closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 02.06.2019

«Libertà e democrazia non sono compatibili con chi fomenta scontri». Affondo di Mattarella contro la Lega alla vigilia della festa della Repubblica con il governo nel caos. Domani parla Conte. Cdm forse venerdì. Esposto di Tria alla procura per divulgazione della lettera alla Ue

Editoriale

Quattro generali dietro la collina

Tommaso Di Francesco

Dopo le crisi dei sottosegretari leghisti incappati in vicende giudiziarie, dopo lo scontro a parole su chi decide se i porti debbano o no restare chiusi all’accoglienza e se il soccorso degli esseri umani debba diventare una «colpa», e dopo l’ultimo giallo della lettera di Tria alla Ue, ecco che divampa la polemica anche sul ruolo dell’esercito

L'inchiesta

La rivoluzione dei giornali è il non profit

Luca Celada

Il «Salt Lake Tribune», un giornale americano in edicola da 148 anni, strappa le regole del mercato e chiede a lettori e fondazioni di sostenere la trasformazione in azienda senza fini di lucro. Come per musei o cattedre universitarie, si pensa che l’informazione sia un bene pubblico utile in sé, che non può essere messo a rischio da logiche puramente economiche.

Cultura

Marie Vassilieff, negli anni d’oro di Montparnasse

Giannina Mura

L’esposizione delle sue opere nei due luoghi simbolo della sua vita parigina: la Villa a lei titolata e la Maba. Osannata durante la sua esistenza, tanto in Francia che in Russia, sin dai suoi quadri cubisti del 1909. Non solo pittrice, fu anche scultrice, scenografa, costumista, creatrice di marionette e di mobili

Visioni

Il senso del tempo per Lelli e Masotti

Marcello Lorrai

La produzione dei due artisti al centro di «Musiche», esposizione dove sono raccolti i lavori dai ’70 ad oggi. L’attenzione per la situazione, che la cornice sia un tempio della lirica o la strada, e il pubblico, in centodieci scatti

Sinistra, un fallimento annunciato

Guido Viale

Solo una riconsiderazione radicale del rapporto tra essere umano e ambiente, tra le nostre vite e il resto del vivente, può rimettere in piedi una prospettiva politica

L’arte polimorfa da Stonewall

Tommaso Mozzati

Nel cinquantenario della storica rivolta per i diritti di gay, lesbiche e transessuali, due mostre su come quella serata speciale incise sulle espressioni artistiche. Un allargamento del canone, un caleidoscopio di voci. L’importanza riconosciuta a artiste e femministe come Millet e Fishman, e a icone inclusive, per esempio il poster di Hujar per il Gay Liberation Front del 1970

Etruschi, sobri e rustici pronti per il Novecento

Giuseppe Pucci

Scena primaria, la scoperta dell’Apollo di Veio, 1916. Sintonia con l’anticlassicismo delle avanguardie, rapporto ambiguo con il fascismo. Da Martini e Marini, e Campigli, a Moore, Giacometti e Schifano, un saggio informatissimo

Fortuny padre e figlio, nel segno dell’esotismo

Gottardo Pallastrelli

Spagnoli, i due Mariano condivisero uno stesso gusto, anche collezionistico: che negli abiti femminili ideati dal minore finirà per intercettare la modernità. Oltre alle raccolte di tappeti, ceramiche, armature, con al centro il Vaso del Salar, i vestiti amati da Albertine nelle pagine della «Recherche»

Via dall’impressionismo, a scuola dal Talismano

Federico De Melis

Una mostra-focus sugli effetti immediati che ebbe sui giovani artisti indipendenti, tramite la tavoletta realizzata da Paul Sérusier a Pont-Aven, la lezione bretone di Gauguin: brillano le piccole primizie nabi di Bonnard, Denis, Vuillard, Roussel

Blanchot, tragitto mimetico nel silenzio di Celan

Pasquale Di Palmo

In un saggio del 1972 Maurice Blanchot fece una specie di serrato commento filosofico all’opera del poeta tedesco scampato allo sterminio: L’ultimo a parlare viene riproposto da Orthotes

L’esistenza tattile e visiva di Ercole Patti

Massimo Raffaeli

La nave di Teseo recupera, in un volume monumentale di Tutte le opere, le prose giornalistiche e di viaggio di Ercole Patti, critico estroso e svagato che adorava Chaplin e la mondanità di Piazza del Popolo

La scure dell’igiene sulla classe oggetto

Francesco Benigno

Una ricerca di Adriano Prosperi sul discrimine introdotto dalla cultura borghese del XIX secolo nel mondo contadino, tra sporco e pulito, tra puro e malsano: «Un volgo disperso»