closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 11.04.2021

Ambiente, salute, trasporti, lavoro e welfare. Un Recovery plan alternativo a quello del governo esiste. Lo ha portato ieri nelle principali piazze italiane la «Società della cura», una rete di 1400 tra associazioni movimenti e sindacati: «Nessuno si salva da solo»

Politica

Un altro «Recovery» è possibile, ripartiamo dalla cura del pianeta

Roberto Ciccarelli

La convergenza di 1400 associazioni, partiti, sindacati e movimenti mobilitati in ventinove città per "Recovery plaNET". La «Società della cura» per un piano alternativo a quello di Draghi. L’alternativa all’imperativo Crescita, Concorrenza, Competizione perseguito anche da questo esecutivo. Prossima manifestazione il 26 aprile a piazza Montecitorio a Roma

Moby Prince, dopo 30 anni ancora troppi misteri

Riccardo Chiari

Anche Sergio Mattarella chiede di far luce sulla più grande tragedia della marineria italiana, nell'anniversario del rogo che provocò 140 morti. Al via una seconda commissione parlamentare di inchiesta, per far luce sulla cause dell'impatto fra il traghetto Navarma e la petroliera Agip Abruzzo. Gli Usa negano l'esistenza di tracciati radar e foto satellitari del porto di Livorno, nonostante la navi cariche d'armi di ritorno dalla prima guerra del Golfo.

Contrordine, mezza Toscana resta in zona rossa

Riccardo Chiari

Salutare ripensamento della Regione, dopo un confronto notturno con tutti i sindaci interessati. Soddisfatti i medici: “Mantenere Firenze, Prato ed Empoli in fascia alta di attenzione è stato un segno di responsabilità. La situazione nei nostri ospedali non consente assolutamente il passaggio in arancione". Interessati anche i comuni limitrofi del pisano e del senese.

Attacchi, rapimenti e una clamorosa evasione di massa in Nigeria

Stefano Mauro

Nel più recente episodio che ha colpito la regione centrale del Paese una banda armata ha attaccato una pattuglia dell’esercito uccidendo 11 militari. E al sud, dove aumenta la tensione con gli indipendentisti biafrani, 1844 prigionieri in fuga dopo l'assalto al carcere di Owerri. Il presidente Buhari ufficialmente all’estero «per un periodo di riposo»

Cultura

Suites per fulminee evocazioni

Massimo Raffaeli

«I rabdomanti. Quattro poemetti, quattro poesie colloquiali e una favola» di Tommaso Di Francesco, per manifestolibri il volume dedicato ai fondatori del giornali

Un’altra Traviata nel vuoto del teatro

Dino Villatico

Oltre 1 milione di spettatori per il film-opera di Mario Martone andato in onda su Rai3. La drammaturgia ritrovata del capolavoro verdiano e la perfetta direzione di Daniele Gatti

Lisistrata, quando le donne uscirono dai ranghi

Daniele Ventre

Pensata per i cittadini dell’imperfetta democrazia ateniese, la Lisistrata di Aristofane è forse, del teatro comico antico, il testo più vicino a noi ma anche più frainteso: nuova edizione nella Valla

Wright, Corbu, Aalto all’Italia democratica

Maurizio Giufrè

Il volume ricostruisce la vicenda delle tre esposizioni di Firenze, Palazzo Strozzi (1951, 1963, 1966) che Ragghianti dedicò a ognuno dei tre maestri modernisti, ancora in vita: in nome dello «spirito critico o storico»

Confessione inquieta sull’Italia contrapposta

Enzo Di Mauro

Torna, per Bompiani, La compromissione, il romanzo del 1965 in cui lo scrittore abruzzese affrontava la devastante crisi di coscienza di una generazione attraversata dalla dittatura e dalla guerra fredda

Razionalismi italiani, effrazioni

Cesare de Seta

Una cavalcata di oltre mille pagine, nel segno della continuità, per dire l’«eresia» degli architetti italiani 1914-1973: dal Lingotto di Mattè Trucco e dalle utopie di Sant’Elia al «congedo» di Luigi Moretti

Gaspare Celio, la fonte ritrovata nel Lancashire

Yuri Primarosa

Ha fatto sensazione il riemergere degli scritti con cui Celio, pittore tardomanierista, compendiò, polemicamente, le Vite del Vasari, con aggiunte che sono una miniera per la storia dell'arte a venire: Gandolfi, lo scopritore, ora li presenta con cura impeccabile

Waugh, nostalgie di possibili compiutezze

Giampiero Moretti

«Autobiografia di un perdigiorno», dalle suggestioni di un ethos medio-vittoriano, agli interni familiari al congedo dall’Università, nel 1924: da Bompiani

Caravaggio nero, una notizia milanese

Marco M. Mascolo

Su Merisi, Celio nutre i tipici pregiudizi manieristici. Ma ci ragguaglia su un «nuovo» fatto di sangue, in seguito al quale, in giovinezza, «se ne andò a Roma»

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.