closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«È in gioco in Ecuador la rivoluzione dei cittadini»

Intervista. Oggi il ballottaggio delle presidenziali. Intervista al ministro degli esteri Guillaume Long: «Questo voto rappresenta una trincea per tutta l’America latina. Con l’arrivo di Trump, l’integrazione latinoamericana non deve tornare indietro»

Elezioni in Ecuador

Elezioni in Ecuador

«L’Ecuador oggi è una trincea per tutta l’America latina». Così dice al manifesto Guillaume Long, ministro degli Esteri e della mobilità umana. Lo abbiamo incontrato all’Istituto italo-latinoamericano (Ila) durante la firma di un protocollo d’intesa con le Piccole e medie imprese per progetti di microcredito rivolti ai migranti ecuadoriani. Oggi, il suo paese decide chi sarà il successore di Rafael Correa alla presidenza. Per Alianza Pais - la compagine governativa - corre Lenin Moreno. Per l’alleanza Creo-Suma, il banchiere Guillermo Lasso. Al primo turno, Moreno ha ottenuto 39,36% (3.716.343), mentre Lasso ha totalizzato il 28,09% (2.652.403 voti). Un voto-chiave per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi