closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 05.12.2018

Scontro tra Salvini e il procuratore di Torino Spataro. In un tweet il ministro svela un blitz di polizia contro la «mafia nigeriana» e fa infuriare il magistrato. Che attacca: «Danneggia le indagini non ancora concluse». Sprezzante la replica: «Sei stanco, vai in pensione»

Base in dissenso, la sindrome veneta colpisce i grillini

Giuliano Santoro

Un documento interno certifica le difficoltà, a vantaggio della Lega. Autonomia regionale, territorio e grandi opere i punti dolenti. «Quelli già attratti dalla Carroccio sono passati direttamente a loro. Gli altri, li abbiamo persi», spiega la consigliera regionale Patrizia Bartelle appena uscita dal Movimento

Referendum propositivo, i costituzionalisti correggono Fraccaro

Andrea Fabozzi

Continuano le audizioni in prima commissione alla camere. Generale apprezzamento per il metodo e per l’obiettivo di rinvigorire la partecipazione popolare, ma tante critiche al testo della maggioranza. E la Lega mantiene la sua indifferenza

GILET GIALLI

Macron cede ai gilet gialli, blocca la carbon tax e scontenta tutti

Anna Maria Merlo

Il primo ministro fa un passo indietro, propone una moratoria di 6 mesi sull'aumento del prezzo dei carburanti e il blocco "per l'inverno" degli aumenti previsti a gennaio su elettricità e gas. Tre mesi di dialogo decentrato per trovare un equilibrio tra tasse e transizione energetica. "Briciole" per i gilet gialli. Sabato altre proteste ad alto rischio, mentre si uniscono anche gli studenti dei licei e delle università

Internazionale

Il presidente della Repubblica saharawi: «Finalmente il Marocco parla con noi»

Stefano Mauro

Brahim Ghali parla delle aspettative per i primi «colloqui diretti» che si aprono oggi a Ginevra tra Rabat e il Fronte Polisario: «Lo consideriamo un inizio, ma è ancora presto per parlare di svolta. Finora, malgrado le condanne internazionali, la morsa dell’occupazione militare marocchina non si è allentata. La missione Onu, come indica il nome, deve fare il suo lavoro, che consiste nell’organizzare il referendum per l’autodeterminazione del popolo saharawi»

Regeni, nei cinque indagati sta tutto il sistema-al Sisi

Chiara Cruciati

Non «lupi solitari» ma alti funzionari dell’Nsa, i potenti servizi segreti: la Procura dà nomi e ruoli agli aguzzini. Centrali le bugie del ministero degli interni, cuore del regime: 1,5 milioni di «impiegati» tra agenti e informatori

Israele-Hezbollah, nel tunnel verso la guerra

Michele Giorgio

Dopo l'incontro di domenica in Belgio tra Netanyahu e Pompeo, Israele ha annunciato ieri la scoperta di una galleria sotterranea scavata dal movimento sciita Hezbollah sotto la linea di confine. Si teme un nuovo conflitto

Cultura

Nel nome di Avicenna, inseguendo paure e desideri dell’infanzia

Arianna Di Genova

Alla fiera della piccola e media editoria nella Nuvola di Fuksas, la scrittrice libanese Fatima Sharafeddine, per presentare la nuova collana italiana-araba di Gallucci. «Nei miei libri, gli argomenti sono tutti affrontati con sincerità e, per riuscirci, è fondamentale - almeno per me - aver vissuto l’esperienza in prima persona o aver fatto una ricerca rigorosa, così da potermene appropriare e scriverne. Il mio intento è mettere in movimento le emozioni dei miei lettori e farli riflettere»

«Racconto il declino dell’America attraverso una distopia economica»

Guido Caldiron

Parla la scrittrice statunitense Lionel Shriver, autrice di "I Mandible. Una famiglia, 2029-2047" pubblicato da 66thand2nd che sarà presentato domenica 9 dicembre a Roma, alle ore 16.30, nella sala Polaris della Nuvola nell'ambito di Più libri più liberi. La scrittrice che si è ispirata anche al crollo del mercato finanziario di dieci anni fa, spiega: "Ci piace pensare che l’economia sia governata da forze razionali. In realtà si regge sulla nostra fede. Come i bambini di Peter Pan fanno vivere Campanellino credendo nelle fate"

Il peso della temporalità che si inceppa

Giacomo Giossi

«La custodia dei cieli profondi», di Raffaele Riba. Il romanzo verrà discusso alla fiera romana Più libri più liberi, alla presenza dell’autore, sabato 8 (Sala Antares)

Mazzini (ri) canta Battisti

Stefano Crippa

Mina riunisce in un doppio album «Paradiso (Lucio Battisti songbook)» i classici del cantautore di Poggio Bustone da lei interpretati nel corso della carriera. Maquillage sonoro su nastri analogici trasferiti in digitale. Alcune tracce sono state risuonate

La prima volta di Blasco

Stefano Crippa

Quarant'anni dopo ristampato in versione rimasterizzata il debutto di Vasco Rossi «...Ma cosa vuoi che sia una canzone...». Primo di quattro volumi della Serie RPlay dedicati ai quarantesimi anniversari dei suoi album in studio

Le trombe dell’Apocalisse rock

Luca Pakarov

Il secondo album degli Ottone Pesante, un trio atipico che arriva al metal ma utilizza i fiati. Infilando qua e là variazioni jazz

Rubriche

Cannabis, il Messico verso la legalizzazione

Hassan Bassi

Il Paese si avvia ad essere la terza nazione dopo Uruguay e Canada, a permettere la produzione, il commercio ed il consumo. Secondo la proposta i maggiorenni potranno richiedere un permesso per seminare, coltivare, raccogliere, preparare e trasformare fino a 20 piante destinate all'uso personale

L’incubo digitale della democrazia

Vincenzo Vita

Fino a che i pregevoli summit non dismetteranno il vestito della prima comunione, per assumere il digitale come la normalità del reale - con i valori e i limiti del caso - con cui fare i conti ogni santo giorno, l’alba non sorgerà

L'Ultima

La foresta bruciata di Alessandria

Giansandro Merli

Azione di Greenpeace allo stabilimento Saiwa, di proprietà della multinazionale Mondelez, dove si producono Cipster e Ritz, per chiedere all’azienda di fermare l’utilizzo dell’olio di palma