closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 08.01.2014

Editoriale

Il parlamento del capo

Massimo Villone

A prima lettura, le tre proposte di legge elettorale avanzate da Renzi sono volte a un bipolarismo blindato e al controllo delle camere da parte dell’uomo solo al comando

Politica

Quel buon vecchio Mattarellum

Andrea Fabozzi

La legge elettorale con la quale sono stati eletti tre parlamenti fu progettata con il 30% di proporzionale. E con il meccanismo dello scorporo per frenare la distorsione maggioritaria, che fu messo in crisi dalle truffe dei partiti

GOVERNO

Renzi-Letta, le divergenze parallele

Daniela Preziosi

Il presidente del Consiglio mette a punto con il Quirinale la road-map per provare a tenere in piedi la maggioranza, e comincia dal fianco sensibile dei montiani. Nel frattempo Monti pranza con Renzi. Che si prepara a incontrare Berlusconi. Si aspetta il faccia a faccia decisivo tra il premier e il sindaco. Intanto lui assicura: elezioni politiche nel 2015, mi ricandido a palazzo Vecchio. Palazzo Chigi non esclude un passaggio in aula sul «contratto 2014». Ma il nodo resta la legge elettorale

Politica

Nel nome della madre

Luca Fazio

La Corte europea dei diritti dell'Uomo condanna l'Italia: "I genitori possono decidere di dare ai propri figli il cognome della madre". Il parlamento avrà tre mesi di tempo per legiferare in questa direzione, quasi unanime il coro di soddisfazione del mondo politico

Lavoro

Il Job act corre su un binario stretto

Roberto Ciccarelli

Entro una settimana il segretario del Pd Matteo Renzi presenterà la sua riforma. I settori dove creare occupazione: made in Italy, manifattura, cultura, turismo e innovazione. Ma il partner di governo Ncd avverte: "Troppo di sinistra". La Cgil di Susanna Camusso invece lo sostiene: "L'approccio è giusto"

Giornalisti montenegrini sotto tiro

Matteo Tacconi

Nel piccolo paese adriatico fare inchieste e raccontare verità scomode su corruzione, narcotraffico, riciclaggio può essere molto pericoloso. Per i i media vicini all’opposizione tira una brutta aria

Goodyear di Amiens: la fabbrica è occupata

Anna Maria Merlo

Liberati i due dirigenti "sequestrati" da lunedi'. La Cgt ha ormai una presa di guerra - 240mila pneumatici - che spera di usare come moneta di scambio per ottenere una migliore buonuscita per i 1173 operai che hanno perso il lavoro

Il martirio della monarchia spagnola

Giuseppe Grosso

Giro di tangenti e condotta non proprio esemplare, la credibilità della casa reale mai così in basso. L'infanta Cristina sul banco degli imputati, sarebbe la prima volta per lo scudo borbonico. E il re Juan Carlos I traballa

Si aggrava lo scontro tra Hamas ed Egitto

Michele Giorgio

Il Cairo, per allentare la morsa, vuole che il movimento islamico palestinese prenda le distanze dai Fratelli Musulmani. Intanto il progetto "Sunshine4Palestine" porta energia pulita alla Striscia senza elettricità. Resta bloccata a Gaza la delegazione "Per non dimenticare il diritto al ritorno"

AVE MARIA

L’America schiera i cannoni

Giulia D'Agnolo Vallan

La marijuana per uso ricreativo in Colorado e nel Washington State, l’uso a scopo medico già in venti stati e ora una timida apertura dal governatore di New York. Negli Usa è crollato un tabù. Anche la «National Review» dice sì

Cultura

Il corpo vivo del perdono

Marco Pacioni

La sepoltura di Priebke, la buona morte per i malati terminali, il rifiuto della pena di morte. Temi che hanno visto una vivace discussione in un un paese ormai secolarizzato. Parla lo studioso italiano Adriano Prosperi

La libertà di negare le regole del dominio

Alessandra Pigliaru

«Cenere calda a mezzanotte» di Savina Dolores Massa. Una storia secolare di donne in una piccola comunità rurale della Sardegna. Scritta con maestria da una scrittrice che rivela la capacità di padroneggiare un affollato universo di sentimenti e di relazioni che assumono una immediata rilevanza politica