closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 03.02.2017

Oggi a La Valletta l’Europa proverà a chiudere il Mediterraneo ai migranti. Il piano della Ue prevede di fermare le partenze dei barconi dalla Libia verso l’Italia. L’Onu: «Non rimandate i profughi indietro». Il premier libico Serraj a Gentiloni: «La nostra sovranità non si tocca»

Politica

«Primarie siano, se volete»

A. Fab.

Offerta alla minoranza Pd: gazebo, referendum interno, congresso. Per Renzi «va bene tutto». Basta che lo facciano votare a giugno. L’ex premier non è contrario a organizzare un plebiscito. Entro cinquanta giorni. Emiliano risponde subito di no: non cambia nulla con una conta a marzo. Ma Bersani è più cauto. La legge elettorale è già ferma e aspetta la Consulta. Tornano le coalizioni, caos M5S sui capilista bloccati

Europa

Ue, come bloccare i migranti dalla Libia?

Anna Maria Merlo

Alla vigilia del summit sulla crisi dei migranti per «chiudere la rotta del Mediterraneo centrale», il leader libico Serraj incontra Tusk e Gentiloni. Che avverte Roma e Bruxelles - «Siamo un paese sovrano» - e detta le sue condizioni. La Ue cerca di conciliare l'impossibile: i valori universali e il blocco degli sbarchi. Difesa comune e risposta a Trump in agenda

Lavoro

«Piombino sta per chiudere»

Riccardo Chiari

In migliaia ancora una volta in corteo, per denunciare che il piano industriale di Aferpi per le Acciaierie è un fantasma. E che quel che restava della cittadella dell'acciaio - i soli laminatoi - sono costretti allo stop per mancanza di materie prime. Sos al governo: «Sulle politiche industriali si deve cambiare rotta»

Nasce l’alleanza contro il lavoro gratuito nei beni culturali

redazione

La campagna “Mi Riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali” con gli studenti della Rete della Conoscenza promuove un patto per il lavoro culturale aperto a studenti e docenti, precari e freeance nei beni culturali: “Vogliamo rompere il meccanismo di svilimento e sfruttamento del lavoro nel settore”

«Ai detenuti applicato il metodo Ocalan, il paese è una prigione»

Ernesto Milanesi

A Padova, al convegno sulla tutela dei diritti nello stato d'emergenza, parla l'avvocato del leader del Pkk, Mahmut Sakar: «Ankara non è più quella che pensano i leader europei. Se mai, è diventata il problema dell’Europa». Premiata Barbara Spinelli

ADDIO A PREDRAG MATVEJEVIC

Le parole usate come ponti tra i popoli

Dunja Badnjevic

La scomparsa dello scrittore e autore del «Breviario Mediterraneo». La critica al socialismo reale e ai regimi nati sulle macerie macchiate di sangue della Jugoslavia. Da Mostar a Zagabria, Parigi, Roma sempre controcorrente. Una vita condotta tra esilio e asilo

«Atlanta», spirito dissacrante della black America

Giulia D'Agnolo Vallan

La nuova serie ideata dall'attore e rapper Donald Glover - in Italia su Sky - sulla realtà afroamericana di oggi. Lontana dagli intrighi di «Empire», è immersa nell'aria del sud e in una nuvola di marijuana

O’Faraone, l’autodidatta punk

Flaviano De Luca

talento poliedrico, cantautore, disegnatore e videomaker Gianfranco Marziano è un compositore e musicista di assoluto talento ed è stato ed è un fenomeno underground clamoroso. A lui è dedicato il libro di Giovanni Vacca, «Spettabili tutti, parole e musica di Gianfranco Marziano»

Rubriche

Nemo (o Elck o Niemand) ovvero Nessuno

Alberto Olivetti

Ogni giorno constatiamo le avventate mosse di uomini privi di scrupoli, ineducati, incolti, refrattari agli studi, rozzi di rozzezze inconsapevoli. Essi occupano la cosa pubblica con proditoria iattanza, con ostentata incompetenza, con esibita arroganza a vantaggio personale e di gruppi privati, di consorterie e bande

Pensiero critico e tatticismi regressivi

Paolo Favilli

Tutto quello che indebolisce la presa del renzismo va considerato con favore, ma non bisogna confondere la tattica con la costruzione di un campo lungo