closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 09.05.2014

L’ex ministro e coordinatore di Forza Italia, Claudio Scajola, e due tra i faccendieri più famosi di Mani Pulite arrestati a Roma e Milano. Protezione di un latitante e tangenti all’Expo le accuse dei pm. Gherardo Colombo: «Ma i processi non bastano»

Italia

I fantasmi di Tangentopoli si abbattono sull’Expo

Giorgio Salvetti

Sette arresti, tra cui Primo Greganti, il "compagno G" dei tempi di Mani Pulite, e Gianstefano Frigerio, ex Dc poi Forza Italia, già più volte condannato. Per i magistrati milanesi gestivano una "cupola" che condizionava gli appalti.In manette anche il manager Expo Angelo Paris. Nelle carte compaiono anche i nomi di Berlusconi, Previti e Gianni Letta che però non sono indagati. Il procuratore Bruti Liberati: "Abbiamo tagliato i rami malati per consentire ad Expo di ripartire". Ma la procura è divisa: il pm Robledo non firma l'inchiesta e denuncia ancora una volta irregolarità nell'assegnazione dei fascicoli

Bufera sui cantieri Expo, Bindi convoca i vertici

Giorgio Salvetti

Il ministro dell'Interno Alfano aveva appena varato un provvedimento per ridurre i controlli sugli appalti di Expo. Adesso il commissario Sala dovrà riferire alla commissione Antimafia, mentre Renzi martedì salirà di corsa a Milano per salvare il salvabile. Intanto l'inchiesta travolge anche il progetto delle "Vie d'acqua", il più contestato dai cittadini milanesi. Non sarà mai pronto in tempo ma sarà realizzato comunque

Politica

Il triste epilogo di Scajola

Silvio Messinetti

Da poco assolto per la vicenda della casa «a sua insaputa» al Colosseo, l'ex ministro e fondatore di Forza Italia arrestato dalla Dia: ha favorito la latitanza dell’armatore calabrese Amedeo Matacena condannato per mafia

L’uomo forte mollato dal capo

Andrea Colombo

Berlusconi ha sprecato pochissime parole per il suo ex braccio destro. Che aveva preso malissimo la mancata candidatura alle europee

SBILANCIAMO L'EUROPA

Oltre la magia del mercato

Giovanni Dosi

Senza innovazioni tecnologiche e una politica industriale non si esce dalle crisi. È la lezione che ci consegna la storia dei paesi occidentali dalla fine della seconda guerra mondiale a oggi. L’Italia non ha avuto né le une né l’altra

Capitali privati, controllo pubblico

Vincenzo Comito

Dall’Ilva all’Alitalia, le nostre imprese hanno un ritardo che non le rende competitive sul mercato globale. Una soluzione potrebbe essere quella di applicare il modello francese

Carlyle, Blackrock e altre meteore

Guglielmo Ragozzino

Dieci anni fa dominava il «Triangolo di ferro» tra Bush militari e finanza. Poi è arrivata l’era Lehmann. Oggi il nuovo che avanza sono i mega Fondi d’investimento.

La strage di Odessa, le bugie di Majdan

Simone Pieranni

Tutto nasce dall’assalto dei gruppi ultras e di estrema destra al presidio di tende dei filorussi qui pacifici. Poi molotov contro l’edificio e spari a chi tenta la fuga

Reportage

Sud Sudan, il petrolio e i fantasmi

Pablo Castellani

Nel nuovo stato del Sud Sudan, chi controlla le zone dei pozzi petroliferi, unica risorsa del paese e luoghi ormai sinonimo di desolazione e morte, decide le sorti del conflitto. I militari sono ovunque, in moto, ai check point. Scrutano chiunque, armati di Ak47

Cultura

Vite intrappolate nell’Unione

Marco Bascetta

«Cittadinanza europea. Istruzioni per l’uso», il libro edito da Laterza di Costanza Margiotta che smonta tutti gli stereotipi e affronta le reticenze del diritto comunitario

La morte del samurai

Roberto Ciccarelli

«Suicidi. Studio sulla condizione umana nella crisi», in quaranta storie l'identikit di chi si toglie la vita per senso di colpa e mancanza di lavoro. Il libro di Anna Simone pubblicato da Mimesis

Fughe digitali dal controllo

Daniele Pizio

I casi di oscuramento dei social network in Turchia mettono in evidenza il fatto che le strategie statali di sorveglianza della Rete sono funzionali alla formazione di oligopoli nazionali . Allo stesso tempo fanno emergere la diffusione virale della capacità degli internauti di aggirare la censura. Parlano un mediattivista turco, alcuni hacker italiani e ricercatori sociali

Federico II va in metropolitana

Marina Montesano

Astrolabio, una collana leggera (non negli argomenti) e portatile della casa editrice Salerno. Fra le ultime uscite, l'imperatore svevo e il tradimento del figlio Enrico, Franco Cardini sugli scontri/incontri delle civiltà mediterranee

Visioni

Barbara Casini canta Edu Lobo

Guido Festinese

L'incontro tra la cantante e Enrico Rava per dare vita a un lavoro sull'opera del musicista brasiliano che si ispira alla scuola di Jobim e Vinicius De Moraes