closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.02.2017

Raggi commissaria Berdini e va alla ricerca di un difficile successore. Appello degli urbanisti a sostegno dell’assessore dimissionario. Ma sulla cittadella del nuovo stadio i giochi sarebbero quasi fatti. A tessere l’accordo con i cementificatori l’assessore allo sport Frongia

Legge elettorale, l’omogeneizzato della Consulta

Andrea Fabozzi

Le motivazioni della sentenza raccomandano un intervento del parlamento. Legittimi i premi di maggioranza. La Corte: i sistemi adottati, pur se differenti, non devono ostacolare, all’esito delle elezioni, la formazione di maggioranze parlamentari omogenee

Pisapia cambia passo, pronta la «rete»

Daniela Preziosi

L’11 marzo il varo, «Partitini no grazie, ci mescoliamo in un nuovo centrosinistra». Ispirazione al centrosinistra, ma senza nostalgie. Il 14 a Milano con lui anche Laura Boldrini

Sinistra

Per fare il centrosinistra bisogna riunire la sinistra

Piero Bevilacqua

Oggi fare il bilancio degli errori , teorici e politici, degli ultimi 30 anni è più facile che in passato. Perché siamo in una fase critica e di passaggio dell’economia globale. Un nuovo soggetto politico non può vincolarsi alla tattica del momento secondo il calendario delle scadenze elettorali. La posta in gioco al congresso di Rimini

Lavoro

Omicidio sul lavoro, una legge per avere giustizia

Riccardo Chiari

Presentato in Senato un disegno di legge per introdurre nel codice penale il reato specifico sugli omicidi bianchi. Firmatari Casson (Pd) e Barozzino (Si), che con il compagno di partito Airaudo denuncia: "È forse più grave uccidere violando le norme stradali piuttosto che violando quelle antinfortunistiche?”. Lo scorso anno 1.400 vittime sul lavoro.

Europa

Incalzare o sedurre: Pablo vs Íñigo

Loris Caruso

Alla base della crisi interna ci sono gli stessi cinque elementi che hanno permesso l’ascesa del partito: il nucleo fondatore era troppo ristretto per sostenere la costruzione di un partito nazionale, e ora è diviso; pratica elettorale-istituzionale e rapporto con i movimenti sono difficili da coordinare; la logica dei media può assorbire le dinamiche interne di un partito; la distanza tra il contesto latino-americano e quello spagnolo si è rivelata significativa; è difficile mantenere nel tempo un’immagine di novità ed estraneità rispetto agli attori politici tradizionali; il concetto di «populismo», e l’interpretazione che ne va data, sono diventati un terreno di disputa ideologica

Una frattura che si estende dal centro alla periferia, i viola della Catalogna

Luca Tancredi Barone

Lo stesso Pablo Iglesias a Barcellona ricordava che crede nella «plurinazionalità» e che la Catalogna possiede «una sovranità che deve poter applicare». Non era mai successo in 40 anni che un partito nazionale con un quarto dei voti difendesse apertamente un referendum di autodeterminazione in termini univoci. Addirittura Íñigo Errejón quando visita la Catalogna, nei comizi si rivolge al pubblico in catalano: evento più unico che raro per un politico nato e cresciuto a Madrid, e che indica una sensibilità del tutto nuova verso la diversità linguistica spagnola

Ultraortodossi dicono no all’esercito israeliano

Michele Giorgio

Da giorni centinaia di haredim ebrei manifestano contro l'arresto di un giovane religioso che ha rifiutato di indossare la divisa. Lieberman: pugno di ferro con i rabbini schierati contro il servizio di leva. E tra i refusnik laici sono sempre più numerose le donne.

Salam Fayyad nuovo inviato Onu in Libia

Michele Giorgio

Il segretario generale Guterres vuole usare le relazioni che l'ex premier palestinese ha con Egitto ed Emirati per tenere i contatti con l'uomo forte Khalifa Haftar

Visioni

Il privilegio dell’impiegato modello

Francesca Fornario

Sul palco di Sanremo sfila Salvatore Nicotra, che non si è assentato dal lavoro nemmeno per un giorno. Ma perché non invitare uno dei giovani che ingrossano le fila dei disoccupati al 40 per cento?

Frammenti di Django, ma la musica non c’è

Cristina Piccino

Delude il film di Etienne Comar - evento di apertura della Berlinale - sulla vita del geniale jazzista gitano. Il regista evita il biopc per bilanciare in un andamento formattato della narrazione, e in personaggi che rimangono allo stadio della figurina, la Storia

Rose bianche, boudoir e bondage

Giulia D'Agnolo Vallan

Nelle sale «50 sfumature di nero», secondo capitolo della trilogia tratta dai libri di E. L. James. Protagonisti ancora Dakota Johnson e Jamie Dornan, nel cast anche Kim Basinger

Masini: «Prima si scendeva in piazza ora si urla sui social…»

Cecilia Ermini

Tra i ritorni festivalieri anche quello del cantante toscano: «In molti si sono stupiti delle sonorità electro di questo mio brano ma io nasco musicalmente negli ’80 dove, grazie a gruppi come gli Human League, io e la mia generazione abbiamo imparato a sincronizzare basso e batteria elettronica».

La calma Zen di Gabbani

Francesca Angeleri

Una delle sorprese della sessantasettesima edizione con la divertente «Occidentali's Karma». «Il mio pezzo non è solo un divertissement - spiega il cantante - sono alla ricerca del senso della vita»

L'Ultima

WeChat porta sulla Cina

Simone Pieranni

Il «social» diventa «store». La app usata ogni giorno da 760 milioni di persone lancia la sfida a Apple e Google. Perché oggi su mobile è più importante poter acquistare che condividere