incontri, le tavole rotonde, la musica, i film di "ilmondoinfine Vivere tra le rovine" mostra evento alla Galleria d'arte moderna e contemporanea di Roma

Faber, alfabeto di un cantautore

Guido Festinese

Canzoni, poesie, stili, collaborazioni. La vita artistica di Fabrizio De André raccontata attraverso 25 episodi indimenticabili. Tra esordi da ripudiare, progetti da ricordare, brani e album da non perdere. Ripensando ai mesi laceranti del sequestro