closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.10.2017

Avvelenati e licenziati. Sono 4000 gli «esuberi» tra gli operai del gruppo Ilva. Per tutti gli altri la mannaia del jobs act con licenziamenti facili e demansionamenti. Il governo se ne accorge e ribalta il tavolo con la Arcelor-Mittal. Ieri quattro vittime sul lavoro, una a Mirafiori

Lavoro

Ilva, sciopero totale a Taranto: conflitto su esuberi e salario

Gianmario Leone

Quattro mila esuberi totali nel gruppo Ilva annunciati da Arcelor Mittal, la maggior parte saranno a Taranto dove sono coinvolti 3.331 lavoratori. Fim, Fiom, Uilm e Usb si dicono fortemente contrari ai licenziamenti. Il governo: «Nessuno spazio per mettere in discussione i livelli retributivi e di inquadramento». Oggi nuovo consiglio di fabbrica.

Il lavoro fa strage da Nord a Sud: quattro morti in un solo giorno

Mario Pierro

Le vittime lavoravano nell'indotto di Mirafiori, in provincia di Ascoli Piceno, due a Naro (Agrigento). Ci sono anche due feriti gravi nel bergamasco e in provincia di Verona. Tutto questo poche ore dopo l'invito del Presidente della Repubblica Mattarella alle imprese a non imporre ai lavoratori condizioni molto al di sotto della sicurezza

Macron, l’introvabile equilibrio destra-sinistra

Anna Maria Merlo

I sindacati preparano una giornata di lotta contro la riforma del lavoro. Oggi sciopero del settore pubblico. All'Assemblea inizia la discussione sulla finanziaria 2018, polemiche sull'alleggerimento della patrimoniale. Macron cerca di rispondere all'accusa di essere il "presidente dei ricchi"

Emissioni libere: Trump cambia il clima di Obama

Marina Catucci

Il Clean Power Plan sarà eliminato: «La guerra al carbone è finita». Gli Stati dem passati a energie alternative promettono battaglia. Presi in «ostaggio» 800mila Dreamers: diritti garantiti in cambio del muro con il Messico

Cultura

La nuova vita dell’individuo libero

Lucio Cortella

Pubblichiamo un estratto della relazione di apertura di «Socialismo: un’idea (in)finita?», un seminario di studi che si svolgerà a Cortona il 13 e 14 ottobre

La cognizione dell’orrore

Mariangela Mianiti

Rachel Moran, autrice del libro «Stupro a pagamento. La verità sulla prostituzione» è in Italia per alcuni incontri pubblici. «La povertà è responsabile della capitolazione delle donne alla prostituzione, è la forza trainante della collusione femminile con il proprio sfruttamento, ma non è la principale causa»

Re Ruggero, il «dramma siciliano»

Fabio Vittorini

Antonio Pappano inaugura la Stagione Sinfonica di Santa Cecilia con l'opera in tre atti che debuttò nel 1926, nell'ambito di Romaeuropa Festival. Il duo Masbedo assieme a Mariano Furlani, interagisce con l'esecuzione

Carpe Diem e speranze di vita

Mariangela Mianiti

Di solito, quando si hanno trent’anni non si pensa a quando si andrà in pensione perché si ha altro per la testa. Per molti trentenni italiani, poi, c’è prima da risolvere il problema di trovare lavoro, figuriamoci quello del riposo di vecchiaia