closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 09.03.2017

Dalla Polonia all’Argentina, dalla Corea agli Usa, l’8 marzo fa il giro del mondo e porta nelle piazze lo sciopero delle donne, la protesta internazionale contro violenza e precarità, femminicidio e doppio lavoro, reddito e welfare. E le città italiane diventano teatro di feste e cortei

Commenti

#feminiStrike, una marea si aggira per l’Europa

Eleonora Forenza

Una giornata di lotta senza precedenti, di ridefinizione stessa della forma-sciopero. Chissà se al New York Times hanno già annoverato questo movimento femminista globale tra le potenze mondiali, come fecero per il movimento dei movimenti

Italia

8 marzo in Italia: libere strade per libere donne (e uomini)

Luca Fazio

Straordinaria adesione in decine di città italiane al primo sciopero femminista indetto a livello globale. A Milano un'intera giornata di mobilitazioni con un doppio corteo e la partecipazione non scontata di migliaia di ragazzi e ragazze. Cortei anche a Torino, Bologna, Firenze e Palermo

Commenti

Un sapere profondo sempre all’opera

Piero Bevilacqua

«La trappola dei due redditi», un testo americano pre-crisi, mostra come il lavoro della moglie, in aggiunta a quello del marito stava trascinando la middle class alla bancarotta

Commenti

Jobs Act, stella polare anche per Gentiloni

Felice Roberto Pizzuti

Il dibattito sulla «stagnazione secolare» mette in evidenza la necessità di ridefinire il ruolo pubblico, ma sopperendo e non assecondando i tentativi degli operatori di mercato di conservare illusorie rendite di posizione. La politica italiana mostra di essere particolarmente indifferente a questo dibattito

Dopo la legge anti-Bds arriva l’anti-Muezzin Bill

Michele Giorgio

La Knesset ha approvato ieri in prima lettura, tra le proteste accese dei deputati arabi, una bozza di legge che nel suo testo definitivo dovrebbe portare allo spegnimento degli altoparlanti delle moschee

Cultura

L’innocenza? L’ho perduta tempo fa

Arianna Di Genova

Lo scrittore svedese Björn Larsson sarà il protagonista del festival Dedica di Pordenone, dall'11 al 18 marzo. «Non ho veramente lasciato la terra per andare in mare. Quello che è successo, intorno ai 16/17 anni, al mio ritorno dopo un anno negli Stati Uniti, è che ho scoperto di non avere la necessaria mente matematica per diventare geologo o speleologo»

I racconti che hanno fatto la Storia

Cesare Bermani

La storia orale e le sue fonti. Una raccolta di scritti di Bruno Cartosio. Il rapporto paritario tra intervistatore e intervistato come metodo innovativo della ricerca storica. Il lavoro minuzioso della comparazione tra i testi ufficiali e le vicende raccontate dai suoi testimoni

Visioni

Le scoperte delle immagini tra sogni e corpi dormienti

Cristina Piccino

Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor parlano di «somniloquies», l’invenzione della realtà nel sonno. L’ispirazione sono le registrazioni dei somniloqui di Dion McGregor, Un universo di humor, insolenza e politica su occhi, bocche, orifizi dai contorni sfumati

Destini in gioco nella casa in cima al mondo

Mazzino Montinari

«La luce sugli oceani» di Derek Cianfrance ambientato nel 1918 in un'isola australiana dove si trasferisce il protagonista interpretato da Michael Fassbender

Entra in pista Mister Universo

Silvana Silvestri

Opera seconda per Tizza Covi e Rainer Frimmel, dopo «La Pivellina» anche «Mister Universo» è ambientato nel mondo del circo, seguendo la vita di un giovane domatore

L'Ultima

All’inferno l’ultima fornace

Marco Marchese

Roma saluta quella che per Lenin era una «Piccola Russia». Al posto di Valle Aurelia, con le sue storie «rosse» di fornaciari e resistenza, arriva un nuovo centro commerciale. Che divide gli abitanti