closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 11.04.2014

«Non rinunciamo alle nostre ragioni». A Rimini Maurizio Landini apre il congresso della Fiom e lancia dure critiche al governo sulle politiche del lavoro. È scontro aperto su contratti a termine e privatizzazioni. Ma il leader delle tute blu attacca anche Susanna Camusso sulla concertazione. Affondo sui risultati congressuali: «Truffati nelle votazioni»

K.S. KAROL

Esperto e rosso

Luciana Castellina

La firma di Karol sulle nostre pagine è stato un motivo di orgoglio, quasi – direi – il segno di uno status conquistato

Nelle risaie del Kiangsi tra i contadini cinesi

K.S. Karol

A tu per tu con i contadini cinesi nella Comune della prima base rossa di Mao Tse Tung. Il reportage di K.S. Karol dalla Cina pubblicato sul primo numero de «il manifesto» il 28 Aprile 1971

Editoriale

La rivoluzione passiva

Adriano Prosperi

Il caso italiano conferma che all’introduzione o al cambiamento di Costituzione si arriva solo in momenti gravissimi, quando vi si è costretti dalla pressione di eventi straordinari

Politica

Pd, il rullo va ma perde pezzi

Daniela Preziosi

«Le capolista? Veline con il Gabibbo». Grillo attacca le cinque candidate Pd. La replica: «Misogino, ha paura». Ma il caso oscura il caos dem. Emiliano, sbollita l’ira, si ritira dalle europee e scalda i motori per le regionali. La sindaca di Lampedusa, lascia: amarezza per le logiche prevalse nel partito. Ballano i nomi al sud e in Sicilia

La minoranza? Va dove vado io

Andrea Fabozzi

Renzi richiama il partito e tutti i senatori: l'ordine del governo vale anche per la Costituzione. Guerra alla proposta Chiti, che perde qualche pezzo ma guadagna 12 senatori ex grillini

Italia

«E ora nuove linee guida»

Eleonora Martini

L’Associazione Luca Coscioni e Stefano Rodotà: «Non serve una nuova legge». Dopo la sentenza della Consulta sulla procreazione assistita si apre il dibattito sul da farsi

Europa

La sinistra che ha paura del popolo

Agnese Ambrosi

Critichiamo i tecnocrati, ma in quell’inganno ci siamo caduti anche noi. Abbiamo perso la capacità di sognare, di avere davanti agli occhi un immaginario che indichi la direzione

Il partito della crisi è di estrema destra

Guido Caldiron

I francesi del Fn e il Fpo austriaco, gli olandesi di Wilders e la britannica Ukip, la nuova alleanza fiamminga e i veri finlandesi. A tenerli insieme il no a euro e immigrati, e il patriottismo economico

Le parole d’ordine che conquistano i moderati

Carlo Donolo

Anti-istituzionalismo, rifiuto delle mediazioni, abuso di carismi, antieuropeismo e antiglobalizzazione, aggressività verbale e richiamo identitario. È questo che fa proseliti tra il ceto medio in declino e la classe operaia depotenziata

Renzi, Grillo, Berlusconi. I tre populismi italiani

Giulio Marcon

A unire i tre leader politici è l’obiettivo di parlare alla pancia dei cittadini esasperati e di intercettarne il consenso più semplice. Il più penalizzato è il capo di Forza Italia, rimasto ancorato al marketing delle televendite

L’anarcopopulismo, nuova ideologia del 99%

Paolo Gerbaudo

Il nuovo prototipo di movimento non è più lo zapatista o lo squatter ma la «persona comune» che diffida delle élite. A unire precari e classe media in decadenza è l’opposizione alle banche e alla casta

Erdogan sotto pressione dopo le rivelazioni di Seymour Hersh

Michele Giorgio

Ankara smentisce di aver organizzato l'attacco chimico a Ghouta dello scorso anno denunciato dal famoso giornalista americano. Due reporter britanniche lasciano l'agenzia di stampa Anadolu: "Sulla Siria è il megafono del governo turco"

Ogni giornalista ha bisogno di un hacker

Stefano Garavelli

La conferenza Hacks/Hackers mette in contatto giornalisti e sviluppatori di software, per creare l'alchimia perfetta che innoverà il modo di raccontare

Cultura

Oltre la gabbia del soggetto

Alessandra Pigliaru

Il femminismo ha sperimentato modelli politici da cui partire per contrastare la violenza del capitalismo. Sul piano teorico vanno assunte come irreversibili le mutazioni delle soggettività attivate dalla scienza. Un’intervista con la teorica femminista Rosi Braidotti, in Italia per presentare il suo nuovo libro «Il postumano»

Visioni

I confini della Piccola Patria

Cristina Piccino

In sala il bell’esordio di Alessandro Rossetto, racconto attuale del nordest nelle sue contraddizioni. Una geografia emozionale dei luoghi e dei corpi che li attraversano

Un malinconico Onegin

Giampiero Cane

Il capolavoro di Cajkovskij in un riuscito allestimento diretto da Aziz Shokhakimov