closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 05.07.2013

La Presidente della Camera Laura Boldrini dice no all’invito di Marchionne a visitare lo stabilimento Sevel in val di Sangro. Ancora fresca la polemica per l’incontro a Montecitorio con la Fiom. Il duro «no, grazie» in una lettera: «Non si riprende a crescere con una gara al ribasso sui diritti e sul costo del lavoro»

Politica

Congresso Pd, a sinistra sarà match

Daniela Preziosi

Il «correntone» antiRenzi non si compatta. Cuperlo: no accordi fra capicorrente. Convegno dei bersaniani, Fassina sfida il sindaco: «Nessuno vuole fregarti». Franceschini: non torniamo a democristiani e comunisti. Ma ce l’ha con D’Alema.

Riforme, il cronometro è già saltato

Andrea Fabozzi

Letta assicura: sarà rispettato il termine dei 18 mesi. Ma alla camera regolamento e ingorgo dei decreti mettono in dubbio la previsione. E il disegno di legge costituzionale è già cambiato per tener conto del ritardo

Italia

La solitudine del telefonista

Francesco Maria Pezzulli

Apatia, insoddisfazione, infelicità lavorativa. È la sindrome da «burnout» che colpisce i lavoratori dei call center. Dove l’alienazione porta spesso all’esaurimento nervoso. E ora molti abbandonano

Internazionale

La risposta dei Fratelli

Giuseppe Acconcia

Sciolto il parlamento, sospesa la Costituzione, Adly Mansur giura da nuovo presidente. Finisce ufficialmente il governo degli islamisti moderati. Oggi manifestazioni a sostegno di Morsi. Nelle capitali europee e a Washington si finge di non vedere i carri armati: non tutti concordano sul colpo di stato militare. Ma anche la Guida suprema Mohammed Badie è agli arresti

I 126 giorni della Citroën

Jamila Mascat

I lavoratori dello stabilimento Psa di Aulnay, alla periferia di Parigi, hanno scioperato per diciotto settimane contro la chiusura. Cronistoria di una lotta con qualcosa di epico

Il condominio è servito

Graziano Dall'Anna

Un percorso fra le trame narrative di cinema e letteratura intorno alle figure degli inquilini e agli incubi del "vicinato"