closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

È vero, chi si muove in bici è pericoloso

Ciclostile. Un video sulla sicurezza stradale dei ciclisti (spacciato da Federciclismo e polizia stradale) fa infuriare tutte le associazioni di categoria e le persone che quotidianamente usano la bici come mezzo di trasporto

Non passate subito alle conclusioni, perché saranno l'opposto delle parole che sentite in giro. La settimana scorso sono saltate all'evidenza di chi si batte per la mobilità ciclistica almeno tre episodi che qui voglio mettere in connessione. Il primo: il 14 febbraio, in una conferenza stampa nella sede romana del Coni viene presentato il trailer di una campagna sulla sicurezza stradale rivolto ai ciclisti. A confezionarlo sono la Fondazione Ania (le imprese assicuratrici), la Federazione del ciclismo, la polizia stradale e il ministero delle Infrastrutture. Il video è infarcito di luoghi comuni, di tentativi di far passare come cosa fatta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.