closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.12.2015

Con una lettera-appello, i sindaci arancioni Pisapia, Doria e Zedda chiedono di andare alle elezioni di primavera con un’alleanza di centrosinistra che il governo Renzi ha demolito. In ballo le primarie di Milano dove la candidatura di Sala spacca la sinistra. Fassina al manifesto: il destinatario è il premier

Politica

L’arancione fuori moda

Luca Fazio

La lettera dei sindaci Pisapia, Doria e Zedda, che invitano a ritrovare «l’unità larga del centrosinistra», accolta dal gelo dei renziani e della sinistra. Cofferati: «Quella stagione è finita». Civati: «Il dentrifricio non rientra nel tubetto». Sul piatto, per il primo cittadino uscente di Milano, c’è la sorte della coalizione in caso di vittoria alle primarie del «divisivo» manager Sala

Fassina: l’errore è la subalternità

Daniela Preziosi

L'ex viceministro uscito dai democratici: «Gli appelli vanno bene, ma si rivolgano al premier. È lui che ha rotto». «La destra vince nel vuoto delle alternative. Nuovo partito? Non una federazione»

Il problema di Renzi con i capi locali

Andrea Colombo

La lettera dei sindaci non è piaciuta al presidente del Consiglio. Ma sull'eventuale accordo con Sel alle amministrative c'è una diversa convenienza tra il Nazareno e i dirigenti del Pd sul territorio

Dopo Parigi, il governo torna con i petrolieri

Serena Giannico

Già finito l'ecologismo di Renzi, che sostiene il progetto Ombrina e le trivellazioni di fronte alle coste abruzzesi. I comitati ieri in trasferta a Roma, chiedono modifiche nella legge di stabilità

Italia

Napoli, crolla l’università

Adriana Pollice

Di primo mattino viene giù una palazzina di Veterinaria. Danni, nessun ferito. Polemiche: il governo sta ancora tagliando. La causa la mancata manutenzione. Il geologo: enormi rischi per le cavità nel sottosuolo

Scuola

Università, la protesta contro la valutazione «pubblica e uccidi»

Roberto Ciccarelli

129 mozioni contro il sistema della valutazione, il blocco degli scatti degli stipendi e del turn-over, i tagli ai fondi sono state sottoscritte da 21 senati accademici e 46 atenei. Il movimento più ampio dal 2010 pensa di boicottare il sistema di valutazione che ha drenato risorse dal Sud al Nord. Il governo, per ora, tace

Commenti

La disinformazione nella proposta Boeri

Laura Pennacchi

Dietro l’idea di «equità» pensionistica avanzata dal presidente dell’Inps un’operazione intenzionale di ridimensionamento del welfare a tutto svantaggio di giovani, operai e lavoratori precoci

Italia

Laghi fumanti: la bonifica è fantasma

Claudio Dionesalvi, Silvio Messinetti

Disposto un nuovo sequestro di 15 pozzi ubicati nel perimetro dell’ex fabbrica Legnochimica di Rende. Viaggio nella terra dal paesaggio dantesco, scenario post-atomico: i liquami prendono fuoco spontaneamente, ogni anno e da dieci anni a questa parte. E gli abitanti denunciano nausea, vomito e bruciore agli occhi. Inquinamento sei volte superiore al livello massimo consentito

FRANCIA

La deriva a destra tutta di Sarkozy

Anna Maria Merlo

L'ex presidente insegue il Fronte nazionale. Resa dei conti tra i Républicains dopo il secondo turno. L'imbarazzo del mondo dell'impresa nel Nord a rischio estrema destra

La testa di Rajoy nel puzzle del voto spagnolo

Luca Tancredi Barone

S’infiamma lo scontro politico e le manovre sulle possibili alleanze. I sondaggi danno il Pp primo ma il premier uscente sarebbe fuori gioco con Ciudadanos. Iglesias gradito dalla rete

INTERVISTA A MADURO

Maduro: «Il Venezuela non s’arrende»

Geraldina Colotti

Il presidente chavista dopo la dura sconfitta elettorale del governo: «Per difendere le nostre conquiste metto in gioco la mia vita. Certo abbiamo commesso degli errori, ma noi siamo da una parte sola: nella trincea comune di tutto il continente latinamericano»

Commenti

L’America latina dai golpe militari a quelli mass-mediatici

Claudio Tognonato

Oggi l'intero continente non è più sottomesso alla dittature del secolo scorso, ed è una conquista. Non a caso nell’ultimo decennio è stata questa l’unica regione al mondo dove è diminuita la disuguaglianza. Ma ora si apre una stagione di nuovi conflitti sociali

Cultura

La solitudine degli oggetti

Arianna Di Genova

La Metafisica di Giorgio de Chirico torna a Ferrara, insieme ad altri visionari suoi contemporanei, come Magritte, Ernst e Dalì

Il filtro performativo della prefazione

Sandro Chignola

«Soglie nel tempo» di Cristina Cassina per Rubbettino. Il valore filosofico di un «paratesto» che marca la soglia della comunicazione tra il testo e il lettore

The Current, l’arte nell’oceano

Redazione cultura

La TBA21 Academy lancia il suo nuovo progetto triennale per una ricerca condivisa sui cambiamenti climatici. Curatori, artisti, biologi, antropologi collaborano nell'esplorazione della natura, a partire da Papua, Nuova Guinea, Fiji

Visioni

Il sentimento della vita

Cristina Piccino

«Le ricetta della signora Toku» di Naomi Kawase. Come preparare una marmellata di fagioli rossi perfetta per i dorayaky, i dolci tradizionali giapponesi? Il segreto è nel cuore

La baleniera dei cuori ribelli

Giona A.Nazzaro

«Heart of the Sea - Le origini di Moby Dick», il naufragio dell’Essex e le origini del capitalismo americano nel nuovo film di Ron Howard

Gli adolescenti sono sempre molto «indie»

Giulia D'Agnolo Vallan

«Quel fantastico peggior anno della mia vita», esordio di Alfonso Gomez-Rejon, tratto dal romanzo omonimo di Jesse Andrew, premiato allo scorso Sundance Festival

L'Ultima

Anche il giudice è precario

Antonio Sciotto

I magistrati onorari sono pagati a cottimo: Rossella, catanese, racconta di prendere 98 euro lordi a udienza, per una media di 600 euro al mese. «Ma svolgo funzioni essenziali per la giustizia». Ora si è aperto un tavolo con il ministro Orlando, che non vuole stabilizzarli: e loro hanno proclamato agitazione e sciopero