closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 02.10.2016

Il premier ungherese Orbán sfida la Ue e chiede il plebiscito popolare contro le quote dei profughi decise da Bruxelles. Ma sul referendum di oggi «per la difesa delle frontiere e della cristianità» pesa l’incognita del quorum

Verso il referendum

Sinistra in campo: “Stavolta No”

Riccardo Chiari

Un'affollata piazza Ognissanti per la partenza della campagna di Sinistra italiana. Senza i sindaci arancioni ma con Nichi Vendola: "Mi sento di dire No per una Costituzione che è bellissima, e che ancora deve essere attuata". Dai costituzionalisti Caretti, Carlassare e Calvi agli europarlamentari Cofferati e Maltese, dagli studenti medi e universitari alla Fiom, tutti in difesa della Carta. "E il No - ricorda Fratoianni - può cancellare anche una pessima legge elettorale".

Commenti

La Costituzione non è un pranzo di gala

Tommaso Nencioni

La lotta per la «difesa delle istituzioni» non ha un valore di per sé. Sono le forze politiche e sociali che le hanno determinate a sostenerle. Se svaniscono, sono destinate a crollare. In Italia c’è una situazione paradossale. Nel frangente referendario le forze popolari devono elaborare un modello alternativo, previa una necessaria lotta anti-istituzionale

Scuola

Il liceo classico e i suoi nemici

Tiziana Drago

L'obiettivo è limitare gli studi classici solo ai ricchi. Reagire alla volontà di sanzionare la criticità dei saperi teorici rispetto al mercato

Student Act: Renzi e la filantropia del capitale umano

Roberto Ciccarelli

Invece di finanziare e rifondare il sistema del diritto allo studio il governo eroga micro-misure simboliche per 500 studenti «plusdotati». Il ministero dell'Economia invita a investire in Italia perché i laureati costano meno. Bassi salari e alla competizione al ribasso nel lavoro della conoscenza. La filosofia del capitale umano è parte integrante della tradizionale politica economica italiana

Cultura

Il misterioso alone invisibile dell’universo

Andrea Capocci

Una scoperta mette in discussione la «materia oscura». Intervista a uno degli autori, l’italiano Federico Lelli che, con i colleghi americani ha pubblicato su «Physical Review Letters» l'esito della ricerca

«The 13th», il corto circuito tra razza e sistema giudiziario

Giulia D'Agnolo Vallan

Il documentario di Ava DuVernay - prodotto per Netflix - apre il 54esimo New York Film Festival. La tesi del film è che il sistema di oppressione degli afroamericani non è venuto meno con l'emancipazione del 1962, ma si è evoluto

La Premier league e il «fascino» delle scommesse

Nicola Sellitti

Il mondo del massimo campionato britannico viene travolto da una serie di scandali degni dell'ultimo decennio italiano che hanno portato alle dimissioni il ct della nazionale Sam Allrdyce.

L'Ultima

Colombia, scorie di guerra

Geraldina Colotti

William Alberto Acosta Menendez è un avvocato che difende prigionieri politici e processo di pace: «Lo stato infligge ai carcerati un trattamento inumano, violandone i diritti»

Il fervido e indomito recensore bizantino

Federico Condello

La prima traduzione italiana integrale della «Biblioteca» del patriarca Fozio, vissuto nel IX secolo, per le Edizioni della Normale: a cura di Nunzio Bianchi e Claudio Schiano, direzione scientifica di Luciano Canfora

Maalouf, ritratti di immortali seduti

Massimo Raffaeli

Sul 29° scranno della Académie française ora assegnato allo scrittore nato a Beirut, si sono assisi tra gli altri Renan e Lévi-Strauss: «Una poltrona sulla Senna», La nave di Teseo

L’eleganza stilistica come imperativo della critica ideale

Ivan Tassi

In occasione dell'uscita da Adelphi di "I venerdì di Petrarca" l'autore, Francisco Rico parla della sua esperienza di studioso: la sua fama è tale che entra come personaggio in romanzi di Javier Marías, di Arturo Pérez Reverte, e di Javier Cercas, che fu suo alunno e collaboratore

Ozu, l’artigiano del vedere

Dario Cecchi

Gli «Scritti sul cinema» di Ozu Yasujiro, editi da Donzelli, rivelano il carattere stupendamente empirico di una lezione «moderna», opposta al montaggio classico hollywoodiano

Gombrich e l’artista dell’angoscia

Claudio Gulli

Nell’agosto del 1930 un giovanissimo Ernst Gombrich vedeva Giulio Romano nel Palazzo Te a Mantova: e ne traeva un saggio spartiacque, adesso riproposto dalle edizioni Tre Lune

La voce di un sassolino nel sandalo di re David

Massimiliano De Villa

Dal racconto di Natan, profeta di corte, la vita del «dolce cantore di Yisrael», ricostruita da Geraldine Brooks pescando con fantasia nel palinsesto biblico: «L’armonia segreta», da Neri Pozza

Divergente darwiniano orientalista: Parise

Niccolò Scaffai

Un ricco numero di «Riga», con inediti, invita a riscoprire il Goffredo Parise «reale»: a non incantarsi troppo, cioè, sui conclusivi «Sillabari»