closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 03.09.2015

Non ha nome, non avrà terra: è l’immagine choc del piccolo profugo siriano trovato cadavere sulla spiaggia di Bodrum in Turchia, dopo l’ennesimo naufragio nel Mediterraneo. E mentre l’Unione europea si dissolve sulla chiusura delle frontiere, il governo della Repubblica Ceca identifica i migranti «marchiandoli» con dei numeri. A Budapest profughi ancora bloccati alla stazione

I profughi «marchiati»

Jakub Hornacek

Nelle stazioni nel sud della Moravia i bambini vengono contrassegnati dalla polizia con un numero sul braccio. Venerdì a Praga il summit dei Paesi di Visegrad

A Budapest l’attesa e la rabbia

Massimo Congiu

I rifugiati gridano: «Aprite la stazione», ma Keleti resta sempre bloccata. La parola d’ordine del governo Orbán è sempre più «emergenza», con il rifiuto delle quote

La Corte Ue boccia la sovrattassa sui permessi di soggiorno

Riccardo Chiari

La sentenza grazie a un ricorso di Cgil e Inca: "Non può essere ignorata dal governo italiano - avvertono subito - chiediamo che l'esecutivo si attivi subito, riducendo drasticamente i costi". Di un balzello supplementare oscillante fra gli 80 e i 200 euro annui.

Syriza, lo strappo dei giovani

Teodoro Andreadis Synghellakis

Si sono dimessi 37 membri del consiglio centrale dell’organizzazione giovanile del partito: «Sosterremo forze di sinistra, radicali»

Con Marino e senza Libera, nella piazza antimafia del Pd

Eleonora Martini

La manifestazione indetta da Matteo Orfini dopo i funerali di Vittorio Casamonica. Bufera sull’assessore dem dei Trasporti, Stefano Esposito, per lo show da ultrà juventino e lo slogan antiromanista. Sel e Alemanno chiedono dimissioni

Casa Pound vuole fare la festa a Milano

Luca Fazio

I "fascisti del terzo millennio" hanno scelto la città dell'Expo per la loro festa nazionale dall'11 al 13 settembre. Gli antifascisti milanesi ancora una volta giocano di rimessa cercando di evitare il raduno fascista. Il presidente dell'Anpi Carlo Smuraglia scrive al presidente della Repubblica, il Comune di Milano si appella alla lungimiranza del prefetto

In classe

Sul toto-cattedra decide il Grande Fratello-Miur

Roberto Ciccarelli

Alla mezzanotte del 2 settembre una mail ha raggiunto 9 mila insegnanti, 7 mila saranno costretti a emigrare da Sud a Nord. Un algoritmo decide il loro futuro: assunti a centinaia di Km da casa, se non accettano perdono il lavoro. La prof di 62 anni che dovrà reinventarsi, quella che spenderà lo stipendio per pagare il nido e l’affitto

Visco: “Togliere l’Imu è uno sbaglio. Elettorale”

Fabio Veronica Forcella

L’ex ministro delle Finanze, piddino critico: il premier pensa alle amministrative del prossimo anno, ma favorirà i più ricchi, non il ceto medio-basso. «Dall’Europa non arriverà altra flessibilità, e la spesa primaria non si può più tagliare: la nostra è già la seconda più bassa in Europa. La sinistra deve pensare al welfare. E può trovare 60-70 miliardi combattendo l’evasione»

Cultura

Il sangue pesto di un’uniforme

Guido Caldiron

La resistenza al nazismo e la denuncia della «soluzione finale» passa per il noir. Un’intervista con la scrittrice di origine italiana, autrice di una fortunata serie pubblicata da Sellerio che ha come protagonista un ufficiale della Wehrmacht tedesca

La turbofinanza del settimo cielo

Luca Kocci

«La banca del papa. Le finanze vaticane tra scandali e riforme» di Francesco Peloso. Lo Ior, tra intrallazzi, accuse di riciclaggio per alcuni dirigenti e l’avvio della riforma voluta da Bergoglio

Visioni

Sul tetto del mondo

Cristina Piccino

l filmmaker islandese immortala la montagna in 3D ma non basta a rendere la tensione di una sfida dell’uomo alla natura e il paradosso della wilderness resa mercato. Non si può arrivare in cima pagando un prezzo in denaro

L'Ultima

Ad Aliano i partigiani della felicità

Franco Arminio

Si è conclusa ad Aliano la festa della paesologia «La Luna e i calanchi». Dalla coscienza di classe alla coscienza di luogo, per una «teologia» della bellezza, del corpo, della luce, dello spazio. Dove il Sud non è fuga ma un’altra idea di modernità, la prima soglia tra un mondo e un altro, dove il «dio denaro» è abbattuto