closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.02.2019

«L’Europa naufraga quando viola le leggi del mare e criminalizza chi soccorre i migranti». Con un appello rivolto ai sindaci europei, otto primi cittadini spagnoli e italiani si mobilitano contro la chiusura di porti e frontiere e contro le politiche sovraniste che minacciano di uccidere l’Unione europea

Commenti

Chiamata ai sindaci e alle sindache

Ada Colau

Naufraga il progetto europeo, quando si vendono armi e si alimenta il conflitto a Sud e a Oriente del Mediterraneo senza assumersene alcuna responsabilità, quando si sceglie di alzare muri per creare zone di buio informativo e umanitario, quando si chiudono le frontiere comprando governi terzi e pagando eserciti stranieri affinché facciano il lavoro sporco.

Lavoro

Landini: «Seminiamo unità, cambiamo in meglio il paese»

Massimo Franchi

Il neosegretario della Cgil: «Di Maio in Francia va dai gillet gialli, da noi non ha il coraggio di incontrarci». Furlan: «Come si fa a dire che il 2019 sarà bellissimo e incredibile? Lo sarà, ma perché non ci crede più nessuno». Barbagallo: una folla così immensa il governo non la può ignorare

Editoriale

Dalla piazza avviso ai governanti

Norma Rangeri

In sostanza si reclama un vero cambiamento strutturale e si mette in evidenza il limite di una politica principalmente affidata alla redistribuzione del reddito

Lavoro

Navigator e precari: «Un capolavoro di intelligenza»

Roberto Ciccarelli

Dal palco di piazza San Giovanni a Roma le critiche di Cgil, Cisl e Uil al sussidio detto impropriamente "reddito di cittadinanza" e l'interpretazione equivoca dei Cinque Stelle: non sono contro i poveri e i disoccupati, ma a un sistema del governo della povertà. Landini: "I precari che ricollocano altri precari? Non abbiamo scritto in fronte Jo Condor"

FOIBE

Foibe, la memoria corta degli italiani

Enzo Collotti

Se nello sterminio degli ebrei furono complici dei nazisti, nel caso delle foibe furono coinvolti da un insieme di circostanze più complesse, che solo la memoria corta degli italiani e l’ipocrisia di buona parte della classe dirigente hanno espulso dalla memoria collettiva

Brevi dal mondo: Turchia, Ucraina, Thailandia, Corea del Nord

Red. Esteri

Secondo un'inchiesta indipendente, l'avvocato turco Elci fu ucciso da poliziotti turchi. Poroshenko ufficializza la sua candidatura a Kiev a presidente, mentre il partito Thai Raksa Chart ritira quella della principessa sorella del re. Trump comunica il luogo del secondo incontro con Kim: Hanoi

WEB

Copyright, la liberticida direttiva Ue

Benedetto Vecchi

Due articoli impongono alle piattaforme digitali, trasformate in poliziotti, di controllare le operazioni di chi accede ai loro server e sanzionare il loro comportamento se viene scaricato materiale coperto da diritti d'autore

Cultura

Un laboratorio a tinte sessiste

Andrea Capocci

Al centro di una serie di studi, il gender gap che sfavorisce le scienziate nella ricerca sanitaria: l'ultimo numero della rivista «The Lancet»

Le donne prendono la parole e reinventano l’immagine

Cristina Piccino

«Delphine et Carole, insoumuses» di Callisto Mc Nulty - sezione Forum - la storia di un’amicizia che diventa lavoro e militanza. Nei loro video Roussopoulos e Seyrig rompono tabù e stereotipi, un film che declina la memoria al presente

Il Galles batte un’Italia vitale

Peter Freeman

I dragoni passano all'Olimpico nella seconda giornata del Sei Nazioni. Rispetto a Edimburgo gli azzurri non si perdono ma sono poco concreti. Domani tocca a Inghilterra e Francia

Massive Attack: no, non è la nostalgia

Roberto Peciola

Per ricordare i vent'anni dello storico album Mezzanine, la band porta in tour uno show che è tutto meno che celebrativo. Ospite Elizabeth Fraser, angelica dei Cocteau Twins

40 ANNI DOPO

Il fronte dell’Iran

Alberto Negri

L’11 febbraio 1979 l’Ayatollah Khomeini tornava dall’esilio in Francia: era l’inizio della rivoluzione. Quarant’anni dopo il paese che sognava giustizia sociale resta nel mirino dei nemici storici

Alias Domenica

Lowry plagiaro di se stesso

Tommaso Pincio

La prima versione del romanzo che Malcolm Lowry credeva il meglio riuscito, ora da Feltrinelli: «Verso il Mar Bianco», concepito come il paradiso (perduto) del suo disegno dantesco

Dada e Surrealismo da Rotterdam

Giacomo Dini

Due guanti di sfida fra Eros e Thanatos: da Arp, Ray e Duchamp, a Magritte e Dalì, una mostra costruita intorno al ricco fondo di Rotterdam

Horsfall, la remunerativa fatica di commentare Virgilio

Carlo Franco

Classe 1946, Nicholas Horsfall studiò a Cambridge e Oxford, soggiornò in Italia, viveva in Scozia. I suoi commenti all’Eneide sono un distillato di dottrina, erudizione, intuito e common sense. Avverso alle mode critiche, leggeva Virgilio come un lettore colto a lui contemporaneo

Al MAXXI, la strada nei suoi grovigli

Antonello Tolve

Oltre duecento opere fra designer, architetti e urbanisti (Liu Qingyuan, Jimmi Durham, Francis Alÿs, Thomas Hirschhorn...), un percorso multidirezionale e rizomatico per descrivere la strada nei suoi connotati sociali ed esistenziali

Browne, l’immagine proiettata in un emblema

Viola Papetti

I geroglifici di Sir Thomas Browne (Adelphi) di Roberto Calasso nasce come tesi di laurea discussa con Mario Praz: un’esplorazione minuziosa nell’imagery plastica del pensatore e scrittore

Il Soffitto dello Steri di Palermo, per la rinascita

Claudio Gulli

Realizzato dall’Università di Palermo, un complesso intervento sul gioiello della Sala Magna, che rappresenta il meglio della cultura feudale siciliana nell’autunno del Medioevo. Studiato da Ferdinando Bologna in un felice libro del 1975, costituisce il fuoco ideale di un assetto urbanistico «a venire» della Kalsa

Enrico Baj, i miei ricordi un guardaroba

Luca Pietro Nicoletti

Con piglio libertino, l'artista nuclearista si raccontava nel 1983: agli episodi del passato (un annuncio di Breton, la morte «mistica» di Yves Klein...) si alternano montati a collage i pensieri sul presente