closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 08.07.2016

Negli Usa in due giorni, in Lousiana e in Minnesota, due afroamericani sono stati uccisi a bruciapelo dalle armi di ordinanza di agenti di polizia. Il governatore del Minnesota scappa, gli afroamericani scendono in strada per ricordarci che «Black lives matter» (la vita dei neri conta) , negli Stati uniti come nelle Marche

Editoriale

Il senso dell’onnipotenza

Alessandro Portelli

Il governatore del Minnesota scappa, i governanti dell’Italia accorrono a Fermo a far vedere quanto sono solidali. Chissà dov’erano quando quattro bombe sono scoppiate, nella stessa città di Fermo, davanti a chiese colpevoli di ospitare migranti e rifugiati. Da noi è meno marcato il senso dell’onnipotenza, ma coltiviamo accuratamente la pianta della paura e siamo maestri nella pietà parolaia intrisa di indifferenza

BANCHE

Il caso Mps mette Renzi in croce

Riccardo Chiari

Titolo ancora in caduta, il falco olandese Dijsselbloem chiede il rispetto delle regole sui possibili aiuti di Stato. Che Renzi comunque rinvia. Anche il cda di Rocca Salimbeni prende tempo, assicurando comunque che rispetterà le richieste della Bce sui crediti deteriorati

L’ultimo azzardo di Renzi

Micaela Bongi

IIl premier lascia intendere che in caso di crisi avrà il boccino in mano. Ma dovrà fare i conti con i gruppi Pd. I ribelli di Ncd non romperanno in estate. Ma probabilmente la settimana prossima lanceranno un segnale nel voto sul bilancio degli enti locali

CAMPIDOGLIO

Bambini e fans, il debutto di Virginia

Giuliano Santoro

Il primo giorno della sindaca Raggi, nel discorso di debutto cita Petroselli e Argan. E fa salire il figlio sul suo scranno. Un minuto di silenzio in memoria dello studente americano ucciso. Il rivale De Vito presidente d’aula

Lavoro

Nel paese del Jobs Act il 57% dei giovani è precario

Roberto Ciccarelli

I salari calano, l’occupazione non cresce, aumenta la disoccupazione di lunga durata. Il consiglio a Renzi: "Continuate le riforme del mercato del lavoro: bisogna consentire di «derogare dal contratto nazionale in caso di difficoltà economica dell'impresa». Per la cronaca è l'articolo 2 della Loi Travail francese: quello che ha fatto esplodere la rivolta di un paese

Politica

Fiamme nelle terre di don Diana

Angelo Mastrandrea

La camorra brucia quattro ettari di noci e il «Giardino della memoria». Il bene confiscato al clan Moccia e assegnato a una coop del consorzio Nco: «Rogo doloso, non arretreremo di un passo»

Politica

Luca Casarini, revocati i domiciliari, ora è libero

redazione

Dopo un mese agli arresti domiciliari a Palermo Luca Casarini ha ritrovato la sua libertà. Il Tribunale di sorveglianza di Venezia ha riconosciuto la fondatezza del suo ricorso in Cassazione e ha disposto la sospensione immediata della sua detenzione

Tortura, «ogni atto è da punire»

Eleonora Martini

Parla Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti dei detenuti ed ex presidente del Comitato europeo per la prevenzione della tortura. «Si torni al testo della Camera. Chi vuole attutire il ddl interpreta male la difesa della polizia»

Internazionale

Stop agli F16: Il Cairo minaccia «contromisure»

Chiara Cruciati

Dopo il voto della Camera che conferma la sospensione delle forniture dei pezzi di ricambio per gli aerei militari, l'Egitto interviene a gamba tesa su migranti, Libia e lotta al terrorismo. Ma il business delle armi resta intatto, come quello energetico

Saif Gheddafi sotto l’ala di Haftar

Chiara Cruciati

Il figlio dell’ex leader, condannato a morte da Tripoli ma detenuto da Tobruk, è libero a Zintan protetto dalle milizie legate al generale. Negoziati in corso per un fronte anti-islamista che metta insieme l’Esercito Nazionale e clan fedeli al colonnello

La Ue non c’è? Tranquilli, c’è la Nato

Manlio Dinucci

Nel momento in cui la Ue si incrina e perde pezzi, per la ribellione di vasti settori popolari danneggiati dalle politiche «comunitarie» e per effetto delle sue stesse rivalità interne, la Nato si pone quale unica base di unione tra gli stati europei. Quasi in alternativa, o meglio come sostituto e di provata stabilità.

Cultura

Deleuze, il movimento reale del molteplice

Giso Amendola

Il saggio «Gilles Deleuze» (DeriveApprodi) di Michael Hardt libera il campo dalla lettura neoliberista del filosofo francese. E svela la politicità dell’opera, considerandola come un nodo nella trama critica dello status quo

Michael Hardt: «Gilles Deleuze politico, filosofo della creazione»

Roberto Ciccarelli

Intervista a Michael Hardt, autore del saggio «Gilles Deleuze. Un apprendistato in filosofia» (Derive Approdi) e, con Toni Negri, di «Impero», «Moltitudine» e «Comune»: «Non esiste un governo di sinistra, piuttosto possono esistere governi che aprono, più o meno, spazi per la sinistra. Il luogo reale della creatività politica non è lo Stato ma i movimenti sociali»

Il Colosseo ben apparecchiato

Valentina Porcheddu

Prima l'annuncio in pompa magna e in forma retorica dei restauri avvenuti, poi la cena di gala e la chiusura del monumento per allestire il banchetto. Ma l'anno scorso, Renzi e Franceschini non andarono su tutte le furie per un’assemblea sindacale che chiuse i cancelli dell’anfiteatro?

Lo sdoppiamento di Greta

Alessandra Pigliaru

«Fuori non c’è nessuno» di Claudia Bruno, per Effequ. La vita in bilico tra caseggiati di periferia

Visioni

Senza peccato, Betony Vernon

Fabiana Sargentini

La lussuria o del godimento collocato al primo posto, indipendentemente dall’amore per il prossimo. A tavola con la celebre designer di gioielli erotici

Cyndi Lauper, la ragazza canta il country

Stefano Crippa

L'icona broccolina dal vivo all'Auditorium romano con i brani del nuovo album «Detour», passando in rassegna i successi anni '8o da «She Bop» a «Girls just want have fun»

Il franchise delle icone horror

Matteo Boscarol

Nelle sale giapponese un lungometraggio che mette insieme due celebri saghe del genere: «Ring» e «The Grudge»

Commenti

E ora non dilapidiamo la lezione di Chilcot

Matteo Angioli*

«Pannella, la proposta di esilio di Saddam e la battaglia radicale per lo stato di diritto e il diritto alla conoscenza all’Onu. Anche così continueremo l’opera che ha iniziato Marco»

L'Ultima

Ritorno in nero

Saverio Ferrari

Sciolta nel giugno del 1976 sulla base della legge Scelba, Avanguardia nazionale rispunta oggi proponendosi di aprire sedi a cercare militanti. Stesso simbolo e stessi dirigenti guidati, oggi come allora, da Mario Merlino, l’agente provocatore infiltrato tra gli anarchici. E’ la terza volta che l’organizzazione fascista si rifonda e prova a ritagliarsi un ruolo nella politica italiana. In attesa che il Viminale decida di andare a vedere chi sono e cosa fa il nuovo estremismo nero