closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 01.06.2021

Dopo anni di battaglie contro i fumi tossici dell’ex Ilva arriva la sentenza di primo grado del processo «Ambiente svenduto». Condannati a 20 e 22 anni i Riva, proprietari e amministratori dell’acciaieria. Per Vendola 3 anni e 6 mesi: «Calpestata la verità»

«Vittoria nostra e della città di Taranto, lo stato cambi subito strada»

Massimo Franchi

L’associazione ambientalista che dal 2005 denuncia l’inquinamento: nuovo esposto sul periodo 2013-oggi. «La sentenza può portare a un movimento unitario. Finora sono esistiti due stati paralleli: i pm ci ascoltavano, la politica ci considerava allarmisti. Riconversione senza acciaio»

Prescrizione, Conte frena Di Maio

red. pol.

Settimana cruciale. Sul processo penale l'ex premier non vuol tornare indietro dai testi di Bonafede. Più facile il dialogo sul Csm ora che i saggi della ministra Cartabia hanno depositato le loro proposte con le elezioni di metà mandato. E Salvini lancia oggi i referendum con i radicali

Omicidio Luana, indagato anche il comproprietario dell’orditura

Riccardo Chiari

Coinvolto nell'inchiesta Daniele Faggi, marito di Luana Coppini, titolare della ditta tessile dove la giovane apprendista operaia ha perso la vita. I consulenti tecnici hanno appurato che il cancello di protezione del macchinario era collegato a una fotocellula però disattivata, la procura ipotizza che l'uomo abbia eseguito quell'operazione per velocizzare le produzioni.

Commenti

L’ipocrisia occidentale e i nostri dati

Simone Pieranni

Siamo stati abituati a sentirci raccontare che a spiare sono i cinesi e per lo più le «piattaforme», le grandi protagoniste del «capitalismo di sorveglianza», come se gli Stati occidentali, invece, non lo facessero

«La colonizzazione andrà avanti, con discrezione»

Michele Giorgio

Parla l'analista Michel Warschawski: «Bennett conosce le linee rosse degli Usa e proverà a manovrare traendo profitto dalle priorità dell’Amministrazione Biden che sono la Cina e l’Iran e non i palestinesi»

REPORTAGE

L’autonoma Shengal nata tra le montagne

Chiara Cruciati

Sul monte Sinjiar le famiglie ezide sono arrivate a piedi per lasciarsi alle spalle la ferocia dello Stato islamico, ancora visibile tra le rovine, e costruire un modello di società condivisa, ecologica e matriarcale. Alla ricerca di un riconoscimento ufficiale

Cultura

Deb Olin Unferth, e le antiche galline si liberarono

Alessandra Pigliaru

Una intervista con la scrittrice statunitense a proposito del suo romanzo «Capannone n. 8», edito da Sur. La storia si svolge nell’Iowa, in un allevamento intensivo di ovaiole, tra crudeltà e segregazione. «Crediamo di possedere tutto sul pianeta, compresa l'acqua, il cielo, la terra, le altre creature. È questo l'errore colossale e il grande male della nostra specie»

Le ragioni di Podemos e la crisi di egemonia della politica mainstream

Jacopo Rosatelli

L'indagine di Francesco Campolongo e Loris Caruso, «Podemos e il populismo di sinistra. Dalla protesta al governo», pubblicata da Meltemi. C’è da augurarsi che il libro circoli fra una militanza diffusa e dispersa a cui serve capire che in politica non è mai tutto perduto per sempre. Gli spazi possono crearsi, persino in Italia, se alla fortuna si accompagna la virtù

Visioni

Peter Del Monte, un narratore di mondi con amore

Cristina Piccino

ddio al regista di «Piso Pisello» e «Compagna di viaggio», figura fuoriclasse del panorama italiano. I suoi film hanno raccontato personaggi femminili complessi, relazioni, paesaggi anche emozionali inusuali. Senza temere il rischio ma sempre con pudore

Il destino della Superlega

Nicola Sellitti

Sarà la Corte di Giustizia Europea a decretare il destino del torneo dei top club europei nato e fallito in 48 ore.

Visco interpreta il copione scritto da Draghi

Alfonso Gianni

Attraverso le prudenti parole di Visco si percepisce che il dominus della politica economica, finanziaria e monetaria sta altrove, assiso sulla poltrona della Presidenza del Consiglio

L'Ultima

Spillover, la mappa del rischio

Andrea Capocci

Maria Cristina Rulli del Politecnico di Milano ha scoperto un metodo per mappare le zone più a rischio di pandemia, dalla Cina all’Europa, a partire dall’uso insostenibile del territorio