closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

È una infinita catena di morti: schiacciato al cantiere navale

Infortuni. Un operaio di 56 anni perde la vita a La Spezia. Salgono a 259 le vittime da inizio anno. I sindacati chiedono maggiori controlli e sanzioni più pesanti per le imprese inadempienti

La Spezia, il cantiere navale del gruppo Antonini dove ieri è morto Dragan Zekic, operaio croato di 56 anni f

La Spezia, il cantiere navale del gruppo Antonini dove ieri è morto Dragan Zekic, operaio croato di 56 anni f

È davvero un bollettino di guerra, che purtroppo non concede tregua: dopo l’incidente di domenica scorsa alle Acciaierie venete di Padova - quattro lavoratori ustionati, di cui tre gravissimi - ieri una morte ai cantieri navali Antonini di La Spezia. Un operaio di 56 anni, Dragan Zekic, croato, è rimasto schiacciato da una lastra di cemento: l’infortunio ricorda purtroppo, sia per il luogo che per le modalità, quello avvenuto alla Fincantieri di Monfalcone qualche giorno fa, dove a perdere la vita - ugualmente sotto un blocco di cemento - era stato un ragazzo di soli 19 anni, Matteo Smoilis. INIZIALMENTE...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi