closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 04.12.2013

È scontro Italia-Ue sul debito pubblico. Il vice presidente della Commissione Olli Rehn attacca la legge di stabilità e insiste su spending review e privatizzazioni. Napolitano alza la voce: «Il rigore di Bruxelles ha provocato recessione e disoccupazione». E Letta rincara la dose: «Così finisce l’Europa»

Editoriale

«Buona la prima», la nostra playlist 2013

Alberto Piccinini

Dallo «scacco matto» alle elezioni incassato da Bersani alla «forza nuova» di Grillo e la nomina di «re» Napolitano. E poi titoli «definitivi» come «omissis est» per la morte di Andreotti e la «vecchia ruggine» con la lady di Ferro

Politica

Renzi a Letta, pacco alla tedesca

Daniela Preziosi

Il sindaco: entro gennaio un programma per il 2014. «Altrimenti ci portano via». Civati è della partita del rottamatore. Cuperlo no: «Sono minacce come quelle di Berlusconi. Non ho simpatia per Alfano, ma i suoi voti servono alla sopravvivenza del governo»

La Consulta fa l’esame al Porcellum

Andrea Fabozzi

Oggi la camera di consiglio. Giudici orientati a cancellare il premio di maggioranza. Ma prima c'è lo scoglio ammissibilità. Possibile un rinvio a metà gennaio della decisione

Italia

Una mafia sempre più «glocal»

Carmine Fotia

La Link Campus University affronta il fenomeno criminale italiano. Mescolando tradizione e modernità, la ’ndrangheta è oggi la più forte e impermeabile organizzazione del mondo

I finocchi delle ’ndrine infiltrano l’antimafia

Silvio Messinetti

Arrestata per voto di scambio la ex prima cittadina antimafia di Isola Capo Rizzuto. Carolina Girasole imputata per la vendita dei prodotti di un campo confiscato e assegnato all’associazione Libera

Scuola

Pronti, partenza, via ai quiz a vita

Roberto Ciccarelli

Il livello di «competitività» in matematica, nelle scienze e nella lettura, è sotto la media. il «Programma di valutazione internazionale degli studenti» rimanda l’Italia che resta in bassa classifica. La spesa per l’istruzione procapite tagliata dell’8% dal 2001, ma le politiche neoliberali insistono sull’aziendalizzazione

Europa

Il commissario liquidatore. La Ue critica l’Italia sul debito e Letta si offende

Giorgio Salvetti

Il responsabile Ue degli affari economici Olli Rehn boccia le "riforme" del governo e dubita sulle capacità dell'Italia di contenere il debito. Il presidente del Consiglio replica stizzito: "I nostri conti sono in ordine, la ripresa va aiutata e non soffocata". Il ministro Saccomanni invece smorza i toni: "Stiamo parlando di una non notizia, non ci sono state richieste di misure correttive"

Reportage

Quelle braccia italiane nelle Rosarno d’Australia

Eleonora Martini

Viaggio tra i nuovi emigranti del Belpaese: giovani con la laurea riposta nel cassetto, disposti ai lavori che in patria lasciano agli africani. Tra il 2011 e il 2012 l’88,6% in più di italiani ha rinnovato il visto Working Holiday concesso agli under 31. Nessun lavoro invece per i rifugiati, rinchiusi nei centri dislocati in Papua nuova Guinea, a Manus Island o a Nauru

Una parata tutta sarda

Arianna Di Genova

Al Museo nazionale delle arti e tradizioni popolari di Roma, in rassegna costumi, gioielli e le foto di Sebastiana Papa scattate a Orgosolo

Il regno posturbano

Alberto Magnaghi

Oggi a Firenze, nell'aula Magna del dipartimento di architettura di Firenze, si terrà la lectio magistralis dell'urbanista italiano, che qui anticipiamo

Visioni

L’uomo che andava oltre

Guido Festinese

Il 4 dicembre 1993 se ne andava Frank Zappa, genio della musica prestato al rock, lasciando una mole inifinita di inediti che diversi decenni non basteranno ad esaurire