closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 04.09.2019

Il voto della piattaforma privata Rousseau dice Sì al governo M5S-Pd. Luigi Di Maio: «La legislatura durerà 5 anni». Oggi il presidente incaricato Giuseppe Conte al Quirinale, il giuramento previsto nel pomeriggio. Salvini furioso: «Ci riprenderemo l’Italia»

E Rousseau si riprende la scena

Giuliano Santoro

Il voto di ieri arriva al culmine di una crisi di governo che era piombata nel bel mezzo del processo di riorganizzazione del M5S. Va concludendosi con un esito non univoco, perché paradossalmente il risultato di ieri consegna una grande legittimazione ad un presidente del consiglio che ha sottolineato di non essere iscritto al Movimento

Editoriale

E adesso si alza il sipario

Norma Rangeri

Tuttavia, a futura memoria, va detto, innanzitutto che una legittima e auspicabile consultazione della propria base militante, su un passaggio storico fondamentale, va svolta anticipatamente, prima che i gruppi parlamentari e i dirigenti si esprimano scegliendo un percorso, una direzione

Lavoro

Jobs Act: la riforma non c’è

Roberto Ciccarelli

Sul «blog delle stelle» la bozza dell’accordo di governo M5s e Pd. Primo bilancio dei 26 punti a partire dai principali nodi sull'economia, il lavoro, la previdenza. Dopo le promesse illusorie e infondate del precedente esecutivo, resta un pulviscolo di provvedimenti occasionali. Assente il cosiddetto «reddito di cittadinanza», ormai acquisito. La continuità sembra essere garantita in maniera acritica

POLITICA ESTERA

Perché non sia solo «Vieni avanti Giuseppi»

Alberto Negri, Tommaso Di Francesco

Proviamo a immaginare l’agenda di politica estera di Conte traendo qualche spunto dal recente passato. In primis del rapporto con gli Stati Uniti. L’endorsement di Trump a «Giuseppi» ha fatto parlare quasi più la stampa estera che quella italiana e i partiti di casa nostra

BREXIT

Johnson e il «no deal» passano in minoranza

Leonardo Clausi

L’ex ministro Lee passa ai Libdem e lascia i Tories sotto di un deputato. Resa dei conti nel parlamento britannico sulla legge che impedirebbe una Brexit senza accordo. Un voto di sfiducia al governo di «Boris» vorrebbe dire nuove elezioni. Forse il 14 ottobre. Dilemma Labour sulla data

Bibi contro serie tv israeliana Our Boys: «è antisemita»

Michele Giorgio

Il premier accusa gli autori di aver distorto l'immagine dello Stato ebraico raccontando l'assassinio del palestinese Mohammed Abu Khdeir compiuto nel 2014 da una cellula israeliana per vendicare l'omicidio di tre ragazzi ebrei da parte di Hamas

Macron promette 15 miliardi all’Iran, ma solo con l’ok Usa

Chiara Cruciati

Il presidente francese avrebbe proposto una linea di credito a Teheran ma aspetta il via libera di chi ha reintrodotto le sanzioni. Lunedì una delegazione iraniana è volata a Parigi, ieri l'inviato dell'Eliseo alla Casa bianca. Intanto parla Rohani: passi concreti dall'Europa o domani l'uranio sarà arricchito al 20%

Sindaci Hdp rimossi, Erdogan caccia Davutoglu

Melissa Aglietti

L'ex primo ministro, già costretto alle dimissioni nel 2016 per divergenze con il presidente, espulso dal partito Akp. Aveva criticato il commissariamento dei comuni curdi di Diyarbakir, Van e Mardin, dove proseguono le proteste

VATICANO

Al Sinodo sull’Amazzonia sì agli indios, no a Bolsonaro

Claudia Fanti

Politici e militari, e dunque i rappresentanti dei governi latinoamericani, esclusi per decisione di papa Francesco dall'assemblea dei vescovi prevista a Roma dal 6 al 27 ottobre. Ci saranno invece i rappresentanti dei popoli indigeni, ambientalisti e scienziati

Cultura

Nadeem Aslam: «Qualcuno, da qualche parte, ha sempre bisogno di aiuto. Per questo scrivo»

Guido Caldiron

Parla lo scrittore anglo-pakistano che sarà domani al Festivaletteratura di Mantova per presentare «Il libro dell’acqua e di altri specchi», Add editore. Un romanzo che narra le persecuzioni dei cristiani in Pakistan. «I libri sono dispositivi per stimolare la memoria, ci conducono ad uno stato nel quale prestiamo attenzione al mondo e alle sue possibilità, cogliamo dettagli invisibi»

Gli abissi primordiali dell’umanità

Ingrid Basso

Un'intervista con lo scrittore islandese Bergsveinn Birgisson che racconterà «Il vichingo nero» (edito da Iperborea) a Mantova, domani, alle ore 19.15, nell’Aula Magna dell’Università

Il furore di una fiaba

Silvana Silvestri

L’inferno vissuto da un piccolo ebreo nel film del regista ceco Václav Marhoul, «The Painted Bird». Girato in bianco e nero, visionario e sperimentale, è tratto dal romanzo di Jerzy Kosinski

Commenti

La discontinuità alla prova della scuola

Andrea Ranieri, Francesco Sinopoli

La bozza dell’accordo di governo tra M5S e Pd parla esplicitamente di “maggiori risorse per scuola, università, ricerca”. E aggiunge inoltre che la scuola è “bene comune”. Ne prendiamo atto. Ma se le risorse finanziarie sono essenziali, non sono tutto. E' necessaria una visione globale