closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

È l’ultimo giorno, Trump scappa dalla porta sul retro

Stati uniti. Washington blindata, il presidente non si fa vedere da giorni. Oggi ultimo volo con l’Air Force One verso la nuova capitale della destra, Mar-a-lago. E la grazia diventa un mercato: il perdono in cambio di soldi. Nuovo strappo all’etichetta: l’addio in un video. Il successore sarà accolto dal maggiordomo

Membri armati dei Liberty Boys davanti al Campidoglio dell’Oregon

Membri armati dei Liberty Boys davanti al Campidoglio dell’Oregon

Sembra l’ultimo giorno dell’umanità, è l’ultimo frammento di un incubo lungo quattro anni. Donald Trump sta per dissolversi nell’aria ma l’aria è quella del crollo di un regime, Washington è desertificata e blindata come non mai, truppe in divisa bivaccano nei palazzi di Pennsylvania Avenue circondati di barriere, filo spinato e metal detector. Non era questa l’american carnage esorcizzata dal presidente quando, quattro anni fa, mise la mano sulla bibbia e giurò di combattere ogni nemico interno ed esterno. No, la carneficina americana era ciò che Trump diceva di voler fermare. Il suo Make America Great Again invece ne ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi