closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

E Joe Biden scopre di avere bisogno di Putin

Ginevra. La resilienza russa e il suo peso geostrategico, porta al cambio di passo americano per contrastare la saldatura di un temibile fronte avverso, costituito da Russia, Cina e Iran

Dopo un summit tra i leader di due superpotenze, la prima domanda d’obbligo è: chi dei due ha vinto il match? Stavolta, però, la risposta ha perfino preceduto la domanda. Il fatto stesso che si sia tenuto, il vertice di Villa Lagrange, è un grande punto a favore di Vladimir Putin, che può ragionevolmente affermare, nella conferenza stampa dopo i colloqui, che «la conversazione a tu per tu con Joe Biden è durata quasi due ore, e non è che qualsiasi leader del mondo ottenga tanta quantità d’attenzione». Un trattamento che difficilmente si riserverebbe a un «killer» - così l’aveva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.