closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 01.12.2015

Al via tra parole colme di speranza la Cop21 a Parigi, mentre in Brasile si consuma l’ennesimo disastro ambientale paragonato a quello di Fukushima. I grandi della terra promettono molto ma gli interessi economici tra Nord e Sud del mondo sono opposti e peseranno sui negoziati. Incerto l’accordo finale

Internazionale

Cop21: il giorno delle belle parole

Anna Maria Merlo

I leader mondiali fanno molte promesse, nessuno è scettico. Ma subito emergono le difficoltà, gli interessi economici divergenti. Dodici giorni di negoziati, ma incertezza sul "peso" dell'accordo finale. A Parigi, 9 arresti dopo i 341 fermi di domenica, per le violenze a place de la République

Italia

In Italia il record europeo di morti per inquinamento

Luca Fazio

Secondo un nuovo rapporto dell'Agenzia europea dell'ambiente (Aea), nel nostro paese, nel 2012, sono morte prematuramente 84.400 persone a causa dell'aria inquinata (in Europa 491 mila). Le emissioni killer sono note, solo le micropolveri sottili (Pm 2,5) sarebbero responsabili di 59.500 decessi prematuri. La pianura padana ancora una volta si conferma come il territorio più esposto ai veleni delle automobili e degli impianti di riscaldamento

Lavoro

L’Italia è piena di amianto

Antonio Sciotto

Oltre 44 mila i siti inquinati, 17 mila le vittime. Il picco delle malattie entro il 2020. L’Assemblea nazionale a Roma, il governo lavora a un Testo unico. Anci: «Finora tutti i piani sono rimasti inattuati»

Europa

La Ue cede a Erdogan

Leo Lancari

I profughi spaventano Bruxelles più di Daesh. Ad Ankara tre miliardi di euro, liberalizzazione dei visti e ripresa del processo di adesione per non farli partire

Commenti

Europa, sui rifugiati una domenica delle salme

Filippo Miraglia *

Per i profughi sarà ancora più difficile mettersi in salvo e aumenteranno i morti e gli scomparsi, oltre che le cifre richieste per arrivare nell’Ue. Un favore ai trafficanti di essere umani che vedranno prosperare i loro affari

Internazionale

La riconciliazione del papa in moschea

Rita Plantera

Bergoglio chiude il suo viaggio africano nell’enclave musulmana assediata dalle milizie cristiane: «Insieme diciamo no all’odio in nome di Dio». Ma il conflitto Seleka-Anti Balaka ha radici politiche

I sei giorni di Bergoglio all’insegna della pace

Luca Kocci

Dal papa è arrivata la condanna della guerra e del terrorismo, la denuncia del commercio e del traffico di armi, dello sfruttamento indiscriminato delle risorse e degli squilibri sociali, Deluse invece le aspettative delle associazioni lgbt

ROMA

Roma, per le primarie Pd va a caccia di sinistra

Daniela Preziosi

Orfini: «La coalizione resta, se no Sel che dirà ai suoi?». Paolo Cento (Sel): «L’alleanza è morta, uccisa dai dem, ora ci dicano se rinasce su Fassina». Che attacca: «Matteo ormai pensa all’Ncd»

Muro contro muro per la Consulta

A. Fab.

Il Pd si incaponisce su Barbera, che insieme a Sisto e Pitruzzella rischia un ennesimo flop. Oggi 28esimo tentativo, le camere non riescono a eleggere i giudici costituzionali che mancano da 17 mesi

Europa

Corbyn: «Voto libero sulle bombe anti Is»

Leonardo Clausi

È una marcia indietro, questa di Corbyn, leggibile come un segno di debolezza di un leader ostaggio del suo governo-ombra, che aveva minacciato dimissioni e la cui maggioritaria bramosia di bombardare rende quantomeno improbabile il riferirglisi con l’appellativo di «moderato»

Internazionale

L’Ue respinge le ritorsioni di Netanyahu, per ora

Michele Giorgio

Un portavoce di Bruxelles ha dichiarato ieri che la sospensione ordinata da Netanyahu della partecipazione dell'Unione al processo di pace per la questione dell'etichettatura dei prodotti degli insediamenti colonici, non terrà fuori l'Europa dal negoziato mediorientale

Da Gaza confermano: Al Salfiti, uno dei killer di Vik, ucciso a Mosul

Michele Giorgio

Lo scorso giugno Hamas aveva dato ad al Salfiti, detenuto dal 2011, un permesso per tornare a casa durante il mese di Ramadan. Lui ne approfittò per sparire. Non si era saputo più nulla del jihadista fino a qualche giorno fa, quando su diversi siti e su twitter è stata annunciata la sua morte.

Cultura

Il marchio di origine della ricchezza

Vincenzo Scalia

«Perché i potenti delinquono» di Vincenzo Ruggiero per Feltrinelli. La genesi della criminalità economica e dell’esercizio deviante dello Stato per riprodurre e legittimare il potere nella società

L’editing del genoma

Luca Tancredi Barone

A Washington si apre il Summit Internazionale sulle tecnologie di modificazione genetica umana. Un’intervista con Emmanuelle Charpentier, la scienziata francese che, insieme alla statunitense Jennifer Doudna, ha messo a punto il Crispr/Cas9

Porte aperte all’Accademia di Francia

Arianna Di Genova

A Villa Medici, arriva la nuova direttrice Muriel Mayette Holtz, attrice e regista per il teatro. Con lei l'istituzione punta sui borsisti e sulla circolazione della cultura, giovedì dell'arte, mix di discipline e notti bianche. Il tutto aprendo le porte al pubblico

Se il tempo si dilata tra nebbia e terra

Cecilia Ermini

La visione panica della natura e dell’uomo in «Triokala», l’opera prima dell’esordiente Leandro Picarella presentata nel concorso internazionale di Filmmaker

Il pop colorato dei Coldplay

Stefano Crippa

Il 4 dicembre nei negozi arriva A Head Full of Dreams, probabilmente l'ultimo capitolo della storia della band guidata da Chris Martin. Beyoncé, Noel Gallagher e perfino Obama (campionato) fra gli ospiti

L'Ultima

Il tiro finale di Black Mamba

Nicola Sellitti

Niente più movimenti sincopati sul parquet: dopo 30 mila punti segnati nell’Nba, Kobe Bryant, la stella dei Lakers, annuncia il suo ritiro. «Il mio corpo sa che è arrivato il momento di dire addio»