closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 06.09.2017

Un altro sogno americano spezzato dall’amministrazione Trump, che annuncia la fine del programma voluto da Obama a tutela dei migranti arrivati negli Stati uniti da bambini. Incubo espulsione per 800 mila «Dreamers». L’ex presidente: «Mossa sbagliata e crudele»

Torino, il laboratorio Manituana a rischio sgombero

Maurizio Pagliassotti

Gli attivisti del laboratorio autogestito hanno presidiato la sede vicina all'Università e hanno protestato contro il termine imposto dall'ateneo per la restituzione dello spazio occupato

Piombino scettica su Jindal

Riccardo Chiari

Dopo giorni di indiscrezioni il sindaco Giuliani conferma: "Presi contatti con Jindal". Ma fa capire che la città vuole lo spostamento degli impianti inquinanti e le bonifiche. Gli operai: "Ma lo sanno gli indiani che per riaccendere l'altoforno ci vuole un anno, e prima di riaccenderlo va rifatta l'acciaieria e qui di anni ce ne vogliono due?”.

Commenti

Gentiloni è sincero ma continua a sbagliare

Laura Pennacchi

Gli sgravi sono pochi rispetto ai regali a Confindustria e non servono: meglio una terapia d'urto fatta di investimenti e intervento pubblico (anche assunzioni). La stessa occupazione totale, misurata in termini di unità di lavoro, conta ancora 1 milione e 200mila occupati in meno rispetto al secondo trimestre 2008

Incubo “Dreamers”, con Trump 800 mila americani a rischio

Marina Catucci

Il "falco" dell'amministrazione Jeff Sessions annuncia la fine del «Daca», il programma di Obama per i migranti arrivati da bambini e cresciuti negli Stati uniti. Nei giorni scorsi gran via vai di consiglieri alla Casa bianca. Alla fine ha prevalso l’ala più estremista. La reazione dell'ex presidente: «Colpire questi giovani è sbagliato e crudele, non hanno fatto niente di male»

Reportage

Viaggio a Yongbyon, il cuore del programma nucleare

Piergiorgio Pescali

Reportage dal centro di ricerca di Pyongyang. Il complesso si staglia oltre il fiume, una lunga cinta muraria lo circonda. Tutto intorno campi e villaggi. Nel 2016 il regime ha accumulato materiale per produrre tra le 13 e le 30 bombe

Un milione in piazza per i rohingya

Yurii Colombo

Da Mosca alla Cecenia la rabbia dei musulmani per le persecuzioni buddiste ai danni della minoranza islamica in fuga dal Myanmar

«Via gli africani da Israele»

Michele Giorgio

Alimentata dai proclami anti-migranti del premier Netanyahu e dalle politiche della destra cresce la rabbia degli abitanti dei quartieri poveri di Tel Aviv contro eritrei e sudanesi

Cultura

Quando la filosofia incontra l’audacia del gesto danzante

Francesca Romana Recchia Luciani

«Sulla danza», un volume a più voci edito da Cronopio. Dalla questione vita-morte di Artaud alle ellissi del corpo in movimento. Tra i saggi, quelli di Jean-Luc Nancy e Nuria Sala Grau, i temi affrontano musica, arte, teatro e rito

Gerda Taro, una vita ritrovata

Arianna Di Genova

Un'intervista con la scrittrice Helena Janeczek, che presenterà a Mantova il suo romanzo «La ragazza con la Leica», pubblicato da Guanda. «Una delle cose che più mi ha affascinato è stata proprio la sua personalità inqualificabile. Le stava stretta qualsiasi griglia mentale»

Visioni

Aronofsky tra peccato e sacrificio

Cristina Piccino

Tra thriller e horror kitsch presentato in concorso «mother!», uno dei titoli più attesi della mostra. Un delirio gotico dove vengono mescolati vari elementi e che il regista americano costruisce intorno al corpo di Jennifer Lawrence

Deborah Haywood: «una fiaba sui disagi dell’adolescenza»

Giovanna Branca

Parla la regista inglese che presenta la sua opera prima «Pin Cushion alla Settimana della Critica». «Ho aggiunto anche dei riferimenti all’attualità perché i social media hanno cambiato la prospettiva quando si parla di bullismo e di sopraffazione»

Baratta, «Un anno molto positivo»

Cristina Piccino

Nel consueto incontro di metà festival, il presidente della Biennale comunica i numeri positivi della settantaquattresima edizione. «Noi siamo l’anticamera degli Oscar? Mi fa piacere che i nostri film abbiano successo, ma dietro a questo ci sono sei anni di lavoro»

Storie di corpi senza identità

Silvana Silvestri

«Los versos del olvido» di Alireza Khatami presentato nella sezione Orizzonti. Un lavoro sulla memoria e la politica nello scenario di una camera mortuaria

L'Ultima

La Colombia della pace

Claudia Fanti

Bergoglio arriva oggi a Bogotà per sostenere gli sforzi che mirano ad archiviare l’«amara realtà» della guerra. Ma la destra rema contro

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.