closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

E nei cantieri basta deregulation

Lavoro. Al nuovo governo chiediamo: lotta agli infortuni, al lavoro nero e contro il dumping contrattuale. Al nuovo Ministro del Lavoro chiediamo di non occuparsi tanto di stabilire un minimo salariale legale, dando invece attuazione all’art. 39 della Costituzione

Da dieci anni a questa parte le condizioni dei lavoratori nei cantieri italiani hanno subito un terribile arretramento a causa di una crisi drammatica che ha trasformato il cantiere in una giungla, dove si trova di tutto. Anche dove il committente è un soggetto pubblico o è una grande azienda a capitale misto o in concessione: dalle false partite Iva al lavoratore in nero o con solo metà delle ore dichiarate, dal contratto collettivo non edile, all’operaio - magari in regola - che a 66 anni ancora sale sulle impalcature. Nel settore privato è ancora peggio ed inutile spiegare perché......

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.