closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 08.10.2016

L’invito al politologo Pasquino, poi ritirato dalla Rai, per dare campo libero al premier. La ministra Boschi che prima rifiuta il confronto con Salvini e poi va al duello su La7. E’ la grande platea radiotelevisiva, pubblica e privata, il vero campo di battaglia della sfida referendaria. E Renzi tiene il telecomando

Politica

Boschi, rissa con Salvini. D’Alema: no in tv con Renzi

Domenico Cirillo

La ministra prima rifiuta, poi deve accettare il confronto su La 7. L'ex presidente del Consiglio presenterà mercoledì la sua proposta di riforma costituzionale "minima", se vince il No. Intanto il presidente del Consiglio, da solo in radio, insiste con gli slogan: "Il referendum è un derby tra l'Italia e la vecchia guardia"

Caso Mastrogiovanni, ancora un rinvio

Giuseppe Galzerano

Per l'essenza del giudice l'udienza a carico dei medici e infermieri ritenuti responsabili della morte del maestro, slitta al 15 novembre

De Masi: «Bravissimi a protestare, io toglierei il numero chiuso»

Antonio Sciotto

L'Italia deve tornare a investire sull'istruzione, costruiamo tante aule. Bastano i prefabbricati, con un computer e un proiettore. Le società più avanzate sono quelle che hanno finanziato la formazione. Il nostro Paese invece è fermo al 13% di laureati. Gli 80 euro? Bisognava spenderli tutti sulle università

Quando chi fugge è donna

Marina Catucci

Andrea Milan, di UN Woman: «All’assemblea Onu sui migranti si è avuto per la prima volta un approccio di genere al problema di quante sono costrette a lasciare il proprio paese»

Il diritto di dominare

Michele Giorgio

Il ministro israeliano Bennett invoca l'annessione della Cisgiordania e il riconoscimento della "legalità" dei coloni. Il docente universitario Nicola Perugini: «siamo di fronte a una inversione del rapporto tra colonizzatori e colonizzati, si cerca di piegare il concetto di diritti umani alle esigenze della dominazione».

Santos subito. Un «singolare» Nobel della pace

Geraldina Colotti

Il premio va solo al presidente colombiano, nonostante il No referendario agli accordi. Ingrid Betancourt: «Anche le Farc lo meritavano». Per Vietnam, Sudafrica e Medio Oriente non furono escluse le parti. Guerriglia e Cuba?

Cultura

La memoria non è un simulacro

Valentina Porcheddu

Un'intervista con Maria Andaloro, docente di Storia dell’arte medievale presso l’università della Tuscia e specialista di iconografie e restauro. «All’indomani del terremoto che ha ridotto in macerie Amatrice, mi è venuto spontaneo dichiarare che sono contro la sostituzione.Coltivo piuttosto un atteggiamento di rammendo»

Il toro straniato di Nimrud al Colosseo

Arianna Di Genova

La discutibile rassegna «Rinascere dalle distruzioni. Ebla, Nimrud. Palmira», inauguratasi all'Anfiteatro Flavio, a cura di Francesco Rutelli e Paolo Matthiae

Bolaño, nel nome di Philip Dick

Francesca Lazzarato

Esce in America Latina «El espíritu de la ciencia ficción», un romanzo dello scrittore cileno dei primi anni 80, rimasto forse incompiuto

Il mondo di oggi in un’aula di scuola

Gianfranco Capitta

L'ora di ricevimento, con la regia di Michele Placido, da un testo di Stefano Massini, intreccia storie di studenti che esprimono i conflitti del nostro tempo. In scena, Fabrizio Bentivoglio

L’arte dell’attore è una ballata di invenzioni

Gianni Manzella

La rassegna Le Vie dei Festival continua a esplorare i diversi linguaggi scenici. Nell'edizione che si è appena chiusa «Terra matta», il reading di Rosario Lisma e «Ritornanti» di Enzo Moscato

Gloriosa Pro Vercelli

Stefano Fonsato

Il 12 ottobre si festeggiano le bianche casacche con uno spettacolo per Alberto Dalmasso

Versi improvvisati in salsa jazz

Francesca Giommi

Il poeta, critico e saggista Nathaniel Mackey è ospite in residenza presso l’American Academy di Roma. «La musica ha rappresentato una parte importante della mia esistenza. Penetra nel corpo e nella sensibilità: poi attraverso un processo inconscio, una sorta di osmosi, entra anche nel tuo lavoro»

C’è vita oltre la techno

Maurizio Inchingoli

Viaggio nella scena elettronica italiana. Da Polysick ai Retina.it, da Donato Dozzy a Heith, ecco i nomi da tenere d’occhio