closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 07.06.2015

Il battesimo della Coalizione sociale richiama mille persone a Roma. La voglia di buona politica e di partecipazione per cambiare davvero il paese. Dai quattro gruppi tematici arrivano proposte concrete. Si parte da una campagna sul territorio per il reddito di dignità, dall’allargamento della mobilitazione contro la Buona scuola a università, formazione continua e cultura. Oggi la chiusura con Rodotà e Landini

Politica

Landini è gia coalizzato

Massimo Franchi

In un migliaio raccolgono la sfida del segretario della Fiom. Per riconquistare i diritti cancellati si parte dal basso. Lanciando campagne su reddito di dignità, beni, saperi e spazi comuni. Nel giorno del battesimo della Coalizione sociale il suo ideatore decide di ascoltare e prendere appunti. Parlerà oggi tirando le fila del lungo dibattito

Commenti

Così la «buona scuola» cancella il Pd nelle urne

Eugenio Ghignoni*

"Ho visto e sentito, nelle piazze e sul web, centinaia e migliaia di donne e di uomini che da sempre votavano Pd, dichiarare l’intenzione di non votare più il partito democratico, criticare la sinistra dem per incoerenza e scarsa efficacia e, una parte, applaudire ripetutamente e convintamente i parlamentari del M5S"

La beffa Myrmex: da licenziare, ma al lavoro per un mese

Antonio Sciotto

I dipendenti del laboratorio farmaceutico hanno abbandonato il tetto, ma continuano a presidiare lo stabilimento. L'azienda non ha ancora soluzioni per il loro futuro, ma intende utilizzarli per un'ultima commessa milionaria. Rsu e sindacati dicono no: "E' un'operazione cinica"

SPORT

Calcio femminile, “kick-off” Mondiale

Samir Hassan

60mila persone ieri per il match inaugurale del Campionato del mondo tra Canada e Cina. L'Italia è lontana. E l'ascesa internazionale inizia a solleticare i grandi sponsor

L'Ultima

Più pop e meno Pol Pot

Marco Boccitto

Con i "californiani" Dengue Fever e il revival di The Space Cambodian Project tornano i suoni glamour e psichedelici della "Swingin’ Phnom Penh". Insieme al ricordo delle sue star, eliminate dal terrore dei khmer rossi

Serena Vitale, una morte di Majakovskij

Cecilia Bello Minciacchi

«IL DEFUNTO ODIAVA I PETTEGOLEZZI», DA ADELPHI: UN’INCHIESTA FILOLOGICA E LETTERARIA DI SERENA VITALE SUL SUICIDIO TEATRALE DEL POETA RUSSO

Romanzieri di oggi, dov’è il conflitto?

Massimo Raffaeli

Riproposto da Einaudi, l’esordio dell’allievo di Sapegno denuncia tutta l’opacità sociale e l’individualismo delle «belle storie». Agli autori dice: «Senza il conflitto non c’è rappresentazione...»