closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

E il nuovo Silvio gayfriendly si sistema con la fidanzata

Diritti civili. Il testo, da giovedì in commissione prevede anche il regolamento delle convivenze. Proprio quello che serve a Palazzo Grazioli. Per questo il presidente stavolta non cambierà idea

L'ex cavaliere Silvio Berlusconi

L'ex cavaliere Silvio Berlusconi

Subito dopo l’onda dei Pride arriva l’ondata gayfriendly di Forza Italia. Il giorno dopo il sì ufficiale alle unioni civili da parte di Silvio Berlusconi, dopo gli anni dell’omofobia guascona («Meglio essere appassionati di belle ragazze che gay», «I gay sono tutti dall’altra parte»), i suoi si accodano con entusiasmo liberatorio, purché non si parli di matrimoni né di adozioni per le coppie gay. Malumori invece in casa alfaniana. Carlo Giovanardi annuncia battaglia. Così Eugenia Roccella. «Berlusconi cede alla tentazione della subalternità culturale alla sinistra». Ora la parola passa alla commissione giustizia di Montecitorio, dove la relatrice dem Monica Cirinnà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi