closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 01.03.2016

Centinaia di profughi in fuga assaltano la frontiera blindata della Macedonia. Scontri con la polizia, una trentina i feriti. Merkel con Tsipras: «La Grecia non può affondare». Mentre a Calais Hollande mostra i muscoli e anticipa lo sgombero della «giungla» dei migranti

Europa

La carica dei disperati

Carlo Lania

Centinaia di profughi assaltano la frontiera tra Grecia e Macedonia scontrandosi con la polizia di Skopje.Un poliziotto e una trentina di migranti feriti. Merkel: «La Grecia non può affondare»

FRANCIA

Colpo di mano nella Giungla

Anna Maria Merlo

Intervento dei bulldozer, senza aspettare il ricorso giudiziario delle associazioni. Il governo sempre più debole se la prende con i migranti, mentre rimanda la legge sulla riforma del lavoro. Dove andranno i migranti espulsi? Il rischio di nuovi accampamenti selvaggi, destinati a una nuova evacuazione....

Irlanda, si dissolve il Labour

Enrico Terrinoni

Verso un governo di minoranza. Bocciate le politiche di austerità, Fine Gael sotto i 50 seggi. Sinn Féin dice no a possibili coalizioni con il centrodestra

Coalizione civica: ora il ballottaggio

Giovanni Stinco

Vince le primarie Federico Martelloni: «Abbiamo tanta strada da fare». In salita. Polemico Mauro Zani: «Ha prevalso l’aggregazione cripto partitica». Prima prova per il neo candidato, tenere tutti insieme

Politica

Il governo inciampa sui mutui casa

Riccardo Chiari

L'esecutivo Renzi vuole piegare una direttiva Ue a uso e consumo delle banche, permettendo agli istituti di credito di impossessarsi subito della casa in caso di mancato pagamento della rata del mutuo, senza prima passare dal giudizio della magistratura. Civati: "Abominevole". Monta la protesta anche in Al, M5S, Fdi e Fi.

Curzio Maltese nel ginepraio milanese

Luca Fazio

Non è ancora stata ufficializzata la candidatura dell'europarlamentare della Lista Tsipras chiamato a rappresentare la lista anti-Sala alle elezioni amministrative di giugno. Non tutte le componenti della coalizione a sinistra del Pd sono d'accordo. A complicare la faccenda è spuntata anche la candidatutra dell'avvocato di area socialista Felice Besostri

Roma, Salvini la butta in primarie

Domenico Cirillo

Gazebo farsa per la Lega. Vince Marchini, Bertolaso non crolla. E dice: vado avanti. Il capo lùmbard: «Divisi facciamo un favore a Renzi, consultiamo anche noi gli elettori»

Commenti

La minoranza Pd condannata all’irrilevanza

Franco Monaco

Che senso ha stare in un partito nel quale si è mal sopportati? Come paventare la deriva del partito della nazione quando non è deriva ma cosa fatta? O invocare un congresso sostituito da primarie per la leadership?

Italia

24 ore senza di noi: oggi il primo marzo migrante e precario

Roberto Ciccarelli

Oggi manifestazioni e scioperi decentrati e coordinati in 20 città europee. Sono stati promossi dal «Transnational Social Strike Platform» di Poznan. In Italia a Milano, Napoli, Foggia, Bologna. A Roma doppio appuntamento: al mattino "l'altra faccia di Mafia Capitale", in piazza gli operatori dell'accoglienza senza stipendio. Al pomeriggio in piazza con i migranti

TORINO

Torino, sciopero alla rovescia dei ricercatori precari contro il lavoro gratuito

Roberto Ciccarelli

Sono più di 300 i ricercatori precari che aderiscono all'ingegnosa protesta contro il taglio dei fondi e per il riconoscimento dei diritti sociali. Nel corso della loro carriera forniscono un contributo gratuito pari al lavoro di tutti i dipendenti della regione Piemonte per due anni. "Serve l'unità con gli altri lavoratori della conoscenza, fuori e dentro l'università". Il governo pensa di affrontare l’emergenza con 861 posti. In tutta Italia. Sono 1,2 ricercatori per dipartimento

Elezioni in Iran, vittoria di Obama sconfitta di Netanyahu

Giovanni Cassini

Soltanto la sagacia di Obama e della sua Amministrazione ha saputo frenare l’avventata bellicosità d’Israele e dell’Arabia Saudita, utilizzando la carota di una pazientissima diplomazia e il bastone di Stuxnet e Nitro-Zeus (i due cyber-attacchi al sistema informatico dei siti nucleari iraniani)

L’Isis affama l’Iraq, sunniti e sciiti lo dividono

Chiara Cruciati

Sabato carneficina a Baghdad: 92 morti tra centro e periferia. Lo Stato Islamico avanza ad Abu Ghraib e a Fallujah massacra i civili. In Siria la tregua regge, ma la Turchia continua a bombardare i kurdi

Simone Weil nel corpo vivo della conoscenza

Alessandra Pigliaru

La ricerca del punto di incontro tra teoria e prassi. Una nuova edizione del «Il diario di fabbrica» della filosofa francese e un saggio di Eugenio Borgna a lei dedicato

Un’immagine per «non morire di classe»

Manuela De Leonardis

La figura della fotografa e scrittrice Carla Cerati, scomparsa il 19 febbraio. Dai reportage di fotogiornalismo ai romanzi, fino alla mappatura degli intellettuali di sinistra durante il franchismo

Soprintendenze? Non sono repubbliche a sé

Federico Gurgone

Massimo Montella, docente di economia e gestione beni culturali, discute di alcuni temi cruciali che riguardano il nostro patrimonio. E dice la sua sulla riforma del Mibact

Il segreto di Hollywood

Giulia D'Agnolo Vallan

L'Academy, per l'ottantottesima edizione dei premi Oscar, ha risposto con vigore e creatività alle accuse di voler promuovere un cinema sempre più lontano da quello che vede il grande pubblico

Oscar secondo previsioni

Redazione

Poche sorprese e tante certezze all'88esima edizione della cerimonia presentata da Chris Rock: vincono Leonardo Di Caprio, Ennio Morricone, miglior film Spotlight. Ecco la lista dei premiati

Morricone, l’uomo che scrive a matita

Andrea Penna

Al maestro romano autore delle musiche di The Hateful Eight, l'Oscar per la migliore colonna sonora. Una carriera che non si fossilizza in un unico genere

Il callo dei musicisti

Mariangela Mianiti

Avendo trascorso quasi metà della mia vita fra musicisti e conservatori, ho imparato molto presto che il mondo dei suoni divide chi lo pratica in due partiti, quello degli strumenti a fiato, e quello degli strumenti a corda...

L'Ultima

L’affaire Lech Walesa

Giuseppe Sedia

Decine di migliaia in piazza a Varsavia e Danzica con le forze d’opposizione. In tanti con la maschera di cartone dalle fattezze dell’ex leader di Solidarnosc per protestare contro il processo mediatico che, insieme all’«Istituto della memoria nazionale», lo accusa di essere stato al soldo della ex dirigenza «comunista»