closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Ecco Stellantis, parla francese. Agli Agnelli subito il dividendo

La fusione. Nel capitale il governo di Parigi, non Roma. Il piano Tavares entro l’estate sarà decisivo. Il 15 gennaio ai soci Fca andranno 2,9 miliardi pattuiti per la fusione a guida Peugeout

John Elkann e Giuseppe Conte alla presentazione della 500 elettrica

John Elkann e Giuseppe Conte alla presentazione della 500 elettrica

Con lo scontato via libera dei due consigli di amministrazione di Psa e Fca alla fusione ieri è nata ufficialmente Stellantis, potenzialmente il quarto gruppo automobilistico al mondo nel cui capitale figurano lo stato francese, in qualche modo quello tedesco (rimasto dopo l’acquisto di Opel da parte di Peugeout del 2017) e non quello italiano. Facile prevedere chi saprà meglio far valere i propri interessi a partire dalla tutela dei posti di lavoro: 400 mila totali di cui 86 mila in Italia. In sintesi: ai francesi il comando, agli Agnelli i soldi del maxidividendo con cui hanno ceduto la guida...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi