closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 09.08.2019

In una convulsa giornata di incontri tra palazzo Chigi e il Quirinale, Salvini apre la crisi e si appella alle piazze. Conte non si dimette, andrà in parlamento. Il leghista vuole votare la sfiducia al più presto e correre alle urne. È una torta in faccia al premier nel giorno del suo compleanno, M5S sotto choc: «Pagherà le conseguenze»

Editoriale

Non consegnate il paese alle destre nere

Norma Rangeri

La via maestra per decantare l’anomalia gialloverde, del resto già presente nello stesso Dna del patto di potere chiamato "contratto", è l’apertura della crisi nelle aule parlamentari per certificare la fine di questa maggioranza

Le incognite sulla data delle elezioni anticipate

Andrea Fabozzi

Pressioni per rallentare i ritmi della sfiducia in parlamento. Poi le consultazioni e almeno sessanta giorni dallo scioglimento alle nuove urne. Con la preoccupazione di chi dovrà gestirle al Viminale

Commenti

Per salvare il clima, proteggere le foreste e cambiare dieta

Giuseppe Onufrio

I governi devono adottare un mix di politiche in tutti i settori per innovare in modo mirato le pratiche agricole, sia per ridurre le emissioni e aumentare gli assorbimenti di CO2 che per aumentare la capacità di reagire e adattarsi al mutare delle condizioni climatiche

Stop alle armi Rwm, ma manca l’ufficialità

Raffaele K. Salinari

La filiale italiana dell'azienda tedesca annuncia la sospensione dell'invio di bombe all'Arabia saudita e agli Emirati. Ma parlamento e governo italiani, al di là dell'annuncio della volontà politica, non hanno emessi atti ufficiali

Il segreto Nato online: le 150 bombe in Europa

Manlio Dinucci

Il "copia e incolla" di un senatore canadese svela quanto gli Alleati non hanno mai ammesso: la presenza di armi nucleari in cinque paesi europei (tra cui l'Italia) e nella base di Incirlik in Turchia

Ritorna Tutankhamon. Via al restauro di uno dei sarcofagi

Valentina Porcheddu

Il reperto è stato trasferito da Luxor al Grand Egyptian Museum di Giza, la cui apertura è prevista nel 2022. La «Tutmania» è un fenomeno moderno, che ha ampiamente superato il Novecento, come dimostra il successo dell’esposizione «Toutânkhamon. Le trésor du pharaon»

Il modello Cina, in un mondo grande e ambivalente

Simone Pieranni

Attraverso saggi, di taglio sociologico e politologico, un percorso di letture su meritocrazia e leadership. Daniel A. Bell, canadese esperto di politica e filosofia asiatica, si difende dalle accuse di «panda huggers». Yan Xuetong prosegue il ragionamento del collega partendo dall’analisi delle relazioni internazionali

Angela Davis, rivoluzione infinita

Eugenio Renzi

Dal tribunale al grande schermo: storie di donne sotto accusa. La battaglia della militante comunista e femminista afroamericana