closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 04.11.2016

Sarebbe di 239 morti il bilancio del doppio naufragio avvenuto al largo della Libia. I racconti dei sopravvissuti portati a Lampedusa: costretti a salire sui gommoni in avaria. La sindaca dell’isola Nicolini: è un genocidio. Ed è scontro sulla denuncia di Amnesty per le violenze sui migranti negli hotspot italiani

Politica

Referendum, il rinvio può attendere

Andrea Fabozzi

Ancora dieci giorni, almeno, per la decisione del tribunale di Milano sul quesito unico. Nel frattempo in senato esplodono le contraddizioni della riforma costituzionale. Sul caso Albertini e sulla sorte dei senatori siciliani

Le cifre ballano, Renzi rilancia la palla alla Ue. Che chiede tutti i conti

Andrea Colombo

Padaon: «Già stanziate le somme necessarie per fronteggiare l’emergenza». Delrio: «Se non bastano ne prendiamo altre». Il premier: «È impensabile che per la stabilità europea crollino le scuole». E rilancia Casa Italia. La Commissione europea: «Valuteremo i costi del sisma quando e se riceveremo tutti i dettagli»

Il malcontento dei sindaci verso il governo: «Centralizza tutto»

Mario Di Vito

L’impressione è che le gare saranno gestite dal commissario Vasco Errani, affiancato dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone e dal prefetto Francesco Paolo Tronca. Guido Castelli, primo cittadino di Ascoli Piceno: «C’è come una sorta di pregiudizio nei confronti delle autonomie locali»

#IloveNorcia tra tende e acquisti solidali

Chiara Cruciati

Per i container si dovrà ancora aspettare: nel frattempo si montano le tensostrutture per gli sfollati e gli animali da allevamento. La campagna sui social: compri i prodotti locali e aiuti le popolazioni colpite dal sisma

Un passo alla volta: dopo le tende si pensa alle aziende

Chiara Cruciati

Altre scosse, altri sfollati: oltre 5mila le persone bisognose di assistenza. Partono le campagne per sostenere la Valnerina comprando i suoi prodotti tipici, mentre la Confcommercio chiede di istituire una no tax area

«I Tories ora devono svelare i loro piani per l’uscita dall’Ue»

Leonardo Clausi

John Ryan, London School of Economics di Londra: dopo la sentenza dell'Alta Corte il parlamento britannico non rovescerà l’esito del voto. Ma finora nessuno nel governo di Theresa May ha davvero chiarito quale sia realmente il piano per l’uscita dall’Unione

AFGHANISTAN

Afghanistan, 30 civili uccisi, tra cui donne e bambini, in raid Nato su Kunduz

Giuliano Battiston

Nel momento in cui scriviamo, di certo ci sono soltanto i corpi straziati dei civili innocenti, alcuni dei quali trasportati dai famigliari dall’area di Bodee Kandahari, 5 chilometri fuori dalla città, nel centro di Kunduz. Volevano arrivare fin sotto l’ufficio del governatore per chiedere conto della strage, ma gli è stato impedito

Dagli smartphone ai movimenti di massa

Roberto Ciccarelli

Esce per Donzelli «Italia civile» di Roberto Biorcio e Tommaso Vitale, curatori della ricerca collettiva sulla storia della partecipazione sociale nel nostro paese

Il piacere è un atto rivoluzionario

Francesca Del Vecchio

Un incontro con l'arabista Martina Censi, che ha indagato le raffigurazioni del corpo nei romanzi di alcune scrittrici siriane contemporanee

Lo stato di salute della libertà accademica

Donatella Della Porta

Alla Scuola Normale Superiore di Firenze, un incontro per lanciare una sfida alle nuove forme di sorveglianza dentro le università e nel campo della ricerca. Oggi, dalle 16, l'appuntamento è presso l'Istituto di Scienze Umane e Sociali di Palazzo Strozzi

Visioni

Mannoia, «Le mie canzoni combattenti»

Stefano Crippa

Esce oggi il nuovo album della cantante romana, undici canzoni e firme importanti: Fossati, Sangiorgi, Moro: «Per una serie di coincidenze è il mio lavoro più autobiografico»

Il finestrino sul cortile

Antonello Catacchio

Nelle sale «La ragazza del treno», dal best seller di Paula Hawkins, un film diretto da Tate Taylor con Emily Blunt. Tra Hitchcock e il desiderio di una storia «al femminile»

Il Giappone dissidente

Matteo Boscarol

Uno studio sul paese partendo dal volume dello studioso William Andrews dal titolo «Dissenting Japan - A History of Japanese Radicalism and Counterculture, from 1945 to Fukushima»

Commenti

Ci vorrebbe una shock economy, come fece Ferdinando IV nel 1784

Piero Bevilacqua

Si dimentica come ormai quasi il 70% della popolazione italiana si addensi lungo le aree costiere e la valle padana, mentre il centro della penisola si è svuotato. Si tratta di far rifiorire la nostra agricoltura, di estendere gli allevamenti, l’economia dei boschi, oggi non più attività marginali bensì il centro irradiatore di servizi avanzati