closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 02.01.2014

Boom di ascolti per il discorso di fine anno del presidente della repubblica: in 10 milioni davanti alla tv. Fallisce il boicottaggio di Grillo e Berlusconi. Napolitano difende il suo governo, ma sceglie il dialogo con l’antipolitica e legge le lettere delle vittime della crisi. Previsioni nere anche per il 2014. Che inizia con una pioggia di rincari

Politica

Auguri, ma non di rito

Andrea Fabozzi

Napolitano sceglie il dialogo diretto con i cittadini e con i malumori dell’antipolitica. E sorvola su Berlusconi decaduto

Economia

Italia 2014: nel paese della crescita da prefisso telefonico

Roberto Ciccarelli

Bassi salari, aumento della disoccupazione, precarietà e povertà trionfanti: l’anno che ci aspetta. Il ministro del lavoro Enrico Giovannini: «Le imprese non pensano di assumere a causa della crisi». La sociologa Chiara Saraceno: «Il sussidio contro la povertà previsto dal governo sa di vecchia politica»

Nuovo anno, arrivano i rincari

Antonio Sciotto

Il ticket in autostrada aumenterà fino all’8%. Più salati anche snack e caffè. Braccio di ferro tra governo e Aiscat sui pedaggi. Lievita l’Iva sui distributori da ufficio. Via ai saldi: nel 2013 chiusi 12 mila negozi di moda

L’India non vuole più gli elicotteri di Finmeccanica

Giorgio Salvetti

A seguito delle inchieste della magistratura che coinvolsero l'ex amministratore delegato del gruppo Giuseppe Orsi, le autorità indiane hanno deciso di annullare la commessa vinta da Agusta Westland ma hanno accettato il ricorso all'arbitrato internazionale per risolvere il contenzioso. La vicenda complica i rapporti tra Italia e India già tesi per il caso dei due marò

Letta non ci aggancia al treno della ripresa

Roberto Romano

Nel decennio 2003- 2013 l’area euro è cresciuta del 10%, mentre l’Italia ha perso un punto. La soluzione? Un bilancio autonomo del 3-5% del Pil Ue, finanziato dall’Iva e dalla web tax

SARDEGNA

Salto nel voto, il Pd cerca il paracadute

Costantino Cossu

La renziana Francesca Barracciu, mollata anche da un pezzo del partito, si ritira dalla corsa alla presidenza. Ma ottiene da Renzi l’ultima parola sulla scelta del nuovo candidato

Se Eco diventa pericoloso

Mario Di Vito

«Il nome della rosa» vietato a detenuto. La direzione: «Non è un problema di contenuti»

Israele pronto a “cedere” 300 mila arabi a Stato palestinese

Michele Giorgio

Lo rivela il quotidiano Maariv. Assieme agli arabi israeliani, il governo Netanyahu darebbe ad Abu Mazen il "Triangolo" della Galilea in cambio delle porzioni di Cisgiordania con le colonie ebraiche. Comincia una nuova missione del segretario di stato Kerry

Cultura

L’oscura via di fuga dalla nuda vita

Günther Anders

Nell’arco di alcuni anni il nazismo riuscì a cancellare ogni traccia di coscienza di classe, sostituendola con il concetto di «razza». In questo saggio inedito in Italia, Günther Anders emigrato in Francia poco dopo la salita al potere di Adolf Hitler cerca di spiegare come la macchina propagandistica nazionalsocialista fosse riuscita a indicare a milioni di disoccupati e piccolo-borghesi impoveriti gli ebrei come il nemico da combattere. Un’anticipazione dall’ultimo numero della rivista «Micro Mega»

La vocazione globale dell’industria criminale

Guido Caldiron

La guerra sporca ai narcos vista dallo scrittore e giornalista messicano Diego Enrique Osorno. Dal traffico di cocaina a Wall Street. La trasformazione della criminalità organizzata in un paese ostaggio dei narcotrafficanti e di ricchi uomini d'affari