closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

È la stampa, bellezza: l’omaggio di Wes Anderson al giornalismo

Cinema. Bloccato dal Covid, in prima a Cannes, arriva al New York Film Festival «The French Dispatch». Il regista muove i personaggi nella redazione di un immaginario settimanale

Bloccato per più di un anno dal Covid, e a seguire la prima di Cannes, il luglio scorso, The French Dispacth di Wes Anderson arriva al New York Film Festival due settimane prima dell’uscita nelle sale Usa (in Italia lo vedremo a partire dall’11 novembre). Se il titolo, il cast, gli sfondi (che integrano di miniature minuziosamente dettagliate alle strade della cittadina aquitana di Angouleme), la consuetudine (woodyalleniana ormai, al momento Anderson sta girando in Spagna) con cui il regista di I Tenembaum lavora dentro al, e sul, Vecchio Continente fanno pensare a un film molto francese, l’anima di questa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.