closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 02.09.2018

Il tribunale elettorale brasiliano ignora il Comitato per i diritti umani dell’Onu e impedisce a Lula di candidarsi alla presidenza (ma può fare ricorso). Si chiude il colpo di stato istituzionale dopo il processo-farsa, l’arresto, gli abusi giuridici e l’impeachment di Dilma

Commenti

La giustizia di parte contro la democrazia

Roberto Livi

L’ultima sentenza è come una cappa di cemento fatta colare sulla prigione della Polizia federale di Curitiba dove l’ex presidente Lula è incarcerato: non potrà infatti partecipare a dibattiti, né essere protagonista diretto in spot di propaganda elettorale, né si potranno affiggere manifesti elettorali con la sua immagine.

IL BRACCIO DI FERRO

Conti: la doppia trattativa di Tria

Andrea Colombo

Con Bruxelles e con gli alleati di governo. Il ministro dell'economia risponde al rimando di Fitch assicurando che la legge di bilancio rispetterà gli impegni europei. Ma gli risponde la Lega anche per conto di M5S: non ci risulta, noi faremo il bene dell'economia italiana

PD

Martina lancia la sua piazza

Domenico Cirillo

Il segretario fissa in solitudine la data del 29 settembre e chiama il partito alla mobilitazione contro il governo. «E' una tappa essenziale del nostro lavoro», spiega, mentre a Cortona, in casa della corrente di Franceschini, si apre ufficialmente la corsa al congresso del 2019

Commenti

E se provassimo a ricostruire il silenzio di Genova?

Paolo Berdini

Renzo Piano, senatore a vita oltre che straordinario architetto, ha pensato bene di allargare il discorso. Va benissimo ricostruire il ponte, ma gettiamo lo sguardo sul fatto che si dovrà mettere mano alla trasformazione di un pezzo di città, fatto di case, di attività spesso dismesse, di relazioni umane

Commenti

Al centro la lotta al razzismo

Alfonso Gianni

Possibile che non si capisca il senso profondo dell’esperienza di Riace ove immigrazione e integrazione volontaria hanno salvato un paese dal declino che i famosi bronzi non hanno fermato e ha dimostrato come uno sviluppo alternativo abbia possibilità di maggiore successo se fatto da soggetti diversi fra loro?

Cultura

Cavalli Sforza, la genetica che svela la nostra natura migrante

Luca Tancredi Barone

Scomparso a 96 anni nella sua casa di Belluno uno dei più grandi scienziati del Ventesimo secolo. Come gli astronomi osservano nelle galassie lontane cose accadute nel passato, così, grazie a lui, i genetisti leggono nel Dna la firma di eventi accaduti migliaia di anni fa e ne traggono la storia dei popoli

BRASILE

«Quella di Marielle Franco è un’eredità collettiva»

Gloria Paiva

Parla Mônica Benício, compagna della consigliera comunale di Rio de Janeiro uccisa il 14 marzo per la sua battaglia contro razzismo e omofobia. E diventata un simbolo della resistenza. «Quel crimine voleva ridurci al silenzio: ha avuto l’effetto contrario. Nel suo ricordo, cresce la lotta delle donne contro il maschilismo e dei neri contro le discriminazioni»

Alias Domenica

La trappola di Flanagan

Silvia Albertazzi

Incaricato, nel 1991, di aiutare il più famoso truffatore australiano a scrivere le sue memorie, Richard Flanagan trae da quella vicenda un romanzo: «Prima persona», Bompiani

Doppio gioco romanzesco con non detti

Luca Briasco

Molto chiacchierato a causa dell’allusione a un affaire che l’autrice ebbe con Philip Roth, il primo romanzo di Lisa Halliday è, in realtà, un notevole esempio di padronanza dei mezzi narrativi: «Asimmetria», da Feltrinelli

Simenon: Maugin o la ricerca dell’uomo nudo

Cecilia Bello Minciacchi

«Le persiane verdi» (Adelphi), del 1950, ha una costruzione serrata, a volumi, e un protagonista statuario: il grande Maugin, attore famoso che si analizza, come lo scrittore, con feroce lucidità

Dante in America col libertino Da Ponte

Paolo Pellegrini

1806, a New York il librettista di Mozart è libero docente d’italiano alla Columbia University, dove lascerà la propria biblioteca; 1881, a Harvard nasce la Dante Society of America, leader ancora oggi...

Ceronetti classicheggiante

Alfredo M. Morelli

Le «Odi» tradotte in versi da Guido Ceronetti (Adelphi) restituiscono un’immagine parziale del poeta latino: asceta della «mediocritas»

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.