closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 03.06.2016

In un cinema Odeon strapieno Firenze festeggia il 2 giugno all’insegna del No al referendum costituzionale del governo. Sul palco con Smuraglia, Landini e Zagrebelsky anche lo studente di Catania protagonista dello scontro con la ministra Boschi. Una risposta agli «scienziati» del Sì arruolati da Renzi

Politica

Quelli del No sulla riva dell’Arno

Riccardo Chiari

«Il futuro della Repubblica, 70 anni di vita civile». In un cinema strapieno, gli avversari della riforma costituzionale mettono in tavola gli argomenti per contrastare nel merito il progetto del governo. L’iniziativa sotto le insegne di Libertà e Giustizia organizzata da Sandra Bonsanti che l’ha condotta assieme alla direttrice del manifesto

Referendum, per Renzi l’arma del gossip

Red. Pol.

L'ultimo colpo basso del presidente del Consiglio è contro la Lega. "Maroni mi confessò di essere per il Sì". E si scatena la guerra dei retroscena: "Non è vero, è stato lui ha definire una merda la sua riforma"

Politica

Alessandro Braga, un sindaco tutto nostro da tenere in pugno

Luca Fazio

Dalle pagine del manifesto ai microfoni di Radio Popolare fino alla (probabile) poltrona di primo cittadino di Inzago, un paese di 11 mila abitanti alle porte di Milano. L'irresistibile ascesa del "nostro" candidato dimostra che un altro sindaco (di sinistra sinistra) è sempre possibile. Venerdì 3 giugno alle 21, in piazza Maggiore, comizio finale e dj set per battere il candidato del centrodestra Andrea Fumagalli

BUNDESTAG

Armeni, fu genocidio

Sebastiano Canetta

All’unanimità il parlamento tedesco ha approvato il testo sul genocidio armeno. La Turchia ha richiamato ad Ankara l’ambasciatore Husein Avni Karslioglu. E dal Kenya il presidente Recep Tayyip Erdogan ha subito minacciato: «Questo voto avrà un impatto molto serio sulle relazioni tra Turchia e Germania»

Commenti

Un macigno sul Sultano Nato

Angelo d'Orsi

In verità, la Turchia, oggi, non è più semplice «baluardo orientale della Nato», ma anche centro nevralgico sia per frenare il flusso dei migranti sia per incentivarlo, e, d’altro canto, luogo di alimentazione del terrorismo islamista, e nel contempo, centro di organizzazione del contrasto ad esso

Inferno jihadista all’Ambassador di Mogadiscio

Rita Plantera

Attacco di Al-Shabaab all’hotel dei politici e degli uomini d’affari. 12 ore di scontro a fuoco, almeno 15 morti. Tra le vittime due deputati. Uccisi anche gli assalitori. Nel mirino il governo «apostata» e l’alleato Erdogan, in visita nei prossimi giorni. Vendicato Mohamud Ali Dulyadeyn, mente presunta della strage alla Garissa University, in Kenya, dell’aprile 2015

In California tra Bernie e Hillary solo due punti

Marina Catucci

Un ex studente dell’università di Los Angeles, in pieno giorno, nel campus della Ucla, ha sparato al proprio professore di meccanica e ingegneria aerospaziale e poi si è suicidato

Si apre la Conferenza di Parigi su Israele e Palestina, Netanyahu è contro

Michele Giorgio

I rappresentanti di una trentina di Paesi occidentali e arabi si riuniscono oggi nella capitale francese per fissare i parametri di futuri negoziati tra israeliani e palestinesi. Netanyahu considera l'incontro una minaccia. Proteste in casa palestinese. Il Fplp accusa Abu Mazen di fare tutto da solo senza consultare l'Olp

Solo il 3% dell’acqua di Gaza è idonea al consumo umano

Michele Giorgio

Non rispetta i parametri internazionali anche l'acqua filtrata distribuita da società private e che beve gran parte della popolazione. L'allarme dell'Autorità Palestinese dell'Acqua: servono subito impianti di dissalazione ma i progetti procedono lentamente anche per l'embargo israelo-egiziano di Gaza

INTERVISTA A MAHI BINEBINE

I sogni spezzati di un kamikaze

Guido Caldiron

Incontro con lo scrittore e artista marocchino Mahi Binebine, che ha presentato in Italia il romanzo «Il grande salto», edito da Rizzoli. «Nella bidonville di Sidi Moumen lo Stato non esiste: niente scuole né corsi professionali, neppure l’ombra di assistenti sociali. In questo deserto sono arrivati gli islamisti»

Quei palazzi del potere capitale

Giuliano Santoro

«Marcio su Roma» di Andrea Colombo per Cairo. L’analisi politica dei fatti che in 10 anni hanno mostrato la voracità di una corruzione tentacolare

Visioni

La lezione precaria della Cinémathèque

Eugenio Renzi

Dopo l’occupazione e lo sgombero della polizia, la direzione del museo ha respinto il dialogo con gli intermittenti.La politica dell’istituzione francese verso i lavoratori temporanei della cultura rispecchia quella attuata dal governo Hollande

TURBO-FINANZA

Quando il debito diventa vettore del vento liberista

Tommaso Nencioni

All’inizio, Reagan voleva portare gli Usa fuori dal Fmi, all’epoca keynesiano. Poi la giravolta. Decisiva. Tagli, privatizzazioni e libertà dei capitali hanno depredato i paesi poveri. Le mobilitazioni popolari possono e devono rovesciare il tavolo

L'Ultima

Passaggio a Rosarno

Franco Arminio

Il cemento usato come gomma per cancellare il passato, l'alta percentuale di migranti, le arance che un tempo davano ricchezza, i dintorni desolati. Almeno una volta nella vita bisogna visitare l'antica Medma, il paese da cui viene Salvatore Settis e i cui abitanti hanno fatto tutto il contrario di quello che avrebbe voluto lui. Un luogo intenso come pochi altri e fin troppo raccontato dai media ai tempi dello scontro tra gli africani e le persone del posto

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.