closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.01.2014

Il piano lavoro di Matteo Renzi, il cosiddetto «Jobs Act» raccoglie consensi ma anche molte perplessità. Non indica le risorse per il sussidio universale contro la disoccupazione né per i piani industriali. Airaudo: «No a contratti senza diritti». Ma l’ex ministra Fornero applaude con un rimpianto: avrei voluto farlo io

DEMOCRACK

Fassina: per il lavoro serve un piano B

Daniela Preziosi

Fassina: «Il jobs act? Per ora solo titoli, simili a quelli dei documenti Pd e del programma di Letta. Ma mancano questioni cruciali». «Vediamo i risultati della presidenza Ue. Ma prepariamoci a rivedere gli impegni sottoscritti».L’ex viceministro: «Renzi non giochi alle freccette con Palazzo Chigi. Fin qui atteggiamento ambiguo, chiarisca cosa vuole fare»

Al Lingotto torna la Fiom

Mauro Ravarino

Dopo gli anni del gelo, ieri il primo vero incontro tra i metalmeccanici di Maurizio Landini e la Fiat. Non senza scintille. La casa automobilistica di Torino dice «no» al tavolo unico sindacale invocato dalle tute blu della Cgil. Che hanno portato in dote la carta rivendicativa votata da 18 mila lavoratori

RIFIUTI

Arrestato il Re della “monnezza” romana

Andrea Palladino

Il monopolista Manlio Cerroni, proprietario della mega-discarica romana di Malagrotta e con enormi interessi in tutta Italia finisce nei guai insieme a altre 6 persone. L’accusa: associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al traffico di rifiuti

Europa

Dieudonné: spettacolo proibito a Nantes

Anna Maria Merlo

Il ministro degli interni, Manuel Valls, ottiene l'annullamento, dopo una giornata di va e vieni giudiziario. A Nantes, 5mila persone fuori dalla sala dello Zenith manifestano rabbia. Oltre alle multe e alle tasse non pagate, un'inchiesta indaga su trasferimenti illegali di fondi del comico che fa ridere con testi antisemiti

Centrafrica: il presidente Djotodia verso le dimissioni forzate

Anna Maria Merlo

Vertice in Ciad. Idriss Deby, alleato imbarazzante ma indispensabile della Francia, sta scaricando il presidente transitorio del Centrafrica, che affonda sempre più nel caos. Parigi chiede aiuto alla Ue: il 20 gennaio a Bruxelles verrà deciso l'invio di un migliaio di uomini?

Cultura

Rappresentazioni ad alta intensità emotiva

Maurice Halbwacs

Finora inedito in Italia, il testo qui presentato contesta la centralità dell’economia nella formazione delle classi, privilegiando invece le «credenze» e i «costumi». Studioso noto per le sue opere sulla memoria storica affronta un tema che continua a dividere. Nel capitalismo, la richiesta monetaria è insufficiente a spiegare il conflitto politico di classe

L’architettura è nomade

Giulia Menzietti

Al Maxxi, la rassegna «Erasmus Effect», a cura di Pippo Ciorra, sulle migrazioni dei progettisti in nuove patrie

Materiali del passato per capire il presente

Fabrizio Denunzio

L'intellettuale francese passa in rassegna i testi degli economisti per confutare la tesi della priorità dell'economico nei rapporti sociali. Una prospettiva, la sua, non marxista, ma che la critica dell'economia politica può far sua

L’indipendenza si paga cara

Arianna Di Genova

Charta, specializzata in arte contemporanea, va in liquidazione dopo 21 anni e mezzo di intensa attività. Al suo attivo, quasi mille titoli

Visioni

Gli anni spezzati, la frase che manca

Andrea Colombo

Il film-tv di Graziano Diana, dedicato al commissario Calabresi, riscrive un periodo del nostro paese senza né storia né verità. Le bugie dello Stato, le montature contro gli anarchici, il buio che ancora avvolge la morte di Pinelli, scompaiono come in una foto sbianchettata

L'Ultima

Lampedusa a Sant Pauli

Susi Meret

Dal Canale di Sicilia al Sant’Anna di Crotone, per approdare nel quartiere «rosso» di Amburgo. Dove la polizia ha appena sgomberato un centro sociale e istituito una «zona ad alto pericolo». Ecco dove sono finiti 350 rifugiati africani

Se otto metri al secondo vi sembrano pochi

Andrea Alcalini e Alberto Ziparo

Il disegno di legge che contiene il consumo di suolo è stato approvato. Ma contiene tutte le trappole tecniche per rallentarne l’efficacia mentre continua la corsa del cemento

Yves Sain Laurent, il genio mai in odore di santità

Michele Ciavarella

È nelle sale francesi Yves Saint Laurent, il film che l'attore e regista Jalil Lespert ha girato sotto lo sguardo vigile di Pierre Bergè, compagno e socio dello stilista scomparso nel 2008