closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 01.04.2018

La caccia al migrante travalica la frontiera. L’irruzione della «gendarmerie» nel centro di accoglienza di Bardonecchia, a pochi passi dalla polizia italiana, scatena la crisi diplomatica. Roma convoca l’ambasciatore: verso lo stop ai doganieri. Ma la Francia tira dritto

Politica

Leu in frenata, «no a forzature». Il nuovo partito slitta a maggio

Daniela Preziosi

Rinviato il tesseramento, divisi alle comunali, dubbi sulla futura collocazione in Europa. Sulla nascita del nuovo soggetto pesa lo stallo politico e l’attesa del Pd derenzizzato. Fratoianni: abbiamo bisogno di una discussione profonda e a tutti i livelli, sarebbe insensato infilarsi adesso in una strettoia organizzativa

Minoranza, presto una nuova direzione

redazione politica

Dopo il primo giro di consultazioni al Quirinale il correntone dei 'collisti' potrebbe subito chiedere una ridiscussione della linea del 'tocca a loro'

Muro francese, reazione italiana

Andrea Fabozzi

Parigi rivendica la correttezza degli agenti francesi e non si scusa, la Farnesina protesta con l'ambasciatore e spiega che la polizia transalpina sapeva benissimo di non poter accedere ai locali della ong. Un coro di proteste politiche sovraniste, Salvini vuole difendere i confini da Macron, Di Maio più sfumato. Il Viminale annuncia che, adesso, non consentirà più le "intrusioni" degli agenti francesi

«Arroganti e armati, finora non si erano mai spinti nella nostra sede»

Maurizio Pagliassotti, Mauro Ravarino

L'irruzione della gendarmerie davanti a medici e mediatori, che testimoniano: «Sono stati 15 minuti di paura. I poliziotti hanno occupato la nostra stanza e messo all’angolo il ragazzo, lo trattavano come fosse un criminale, volevano il prelievo delle sue urine. Lo hanno fatto, poi lo hanno abbandonato qui». Protesta il sindaco Francesco Avato: «Non avevano alcun diritto di introdursi lì. Quella è una stanza gestita con il Comune. È uno spazio calmo, neutro, dove si incontrano i migranti, si spiegano i rischi del viaggio e si cerca di convincerli a rimanere in Italia»

Villini storici in pericolo, il ministero porrà dei vincoli

Antonio Sciotto

I Beni culturali agiranno per decreto: la tutela però non coprirà subito tutta la città. Ruspe all’attacco grazie al Piano casa della Regione Lazio, mentre anche il Comune rimane inerte. Italia Nostra: «Stop alle speculazioni»

De Guttry: «Salviamo la nostra memoria e la bellezza di Roma»

Antonio Sciotto

Bisogna preservare i villini storici della capitale dagli appetiti dei costruttori. Ci sono edifici di grande importanza artistica, ma il problema riguarda anche quelli più modesti: fanno parte di un tessuto, ed è assurdo demolirli per fare spazio a palazzoni

Gli «esperimenti coloniali» di Cambridge Analytica in Nigeria

Fabrizio Tonello

Nel febbraio del 2015 le tecniche che saranno poi usate per far vincere Trump e la Brexit furono usate (ma senza successo) contro Buhari, lo sfidante del presidente uscente. Anche la «super bufala» sui «350 milioni di sterline a settimana da pagare a Bruxelles» diffusa durante il referendum inglese era nata dai focus group della società

Internazionale

Su Gaza scende il silenzio arabo e dell’Onu

Michele Giorgio

Mentre si piangono i giovani uccisi da Israele, dalla comunità internazionale e dai Paesi arabi giungono segnali deboli a sostegno dei palestinesi. Il Segretario generale delle Nazioni Unite Guterres propone una indagine indipendente che gli Usa sono già pronti a bloccare

La Fresnaye, cubismo e malattia di un francese racé

Federico De Melis

Aristocratico, melanconico, vittima della Grande Guerra: rivisitare, nell'affascinante biografia di Charzat, la singolare parabola di Roger de La Fresnaye: dall'apprendistato sintetista all'aerea e colorata lettura del cubismo allo stregato e ipnotico ritorno all'ordine degli anni di malattia

Per non ridurre i personaggi a una galleria di feticci

Stefano Colangelo

Dalla «esplosione centrifuga dello spazio letterario», alle nostalgie per l’autorevolezza del canone, alla verifica dei ferri del mestiere: «Letteratura. Teorie, metodi e strumenti», un saggio di Federico Bertoni per Carocci

L’immaginazione, motore dell’etica e del senso storico

Gian Maria Annovi

Autore di una topografia del mondo scritto che ha conquistato il pubblico americano, il critico Martin Puchner sostiene che la civiltà nasce dalla letteratura, non il contrario: «The Written World», da Random House

Porter, personaggi in fuga e smarrimenti di una texana ribelle

Margherita Ghilardi

Nei racconti di Katherine Anne Porter i protagonisti scappano sempre via: dalla vita, da se stessi, dalle delusioni. L’autrice ci svela quel che è perduto e nemmeno loro sapevano di avere: «Lo specchio incrinato», da Bompiani

Moss, pathos e gioventù nell’isola di sir Evans

Massimo Natale

Un generale nazista è rapito a Creta da due ufficiali inglesi in divisa tedesca, Patrick Leigh Fermor e W. Stanley Moss: del quale ora Adelphi traduce il diario, «Brutti incontri al chiaro di luna»