closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 06.06.2015

La sinistra greca sfida la trojka e difende salari e pensioni: «Non accettiamo le assurde proposte delle istituzioni, l’unica proposta sul tavolo è la nostra. L’austerità deve finire». Nel pomeriggio lunga telefonata con Putin. E il 45% dei cittadini è con Syriza

Juncker irritato: «Brutta sorpresa lo slittamento dei pagamenti al Fmi»

Anna Maria Merlo

La decisione di non pagare la scadenza all'FMI il 5 giugno e di raggruppare tutti i pagamenti del mese al 30 giugno, benché legale, irrita il Brussels Group. Ma i ponti non sono rotti: martedi' Varoufakis sarà ricevuto a Berlino da Schäuble. Nella notte colloquio telefonico di Tsipras con Merkel e Hollande. Il G7 di Elmau (Baviera) invaso dal problema greco

Politica

Marino confida su Sel. E fa gli scongiuri

Eleonora Martini

Anche i vendoliani blindano il sindaco ma vogliono «politiche sociali». Sempre che la bufera sia finita. Ma il prefetto Gabrielli non dissolve ancora lo spettro dello scioglimento per mafia del Comune di Roma

Botte stellari Pd-M5S

Maria Teresa Accardo

Grillo attacca il presidente Orfini, Di Maio lo querela. Il clima all’improvviso si surriscalda. Dopo il voto e l’inchiesta, il movimento ora vuole passare all’incasso

Commenti

Il bivio del rottamatore

Alberto Burgio

Se compiamo lo sforzo di guardare con distacco i risultati delle regionali, emerge uno dei problemi più seri di questa fase storica. La parte migliore del paese si rivela perlopiù priva di rappresentanza e di direzione politica. Delusa, arrabbiata, schizoide, costretta a un’insostenibile condizione di clandestinità

Lavoro

Coalizione sociale, si parte dal basso

Massimo Franchi

Dalle 10 al centro Frentani di Roma via alla due giorni lanciata da Maurizio Landini. Quattro gruppi tematici e poi la plenaria per fissare le proposte a cui dare gambe sul territorio. Domani ci sarà anche Stefano Rodotà. Un centinaio di associazioni, tanti militanti Pd e nessun politico. Con un obiettivo: rilanciare la partecipazione per cambiare il paese.

Acciaierie di Piombino si risollevano. Sulle spalle di tremila operai

Riccardo Chiari

"O bere o affogare", si commenta dopo l'ok finale all'accordo con Cevital. Nasce Aferpi, con solo la metà degli addetti ex Lucchini, con contratto di base e senza integrativo. Gli altri restano in cig a zero ore, l'indotto non ha nemmeno quello. Si spera nei lavori delle bonifiche, e per il futuro nei due progettati forni elettrici e nel nuovo polo agroalimentare.

Scuola

Scuola, è l’ora dello sciopero degli scrutini

Roberto Ciccarelli

Ieri fiaccolate in cento città contro la riforma del preside manager. Corteo e notte bianca a Roma, in piazza Farnese. Un paese contro il partito democratico. E lunedì, il giorno della direzione Pd al Nazareno, comincia l'agitazione più grande nella scuola dal 1988-89

Internazionale

Tel Aviv e Riyadh si incontrano, è la fine del conflitto arabo-israeliano

Michele Giorgio

Mentre infuriano le polemiche sulla scelta della Orange di lasciare Israele, passa in secondo piano il meeting a Washington tra i rappresentanti di Arabia saudita e Stato ebraico. Le due parti rivelano di aver avuto cinque incontri segreti per studiare una strategia comune contro l'Iran. E' finito il conflitto arabo-israeliano per come l'abbiamo conosciuto dal 1948. Ai margini la questione palestinese.

Con Tariq Aziz scompare un altro pezzo del regime di Saddam

Chiara Cruciati

L'ex vice premier è morto ieri nel carcere in cui si trovava da 12 anni. Nell'ultima intervista del 2010 ha previsto la frammentazione del paese: «Per 30 anni Saddam ha costruito l’Iraq, ora vittima di America e Gran Bretagna».

Expo 2015, assaggi, ebbrezza e decadenza tra i padiglioni

Luca Fazio

La grande celebrazione del cibo, in tutte le lingue e in tutte le salse, snobba l’antica contraddizione tra abbondanza e spreco, con occidentali sovrappeso e africani affamati. questo fantastico delirio gastronomico non si interroga sulle risorse sprecate e sullo sviluppo equo e sostenibile

Nutrire i popoli, non i profitti

Eleonora Martini

«Non abbiamo tutti le stesse responsabilità per la fame e la malnutrizione nel mondo». Il conflitto non violento che genera cambiamento all’Expo dei movimenti contadini

Land grabbing, il furto che affligge il mondo

Marta Gatti

I mille modi per accaparrare terre, sottraendole ai contadini, consumando suolo e speculando sui beni alimentari. un fenomeno garantito dalle leggi fondiarie e agevolato perfino dalla Banca mondiale

Un mappamondo equo e solidale

Diana Santini

A Milano ma fuori dall’Expo, il World Fair Trade Week appena concluso è stato «il più grande evento mai organizzato sul tema». Intervista a Giorgio Dal Fiume, presidente di Wfto-Europa e membro del direttivo di Agices

Yan Thomas contro la gabbia della proprietà privata

Massimiliano Guareschi

La pubblicazione da parte di Quodlibet de «il valore delle cose» di Yan Thomas copre finalmente una lacuna su un’opera filosofica che a partire dall’analisi del diritto romano offre molti elementi nella comprensione della genesi teorica dell’individuo proprietario

L’istruzione pericolosa

Francesco Antonelli

«Insegnare a vivere. Manifesto per cambiare l’educazione» di Edgar Morin, per Raffaello Cortina. Come ripartire da zero, facendo tabula rasa delle proposte governative sulla scuola

Visioni

La libertà di un salto nel vuoto

Francesca Pedroni

Sei danzatori che incarnano l’umanità. «BiT», lo spettacolo con cui Maguy Marin torna al Crt dopo trent'anni, è un viaggio nella confusione crudele del presente.E insieme un invito a essere combattivi, a non distrarsi

Musicali crudeltà da camera

G.Cap.

«King Size», il nuovo spettacolo di Christoph Marthaler arriva lunedì e martedì prossimi al Carignano di Torino

Figure di donne, ritratti di gioventù

Gianfranco Capitta

La «Primavera dei teatri» curata da Scena Verticale, propone sempre nuove scoperte ma anche compagnie affermate. Tra gli spettacoli di questa edizione, «Ombretta Calco» di Peppino Mazzotta, e «Scannasurice» di Moscato

L'Ultima

Che la pace sia con Sarajevo

Luca Kocci

Papa Francesco arriva oggi nella capitale di un paese diviso, ancora in attesa di giustizia e riconciliazione a venti anni dall’Accordo di Dayton che mise fine alla guerra. «Vengo per sostenere il dialogo interreligioso»

Mozambico è un sogno verde

Alessandra Vanzi

È stato uno degli ultimi paesi africani a raggiungere la completa indipendenza nel 1975 dopo dieci anni di guerriglia condotta dal Frelimo. Gli ultimi dieci anni sono stati di svolta è liberista